I dirigenti Rai imparino la lezione della coppia Fazio-Saviano

maggio 15, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione

 

“Il risultato eccellente e prevedibile della coppia Fazio-Saviano è l’ennesima occasione mancata per la Rai”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “sono stati premiati dal pubblico due professionisti che non hanno paura di esprimere le loro idee, anche se scomode, ma che per fare il loro lavoro hanno chiesto ‘asilo’ ad una televisione diversa da quella di Stato. Un successo per La7, un’umiliazione per la Rai, ormai succube di una devastazione culturale, professionale ed economica da parte della politica. Mi auguro – aggiunge – che ‘Quello che non ho’ possa dare ai dirigenti Rai lo scossone per capire che le cose vanno cambiate e in fretta. Noi dell’Italia dei Valori lo diciamo da sempre: bisogna liberare il servizio pubblico dall’occupazione dei partiti, bisogna affidare la gestione a professionisti preparati in base ai curricula, e non secondo la logica dello scambio di poltrone. Abbiamo visto per l’ennesima volta che esiste un’alternativa a questo sistema, alternativa – conclude Belisario – premiata dai cittadini stanchi di essere sbeffeggiati da un palinsesto scarso, edulcorato e ingannevole. Rai, meno chiacchiere, più fatti”.

Chi ha deciso di cacciare Saviano dalla Rai, Bisignani?

giugno 23, 2011 in Comunicati Stampa, Informazione

“La notizia che ‘Vieni via con me’ abbia trovato una nuova collocazione nel palinsesto di La7, fa piacere a tutti coloro che, accendendo la televisone, si aspettano di trovare ancora un programma di grande qualità, professionalità e informazione. Inquieta che questo spazio non sia stato ricavato nella Rai del servizio pubblico, pagata dai cittadini con il canone”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, secondo cui “ormai la Rai si sta svuotando di tutti coloro che pensano con la loro testa e che, con grande fatica, portano avanti programmi di approfondimento ragionati e critici ma sono scomodi per il pensiero unico di Arcore. Mi chiedo chi abbia preso questa decisione. Da chi è arrivato l’ordine di fare fuori, dopo Santoro, anche Fazio e Saviano? Forse da Bisignani? Per fortuna che il direttore generale Lei aveva promesso autonomia e trasparenza! Temo – conclude Belisario – che non basti il lerciume che è emerso per fermare questa deriva. La Lei appenda le scarpe al chiodo e vada via al più presto insieme a chi l’ha messa a dirigere la Rai”.

 

8 DOMANDE AL DG LORENZA LEI: RISPONDA AI CITTADINI E SAPREMO SE L’ITALIA HA UNA TV PUBBLICA

giugno 10, 2011 in Informazione, Politica

Sulla situazione della Rai si stanno facendo troppi discorsi vaghi e inconcludenti. La politica ha il dovere di assumersi le proprie responsabilità, anche quando sono scomode e sconvenienti: perciò basta con i giri di parole, è ora di dire chiaramente che il cambio di direzione generale della televisione pubblica è stato l’atto definitivo di occupazione della Rai. La drastica conclusione della vicenda ‘Annozero’ lo dimostra chiaramente. Chi dal siluramento di Masi si aspettava una sconfitta di Palazzo Chigi, è stato poco lungimirante: con la nomina di una figura in apparenza super-partes come quella della dottoressa Lei, il Cavaliere ha vinto la partita sul controllo dei mass media. E così abbiamo perso tutti noi. Sì, perché  il nuovo direttore generale è una micosi che sta infettando e destabilizzando dall’interno il servizio radiotelevisivo pubblico. Continua a leggere →

FAZIO CI DICA LA VERITA’ SUL BATTERIO KILLER

giugno 6, 2011 in Ambiente, Sanita’, Sociale

Sono giorni che chiediamo al ministro Fazio di venire a riferire in Parlamento quello che sa sul batterio E.coli, il killer che ha causato finora 23 morti, quasi tutti in Germania.

Non si scherza sulla salute dei cittadini per cui l’istituzione responsabile, in questo caso il ministro della Salute, deve venirci a dire quello che sa e deve farlo in una sede ufficiale come il Parlamento.

