Sugli esodati sfido Monti: faccia subito un decreto legge

gennaio 24, 2013 in Economia, Lavoro, Sociale

Sono davvero arrabbiato perché da quando è scoppiato il caso degli esodati, in Parlamento, l’Italia dei Valori è stato l’unico partito a denunciare pubblicamente questa vergogna e a chiedere, anche con iniziative concrete, di trovare una soluzione. I partiti che hanno sostenuto il governo Monti, Pd, Pdl e Udc, pur sapendo che avrebbero gettato nel dramma quasi 400.000 famiglie (fonti Inps e Ragioneria dello Stato), hanno fatto finta di niente e votato la riforma che creava questo disastro sociale, frutto di un conteggio sbagliato da parte del ministero della signora Fornero. Continua a leggere →

D’Alema fa affermazioni stravaganti. Di certo voleva fare ironia

novembre 9, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“E’ veramente stravagante parlare di isolamento dell’Italia dei Valori quando in tutto il Paese l’IdV è nelle amministrazioni di centrosinistra e governa gran parte dei territori con Pd e Sel”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato Felice Belisario, che aggiunge “così come è stravagante parlare di scelte estremistiche dell’IdV, a meno che per tali non si intendono scelte a difesa degli esodati, dei pensionati, delle fasce deboli, delle Pmi, contro la corruzione e l’evasione fiscale, per l’acqua bene comune… e potrei continuare nel lungo elenco delle nostre battaglie, in Parlamento e fuori. Probabilmente – conclude – il presidente d’Alema, come è nel suo stile, voleva fare dell’ironia”.

Il governo ha fallito su tutta la linea

settembre 25, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“I numeri, purtroppo per il Paese, ci danno ancora una volta drammaticamente ragione. Questo governo ha fallito e sta fallendo su tutta la linea”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Confcommercio scatta una nuova foto, l’ennesima, che dimostra il livello della povertà delle famiglie, ridotte allo stremo tanto che i consumi sono calati al livello più basso dal 46′, ovvero, dal dopoguerra. Numeri che viaggiano di pari passo con quelli dell’Istat, che parla di un’ulteriore diminuzione delle retribuzioni. Tradotto: questo governo che doveva salvare il Paese l’ha riportato indietro di più di un secolo, ha bombardato il reddito delle famiglie, ha tolto lavoro alle fasce deboli, speranza alle nuove generazioni, dignità e sussistenza ai pensionati. E, come se non bastasse, ha creato i cosiddetti esodati. Monti non può perseverare con la sua diabolica politica economica e, chi pensa ad un Monti-bis o a un governo che continui con le politiche di Monti, o è un alieno o è meglio che cambi mestiere. Questo è il momento – conclude Belisario – di un’alternativa di governo di centrosinistra, con un programma chiaro basato su sviluppo equità, diritti, solidarietà e legalità”.

Esodo ed esodati

luglio 25, 2012 in Lavoro, Senza categoria

Fine luglio, tempo d’esodo e di esodati. Il contrasto è tutto racchiuso in poche lettere, quelle che fanno la differenza tra l’esodo estivo di quei fortunati che possono permettersi di andare in vacanza, e gli esodati, ossia quella platea di lavoratori dimenticata dal governo, anzi, peggio, colpita dalla sciagurata riforma delle pensioni scritta dal ministro Fornero senza nemmeno fare due conti per bene. Perché sugli esodati si è consumato un grande imbroglio, quello legato al numero degli interessati: 65mila per il governo, che poi si è corretto ammettendo l’errore e rivedendo la stima al rialzo fino a 120mila, 390mila per l’Inps. I primi, i 120mila, saranno ‘salvaguardati’, gli altri no, con buona pace dei diritti acquisiti. Continua a leggere →

Fornero non cerchi scuse e dica i nomi dei mandanti

luglio 16, 2012 in Comunicati Stampa

“Il Ministro del lavoro non si nasconda dietro false scuse e si prenda la responsabilità delle proprie scelte. Nessuno crede che non ci fosse un’alternativa ai suoi interventi, se no risponda: chi le ha chiesto di intervenire così duramente? Confindustria, le banche, i poteri forti? Fuori nomi e cognomi dei mandanti “. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Forse le crederanno a stento una parte di quella strana maggioranza che sostiene il Governo e approva  a suon di fiducia i suoi provvedimenti. Non dica bugie, come ha già fatto sul numero degli esodati. La riforma che porta la sua firma non farà altro che aggravare la situazione economica e lavorativa del Paese, togliendo speranza ai giovani e serenità ai lavoratori prossimi alla pensione. Ha imbrogliato tutti, nascondendosi dietro giri di parole e facendo calcoli strampalati. Il ministro si guardi allo specchio e la smetta di affermare il falso sapendo di mentire. L’arroganza con cui ha violato l’articolo 1 della Costituzione e con cui fa queste affermazioni sono gravemente offensive per tutti gli italiani”, conclude Belisario.

No a questa spending review. Ci appelliamo al Partito Democratico

luglio 7, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Lavoro, Politica, Sanita’, Sociale

Non sarà un caso se, appena il governo annuncia un nuovo provvedimento anticrisi, si mobilita l’Italia intera. Evidentemente o il Paese è impazzito all’improvviso o Monti sta fallendo clamorosamente il suo obiettivo: risollevare le sorti dei cittadini, per assicurare loro un futuro e rilanciare così l’economia dell’Italia. O meglio un futuro lo sta assicurando, quello dei privilegiati e dei forti. Dal momento del suo insediamento, infatti, Monti persevera nel massacro contro le fasce deboli e le classi medie. Continua a leggere →

Le istituzioni facciano di più per gli italiani

giugno 28, 2012 in Comunicati Stampa, Lavoro, Politica

“Non sono affatto né meravigliato né preoccupato dalla conflittualità tra le forze dell’allegra maggioranza che, sostenendo Monti, sta di fatto recando danni al Paese”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “sono, invece, piuttosto preoccupato per le difficoltà in cui si trovano disoccupati, cassintegrati, precari, esodati, imprenditori che non ricevono credito, famiglie che non ce la fanno a campare. Per questi – conclude Belisario – tutte le istituzioni stanno facendo davvero troppo poco”.

L’ex dirigente pubblico siciliano Crosta è l’emblema della casta difesa dal Governo

giugno 28, 2012 in Comunicati Stampa

“Il Paese a due velocità: superpensionati da una parte ed esodati dall’altra. Il caso di Felice Crosta, ex dirigente pubblico siciliano che pretende un vitalizio scandaloso, è l’emblema di una casta arroccata ai privilegi, che purtroppo trova sponda anche nel governo Monti che ha appena salvato le pensioni d’oro”. Lo dichiara Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a Palazzo Madama, commentando la notizia riportata oggi dal quotidiano La Repubblica. “Mentre la regione Sicilia – prosegue – ha un debito di 5 miliardi, il superburocrate amico di Cuffaro rivuole i suoi 1400 euro al giorno: una vera faccia di bronzo, visto che pretende il vitalizio d’oro in forza di una leggina regionale ‘ad personam’”.

“Al peggio della casta non c’è mai fine e il governo, invece di attaccare i privilegi, ha usato sempre il pugno di ferro con i cittadini comuni e i guanti di velluto con i vari servitori dei potenti che – conclude Belisario – continuano a prosciugare le casse dello Stato, senza neanche provare un po’ di vergogna”.