Anche l’emiro del Qatar chiede di combattere la corruzione in Italia

aprile 16, 2012 in Economia, Giustizia, Italia dei Valori, Politica

Dopo il governo cinese anche l’emiro del Qatar si è detto pronto ad investire in Italia. Ma sapete qual è la condizione che ha posto al presidente Monti? Non la libertà di licenziamento, e neanche di abbassare il costo del lavoro, ma di combattere la corruzione.
Ovviamente il premier per l’ennesima volta ha annunciato un provvedimento sulla materia, ma, ormai da quattro mesi siamo fermi alle chiacchiere. Il ministro Severino tentenna, il presidente Monti nicchia e le urgenze sono considerate altre: controriforma del lavoro e ddl sul finanziamento pubblico ai partiti che non riduce di un centesimo il rimborso. Continua a leggere →