Il mio non è un abbandono

gennaio 17, 2013 in Italia dei Valori, Politica

Ho ricevuto moltissimi messaggi di stima e di affetto dopo il mio annuncio di non ricandidarmi al Parlamento, in tanti mi avete chiesto di ripensarci, di restare. Ringrazio tutti per le belle parole, ma voglio precisare che il mio non è un abbandono né tantomeno una resa. Non mollo, però resto in campo in un ruolo diverso, per giocare una partita ancora più difficile e più stimolante, nella convinzione che la politica non si fa solo nel Palazzo ma anche, e anzi soprattutto, sul territorio, tra la gente, come ho fatto per anni. Continua a leggere →

Lo strano caso del Professor Monti e di Mister Mario

gennaio 2, 2013 in Comunicati Stampa

“Ormai siamo allo strano caso del professor Monti e di Mister Mario: il cosiddetto tecnico che doveva essere super partes ha ben presto sdoppiato la sua personalità, da principe dell’economia sulle spalle dei più poveri, a politicante che fa della demagogia e del doppiogiochismo la sua vera agenda”. Così il Capogruppo dell’Italia dei valori in Senato, Felice Belisario, commenta le dichiarazioni del Presidente del Consiglio a Radio Anch’io. “Lanciato a testa bassa in campagna elettorale, il Professore – aggiunge – se possibile sembra la brutta copia del Cavaliere. Dopo un anno di disastri al Governo in cui ha solo tutelato i poteri forti, Monti annuncia la riduzione delle tasse, l’obiettivo della crescita e la necessità di varare riforme per l’equità. Finora dov’era, su Marte? La luce che vede in fondo al tunnel, mentre il Paese versa lacrime e sangue a causa sua, è quella della poltrona dorata a cui aspira. Non contento del posto da senatore a vita, infatti, punta più ancora in alto: magari non al Quirinale, come la volpe con l’uva acerba, ma certamente in una posizione di potere da cui continuare a fare gli interessi dei gruppi economici e finanziari. Il rappresentante delle élite e delle lobby, da sempre un privilegiato, se la prende con la casta e afferma che destra e sinistra sono concetti superati solo per promuovere la strategia dell’inciucio, quella che lo ha portato a governare con Berlusconi, Casini e Bersani. Ma ora lo scenario è mutato, per la prima volta nella sua vita – conclude Belisario – Monti dovrà fare i conti con gli elettori e il popolo sovrano: per lui non sarà certo una passeggiata”.

Auguri di cuore per l’anno che verrà

dicembre 31, 2012 in Elezioni, Politica

“L’anno vecchio è finito ormai, ma qualcosa ancora qui non va”… Dopo il Governo tecnico il Paese è ancora più in difficoltà. Monti ne approfitta per la scalata alla politica. Il centrosinistra ha smarrito la rotta. Berlusconi torna alla carica. Nel 2012 sono aumentati i disoccupati e i precari, il Pil è crollato e le famiglie si sono impoverite, dilagano corruzione ed evasione fiscale mentre le lobby finanziarie si sono rafforzate. Quello trascorso è un anno che dobbiamo lasciarci alle spalle, nel 2013 c’è bisogno di equità e sviluppo. C’è bisogno di una politica alternativa, che non sia espressione di tecnicismi, compromessi al ribasso o slogan elettorali. C’è bisogno di ripartire dai programmi, dalla credibilità di chi sceglie di impegnarsi e dalle proposte per cambiare in meglio il Paese. C’è bisogno di ricostruire il mondo del lavoro premiando il merito e l’efficienza, di far ripartire l’economia facendo della legalità il motore dello sviluppo, di valorizzare i beni pubblici come la scuola e la sanità all’insegna della trasparenza. C’è bisogno di una svolta etica e culturale, per far ripartire il Paese c’è bisogno di una Rivoluzione Civile. Auguri, di cuore, a tutti!

