Presenteremo in Aula i nostri emendamenti al dddl sui partiti, bisogna fare di più

luglio 3, 2012 in Comunicati Stampa

 ”L’Italia dei valori è contraria al finanziamento pubblico ai partiti, con un referendum gli italiani hanno già chiesto la sua abolizione e ribadiremo questo principio quando il provvedimento approderà in Aula. Non abbiamo voluto dare pretesti ai partiti, già pronti a trattenere la tranche finale dei rimborsi, ma in quella sede riproporremo i nostri emendamenti affinché la politica metta giù le mani dal sacco”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “L’IdV – aggiunge – ha insistito affinché i partiti devolvessero l’ultima rata dei finanziamenti alle popolazioni colpite dal sisma, rispettando un impegno preso nei confronti di chi soffre che la politica deve onorare al più presto. Noi avevamo comunque deciso di destinare la rata di luglio ai cittadini dell’Emilia perché, a differenza di altri, non abbiamo bisogno di provvedimenti ad hoc. Chiediamo alla strana maggioranza, sempre pronta ad imporre sacrifici ai cittadini, di fare molti più sforzi – conclude Belisario – per migliorare e rendere credibile agli occhi dei cittadini il ddl all’esame del Senato”.

Sul finanziamento ai partiti il Pd ha fatto 30, faccia 31 con una riforma complessiva seria e rinunciando all’ultima rata

aprile 24, 2012 in Comunicati Stampa

“Dopo il gattopardesco ddl presentato con Casini e Alfano, la nuova proposta di Bersani sui partiti è certamente un passo in avanti, ma non basta. Con l’ipotesi di dimezzare da subito il finanziamento pubblico il Pd ha fatto trenta: faccia trentuno sostenendo apertamente l’abrogazione della legge attuale, che è la madre degli scandali a causa dei quali la politica ha perso del tutto la faccia”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario.”L’IdV sta raccogliendo migliaia di firme – aggiunge – per la proposta di legge di iniziativa popolare contro il sistema dei rimborsi elettorali, nome in codice del finanziamento pubblico già abolito nel 1993 da un referendum. La politica deve uscire da questa contraddizione e, prima di chiedere sacrifici ai cittadini, deve decidersi a dare il buon esempio: l’unica strada è quella di tagliare radicalmente i costi della politica, introdurre dei meccanismi di erogazione a consuntivo e garantire una vera trasparenza affidando il controllo dei bilanci alla Corte dei Conti. E’ ogni giorno più urgente una vera riforma della politica, ma prima – conclude Belisario – i partiti mettano giù le mani dal sacco, iniziando a rinunciare all’ultima rata di luglio come faremo noi dell’IdV”.

La vera crisi in atto è dei partiti di maggioranza, subito riforma dei finanziamenti pubblici

aprile 22, 2012 in Comunicati Stampa

“Il Pdl e il Terzo Polo sono alla ricerca dell’identità perduta, una missione impossibile se cambiano i nomi e i simboli, ma non la ragione sociale di chi chiede sacrifici ai cittadini senza farne nessuno. La vera crisi in atto è quella della strana maggioranza, prona ad un Governo iniquo e vessatore, che ha perso credibilità alimentando l’antipolitica e la crisi sociale ed economica nel Paese”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario. “Le spinte centrifughe – aggiunge – non porteranno da nessuna parte se non si comincia a dare il buon esempio: il rinnovamento deve passare dalla rinuncia dell’ultima rata dei rimborsi elettorali e dall’abrogazione della legge sul finanziamento pubblico. L’IdV si è già impegnata in tal senso, mentre Alfano e Casini pensano a come camuffarsi in vista delle prossime elezioni. Senza una vera riforma della politica, ai partiti, che sobriamente stanno aiutando il Governo a fare macelleria sociale, non basterà nascondersi sotto mentite spoglie: i cittadini – conclude Belisario – li riconosceranno ugualmente”.

Le lacrime della Fornero erano di coccodrillo, ma in Italia c’è una bomba sociale pronta ad esplodere

aprile 21, 2012 in Economia, Lavoro, Politica

Dopo aver prolungato l’età pensionabile, impedito ai giovani l’ingresso nel mondo del lavoro, lasciato nel limbo gli esodati ed eliminato le giuste tutele dell’articolo 18, il Ministro Fornero afferma che in Italia si protesta un po’ troppo. L’invito è rivolto quindi ai precari, alle aziende che chiudono, ai disoccupati e agli imprenditori sempre più disperati: subite le iniquità in silenzio, senza disturbare il manovratore. Perfino le parti sociali e le forze politiche dovrebbero evitare di lamentarsi di fronte agli inaccettabili sacrifici chiesti dall’Esecutivo Monti, quello che nessuno ha eletto e che non intende applicare alcuna deroga alla linea del rigore verso le fasce più deboli. Dal Ministro del Lavoro arriva l’ennesima conferma: le sue famose lacrime erano di coccodrillo, la missione è quella di fare solo macelleria sociale. Con le controriforme del lavoro e delle pensioni il Governo ci sta riuscendo benissimo, ma basta considerare gli ultimi dati di Cgil, Cgia di Mestre e Istat per capire che in Italia c’è una vera e propria bomba sociale pronta ad esplodere. Continua a leggere →

