Voltiamo pagina!

febbraio 28, 2013 in Politica

Rivoluzione Civile ha fallito elettoralmente. Qualcuno vorrebbe organizzare un seminario per capire le ragioni di questo fallimento ed invitare sociologi, politologi e sondaggisti pronti a dare una spiegazione valida. Ma non servirebbe a nulla parlarsi addosso. Continua a leggere →

Monti è l’uomo sbagliato al posto sbagliato

agosto 19, 2012 in Comunicati Stampa, Economia

“Dicendo di immaginare che nei mesi del suo governo i tassi calassero di più Monti ammette il fallimento della propria politica economica e dovrebbe trarne le conseguenze andando a casa”. Lo ha detto il presidente dei sentori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Il presidente del Consiglio ha puntato tutto sul rigore dei conti facendo pagare la crisi soltanto a famiglie e piccole e medie imprese. Le sue politiche di stampo monetarista, fallimentari in tutto il mondo, non hanno portato alcun beneficio. Inoltre continua a dispensare chiacchiere parlando di maggiore concorrenza e di lotta all’evasione. Il decreto sulle liberalizzazioni è stato un flop e la lotta all’evasione si è limitata a qualche blitz. E ora ci viene anche a dire che la fine della crisi è vicina. E’ sempre più evidente che Monti è l’uomo sbagliato al posto sbagliato”.

 

Istat conferma, ricette del governo fallimentari

ottobre 28, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“I dati Istat certificano il totale fallimento del governo che persevera sulla strada diabolica dei licenziamenti facili”. A dichiararlo Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, che aggiunge “come si può pensare di rilanciare la crescita diminuendo il potere d’acquisto? Già oggi l’Istat ci dice che abbiamo raggiunto il divario salari-prezzi più ampio dal 1997. Una fotografia drammatica che diventa ancora più spaventosa se la scattiamo proiettata sul futuro, quando cioè, per colpa degli impegni presi da Berlusconi in Europa, decine di migliaia di lavoratori in più saranno in cassa integrazione o disoccupati. Questo governo – conclude Belisario – ha perso la bussola, anzi non l’ha mai avuta, altrimenti non ci troveremmo in questa situazione. L’Italia è stanca e non può più aspettare che la maggioranza consumi lentamente la sua agonia”.

Rai. Negare struttura Delta e’ come negare sorge il sole

ottobre 23, 2011 in Comunicati Stampa

“Negare l’esistenza di una struttura Delta in Rai è come negare che ogni mattina sorge il sole”, a dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “parlano le parole intercettate tra Masi e Lavitola, parlano le decisioni prese ai vertici dell’azienda del servizio pubblico, parla il passato ma anche il presente, con il comizio di Sacconi  a Domenica in, seguito dal mastino Santanché, nemica giurata guarda caso delle intercettazioni.
La Rai – continua – è stata gestita solo in base a interessi elettoralistici e propagandistici, a uso e consumo del padrone di Arcore. Calpestati il merito, la professionalità, l’obiettività e il profitto dell’azienda, sostituiti dalla sudditanza e dalla fedeltà. Il tutto condito da una trama di scambi, ricatti e compravendite che hanno dato vita ad una rete parallela che ha fatto della Rai, quella pubblica, pagata con i soldi dei cittadini, una struttura debole che ogni giorno perde introiti pubblicitari e rischia il fallimento. Negare questo è negare la verità.
Questo governo è il sosia di Pinocchio. Il mondo che gli gira intorno non fa eccezione. Stanno rovinando qualsiasi cosa tocchino. Se ne vadano al più presto a casa e nel frattempo i vertici Rai diano un segno di discontinuità e cambiamento per il bene del servizio pubblico. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – sostiene ancora più convintamente la campagna dell’Usigrai, “Riprendiamoci la Rai”, bene prezioso che non può appartenere ai partiti, a nessun partito”.

La missione di Berlusconi in Tunisia è miseramente fallita

aprile 4, 2011 in Comunicati Stampa, Esteri, Sicurezza

“Dov’è il Berlusconi sopra le righe? Quello che promette, annuncia e di solito non mantiene? Dov’è il Berlusconi a reti unificate? E’ chiaro che il profilo basso tenuto oggi dimostra una sola cosa: la missione a Tunisi è miseramente fallita”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Evidentemente al governo provvisorio tunisino non è bastato promettere l’acquisto di una villa o la promessa di un nobel per nascondere il volto xenofobo della maggioranza di governo. Domani è ancora il turno di Maroni, il ministro dei respingimenti di massa: ci chiediamo con quale credibilità verrà accolto e quante possibilità abbia di portare a casa un accordo serio”.