La mia intervista a Il Punto: “L’IdV non si scioglie e riparte con forza”

dicembre 21, 2012 in Politica

In un’intervista al settimanale “Il Punto” ho detto la mia sull’Italia dei Valori, sulla nostra collocazione nel centrosinistra e sulle possibili alleanze in vista del voto. Io credo molto in un’aggregazione che metta insieme quelle forze politiche decise ad andare oltre il berlusconismo e il montismo e quei pezzi di società civile e quei movimenti che si riconoscono nella Costituzione, nella legalità, nella giustizia sociale. Qui di seguito potete leggere l’intervista integrale. Continua a leggere →

Sì, No, forse …assistiamo al solito teatrino

dicembre 17, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Sì, No, forse. Sembra un gioco ma non lo è. Stiamo parlando delle elezioni, ovvero di quel passaggio fondamentale che la Costituzione garantisce per dare ai cittadini il diritto di rappresentanza. Ed invece assistiamo, a due mesi dalla data del voto, al solito teatrino”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “annunci, smentite, misteri che vanno in scena a destra come a sinistra su alleanze, liste, candidati. Eppure mi pare che l’indignazione dei cittadini verso una certa politica che pensa solo alle furberie e alle mosse sulla scacchiera delle poltrone era arrivata forte e chiara. Ma così come è rimasto sordo Monti, che ha dato il colpo di mannaia finale, sordi restano anche molti esponenti che abitano da tanto, troppo tempo il Parlamento. Ad oggi – aggiunge – le uniche idee chiare mi pare arrivino dall’IdV che ha un programma coerente con l’attività parlamentare e con le iniziative referendarie e solo in base a questo deciderà con chi stare, trovando da questo momento di crisi generale la rinascita per una nuova Italia dei Valori. Chi vuole stare con noi è il benvenuto, altrimenti pazienza, andremo con i cittadini stanchi delle macchiette di Berlusconi e delle ultime inaffidabili dichiarazioni di Monti e di chi un giorno ne insegue le politiche, il giorno dopo le rinnega”.

Dopo un anno di Monti siamo messi peggio di prima: le “Cassandre” dell’IdV avevano ragione

dicembre 11, 2012 in Economia, Politica

Lo scorso autunno, dopo che Berlusconi rassegnò le dimissioni, invece di restituire la parola ai cittadini fu nominato il Governo Monti. Ora, rispetto al 2011 il tasso di disoccupazione è aumento di 2,3 punti percentuali, attestandosi all’11,1%, mentre la percentuale di giovani senza lavoro è salita al 36,5%. Lo scorso anno la pressione fiscale era al 42%, mentre oggi è arrivata al 45%. Quanto al tasso di corruzione, nel 2011 l’Italia si classificava al 69esimo posto nella classifica mondiale, mentre oggi è scesa in 72esima posizione. Il tasso di evasione fiscale in un anno è aumentato almeno del 14%,  facendo conquistare all’Italia la maglia nera tra i Paesi europei. Rispetto al 2011 il Pil ha registrato un - 2,4%, mentre il debito pubblico è cresciuto da 1.902 a 1.992 miliardi di euro e l’inflazione è salita dal 2,8 al 3,1%. Questa la situazione fotografata dai principali indicatori economici, che diramano previsioni ancora peggiori per i prossimi anni: i dati su disoccupazione, pressione fiscale, debito pubblico, prodotto interno lordo, inflazione, corruzione ed evasione continueranno ad aggravarsi per effetto dei provvedimenti adottati. Continua a leggere →

Monti non ha più la maggioranza, il Paese è senza Governo: la parola torni ai cittadini

dicembre 6, 2012 in Elezioni, Politica

Oggi in Senato si è materializzata la caduta dell’Esecutivo dei cosiddetti tecnici, questo è il dato politico al di là della risicata fiducia che ha ottenuto, addirittura la 48esima in un anno, una media di una a settimana. Un record allarmante per lo stato di salute della democrazia, che coincide con il consenso più basso mai registrato da Monti: appena 127 senatori hanno votato a favore del dl sviluppo, una vera e propria decimazione. Il Governo non ha più la maggioranza che lo sosteneva, è evidente che il Capo dello Stato dovrà prendere atto di questo mutato scenario politico. Ma chi vuole lo scioglimento del Parlamento senza approvare la riforma della legge elettorale, lo dica chiaramente agli italiani e la smetta di prenderli in giro. Continua a leggere →

Se Monti tira la giacchetta a Napolitano…

novembre 26, 2012 in Politica

Chi abbiamo a Palazzo Chigi da oltre un anno? Semplice, un presidente del Consiglio che, forse, non conosce la Costituzione. Possibile che abbia bisogno di uno spin doctor, sia pure autorevole come il Presidente Napolitano, per decidere quello che farà da grande? Durante una trasmissione televisiva, ieri sera, l’inquilino di Palazzo Chigi ha dichiarato, testualmente: “Terrò nella massima considerazione l’orientamento, le valutazioni, i consigli del Presidente Napolitano”. Una affermazione che non solo non andrebbe fatta, ma che non dovrebbe neanche essere pensata. Continua a leggere →