Da domani raccolta di firme contro il finanziamento pubblico ai partiti: togliamo il grasso dalla politica

aprile 20, 2012 in Politica, Referendum

Per l’Italia dei Valori i meccanismi di finanziamento ai partiti, le regole per il buon funzionamento della politica e gli stessi rapporti tra i diversi organi istituzionali non sono elementi di dibattito nuovi né tanto meno incidentali. Da tempo abbiamo presentato le nostre proposte per un sistema più snello, trasparente ed efficiente ma, come al solito, la casta ha il vizio di chiudere la stalla dopo che i buoi sono già scappati. Meglio tardi che mai, si direbbe. Invece, gli interventi proposti dalla triumvirato ABC in materia di riforma dei partiti rischiano di essere non soltanto tardivi, ma anche inutili e dannosi. Per questo, domani parte la nostra iniziativa “Giù le mani dal sacco”, una campagna di raccolta firme che, dopo i referendum dello scorso anno, restituisce la parola ai cittadini per costringere i partiti a dare un taglio agli sprechi e alle ruberie.  Continua a leggere →

Gasparri a corto di argomenti, dimissioni Rosy Mauro atto dovuto

aprile 7, 2012 in Comunicati Stampa

“Gli scandali che coinvolgono il Partito degli onesti sono tali e tanti che Gasparri dovrebbe avere il buon gusto di tacere, invece di difendere l’indifendibile. Sappiamo che il Pdl è abituato a tutelare gli interessi della casta e quindi non sorprende che chieda a Rosy Mauro di restare al suo posto. Ma Gasparri è a corto di argomenti, non c’è bisogno di attendere l’esito degli accertamenti per lasciare la vicepresidenza del Senato”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori a Palazzo Madama, Felice Belisario, che aggiunge: “Chi ha a cuore la dignità delle istituzioni, come l’IdV, giudica opportuno un passo indietro da parte della senatrice Mauro come atto dovuto per chiarire la propria posizione ed evitare di trascinare nello scandalo anche il Senato della Repubblica. L’IdV ha chiesto in tempi non sospetti di riformare il sistema dei finanziamenti pubblici e ha presentato per questo un referendum. Attendiamo che anche l’ex colonnello An – conclude Belisario – passi dalle parole ai fatti e si impegni per una politica più trasparente, soprattutto nella gestione del patrimonio dei partiti di oggi e di ieri”.

 

La questione morale deve essere al centro dell’agenda politica

aprile 6, 2012 in Comunicati Stampa

“La questione morale dev’essere messa al centro dell’agenda politica. È dall’inizio della legislatura che chiediamo di riformare il sistema di finanziamento ai partiti, nella colpevole indifferenza della casta che ha sempre fatto orecchie da mercante. Ora anche le forze di maggioranza si accodano e annunciano di voler intervenire per evitare altri scandali, ma dalle chiacchiere si deve passare subito ai fatti. Il Parlamento può approvare la legge in due settimane, non accettiamo che si ricorra ad un decreto scritto su misura della triplice Pdl-Pd-Terzo polo: i partiti devono metterci la faccia e cancellare senza trucchi il finanziamento pubblico. L’Italia dei Valori è già mobilitata per raccogliere le firme dei cittadini e ridare trasparenza e credibilità alle istituzioni”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori Idv, Felice Belisario.

20 anni da “Mani Pulite”, torna la questione morale: fermiamo il partito del Gattopardo

febbraio 5, 2012 in Economia, Giustizia, Politica

Con l’arresto di Mario Chiesa, il 17 febbraio 1992, partì l’inchiesta “Mani pulite” che di fatto pose fine alla Prima Repubblica. L’operazione, subito ribattezzata “Tangentopoli”, scardinò il sistema di collusione tra politica e malaffare, svelò l’esistenza di un livello di corruzione indegno di un Paese civile e costrinse i partiti a fare i conti con i principi di legalità e trasparenza che sono alla base della democrazia. Oggi nuove inchieste della magistratura svelano in modo inquietante che la questione morale continua a pesare come un macigno sui partiti: la politica deve autoriformarsi per essere una casa di vetro. Continua a leggere →