Per primo lo aveva chiesto il senatore Di Nardo, capogruppo dell’Idv in commissione Agricoltura, la settimana scorsa. Continua a leggere →

Fazio riferisca subito in Senato su batterio killer

giugno 6, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Sanita’

“Il Ministro della Salute doveva riferire in parlamento sul batterio killer di sua iniziativa, ma evidentemente il governo ha bisogno del formale sollecito da parte del gruppo Italia dei Valori del Senato. Per questo abbiamo inviato una richiesta al presidente Schifani affinchè impegni il ministro della Salute a spiegare finalmente ai cittadini qual è l’attuale situazione igienico-sanitaria del Paese”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, esponente della commissione sanità di Palazzo Madama.

“Ora da Fazio – prosegue – ci aspettiamo trasparenza e chiarezza su eventuali rischi per la salute e sulle misure adottate dal governo per affrontare una situazione così delicata”. “Informare con tempestività i cittadini è importante per l’aspetto sanitario, ma anche per tutelare il comparto ortofrutticolo che non può essere penalizzato dai ritardi e dalle incertezze dell’esecutivo. A questo punto ci auguriamo che il ministro, già fuori tempo massimo – conclude Belisario –  non aspetti un altro minuto e venga in Senato con le idee chiare”.

La libera informazione tv non si tocca

aprile 11, 2011 in Comunicati Stampa, Informazione

“La guerra di nervi in Rai continua. I protagonisti sono sempre loro, i vertici imposti da Berlusconi che cercano di condizionare i conduttori non asserviti. Questa volta, dopo tante energie sprecate per attaccare Santoro (a proposito, ormai Annozero sta per finire e Travaglio e Vauro continuano a lavorare gratis), tocca a Giovanni Floris, Fabio Fazio e Milena Gabanelli che sono in scadenza di contratto e non sono stati ancora contattati dall’azienda. Si tratta di un attacco al cuore dell’informazione che non ha precedenti neanche nella storia della Rai di Berlusconi. Il gioco si sta facendo durissimo e il rischio di censura per tutti i conduttori non allineati è ormai sempre più concreto. Occorre uno scatto di dignità e, soprattutto, che l’opposizione faccia sentire forte e chiara la propria voce perché all’emergenza democratica dello strapotere berlusconiano bisogna opporre un serio argine. Se il Cda non è in grado di garantire la libertà di informazione in azienda – conclude Belisario – una via di uscita ce l’ha: le dimissioni”.

Accogliamo con sollievo le voci sul siluramento di Masi in Rai

marzo 26, 2011 in Comunicati Stampa, Informazione

“Le voci di un prossimo siluramento del direttore generale della Rai vanno accolte con sollievo. Masi è stato il peggiore dg che la Rai ricordi. Quello che ci inquieta è la motivazione per cui Masi sarebbe defenestrato; non essere riuscito a esaudire i desiderata di Berlusconi. Per questo, chiunque sia il suo successore, la guardia deve restare altissima”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Gli attacchi ai vari Santoro, Floris e Fazio nei prossimi mesi saranno ancora più spietati e con due campagne elettorali alle porte, per le amministrative e per i referendum, i tentativi di spegnere le poche voci libere rimaste in Rai si moltiplicheranno. Se è vera anche l’indiscrezione che vuole Masi passare alla guida di Snam, le nostre preoccupazioni si accrescono. Masi, forse troppo impegnato a fare la guerra ai conduttori sgraditi, o forse perché incompetente, ha dimenticato che c’erano conti da risanare e il bilancio della Rai resta clamorosamente in passivo. Quello del gas è – conclude Belisario . un settore strategico che non può essere affidato a chi ha appena portato un’azienda sull’orlo del fallimento”.

DAL PDL ARRIVA LA SPALLATA DEFINITIVA ALLA LIBERTA’ IN RAI

marzo 5, 2011 in Informazione

La commissione di Vigilanza della Rai deve varare, tra qualche giorno, l’atto di indirizzo sul pluralismo dell’informazione. Il relatore del provvedimento, tale Alessio Butti, del Pdl, ha scritto un documento che, se approvato, ridurrebbe la Rai al servizio della maggioranza di governo ancor più di quanto è adesso.

Tralascio di annoiarvi sulle corbellerie che vi sono scritte per soffermarmi su una sola di esse, la più tragicamente ridicola. Continua a leggere →