Le banche alimentano la crisi, ma sono i contribuenti a mantenerle: allora statalizziamole!

gennaio 5, 2012 in Economia, Politica

La chiamano dittatura dello spread, fatto sta che la finanza sta condizionando la politica e quindi le stesse dinamiche economiche e sociali. Mentre la disoccupazione giovanile supera il 30%, l’attenzione dei Governi è concentrata sul drammatico andamento delle borse: i titoli bancari italiani continuano ad affondare Piazza Affari e tutti i maggiori istituti di credito registrano perdite record, trascinando a picco anche i mercati. La crisi finanziaria continua a peggiorare e a pagare le difficoltà del settore creditizio sono i contribuenti: cioè famiglie e imprese alle quali è negato l’accesso al prestito, ma che sono costrette a pagare di tasca loro gli aiuti di Stato alle banche. Un circolo vizioso che va immediatamente spezzato. Continua a leggere →

Indignati. Autunno caldo sarà colpa del governo

ottobre 18, 2011 in Comunicati Stampa

“Se ci sarà un autunno caldo, come più volte ha detto il ministro Maroni, sarà tutta colpa del governo che non rilancia la nostra economia”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, durante il suo intervento in aula a commento dell’informativa del ministro Maroni sugli incidenti di sabato scorso durante la manifestazione degli Indignati a Roma. “Gli scontri hanno distolto l’attenzione dalle istanze degli italiani scesi pacificamente in piazza per opporsi alla speculazione finanziaria, ai meccanismi distorti dell’economia, alle connessioni tra politica e malaffare, alle conseguenze nefaste del capitalismo sfrenato e dello scollegamento tra le oligarchie di potere e una società stanca di pagare una crisi al posto di chi l’ha causata. Noi stiamo sollevando all’attenzione del Paese il clima di tensione che non noi, ma questa maggioranza sta fomentando”. Belisario ha infine ricordato che “in tre anni questo governo ha tagliato tre miliardi alle forze dell’ordine. C’era un fondo giustizia che è stato saccheggiato per fare tutt’altro, noi chiediamo che sia ripristinato. Il ministro Maroni ha detto di essere disponibile al confronto. Noi abbiamo presentato proprio oggi un ddl e su quella base possiamo avviare una discussione. L’Italia dei Valori vuole superare questa fase di tensione perché le istituzioni repubblicane devono essere preservate”.

IL NO DELL’IDV ALLA MANOVRA, IL MIO INTERVENTO IN AULA

luglio 14, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

Visualizza il Video su Youtube

Presidente, Ministro dell’Economia,

dopo annunci, tensioni e scontri nella maggioranza, bufera sui mercati, approda in Aula una brutta, bruttissima manovra.
Una manovra distante anni luce dall’impostazione sociale ed economica dell’Italia dei Valori, una manovra che però, ci dicono, potrebbe salvare il nostro Paese dal rischio default, vera e propria bancarotta per l’Italia.
Per queste ragioni abbiamo evitato di porre in essere manovre ostruzionistiche che sarebbero state peraltro vanificate dal 46esimo voto di fiducia. Continua a leggere →

PRIORITARIO L’INTERESSE DEL PAESE, MA NON SAREMO SPALLA DEL GOVERNO

luglio 12, 2011 in Economia

L’Italia è sotto l’attacco delle speculazioni finanziarie a causa della debolezza del Governo, che ha reso manifeste tutte le sue divisioni, la totale assenza di una politica economica e la fragilità della sua leadership (per ben 7 giorni Berlusconi è sparito). Ecco perché abbiamo chiesto da tempo nuove elezioni: con un Esecutivo fantasma il Paese rischia di finire come la Grecia. Ora la casa sta bruciando e tutti dobbiamo contribuire a spegnere l’incendio: per questo non ci metteremo di traverso all’approvazione di un provvedimento necessario per dare un segnale di stabilità ai mercati ed evitare l’assalto alla diligenza Italia, ma voteremo decisamente contro una manovra iniqua e dannosa. Continua a leggere →

UNA VERA E PROPRIA PATRIMONIALE SULLE PENSIONI

luglio 2, 2011 in Senza categoria

Si accettano suggerimenti… vorrei capire dove è il rigore di questa manovra finanziaria, perché a me sembra che il governo “come al solito” sia stato frainteso. Anziché di rigore nel mantenere i conti in ordine, infatti, il superministro dell’Economia, parlava di rigore nel mantenere intatti gli interessi dei soliti privilegiati e noi non l’abbiamo capito!
Ci sarebbe quasi da augurarsi che restino immobili perché, ogni qualvolta decidono di fare qualcosa, hanno la capacità di fare un danno al Paese. Questa volta ad essere sotto schiaffo sono 13 milioni pensionati, colpiti dalla manovra con una vera e propria patrimoniale sulle loro pensioni. Continua a leggere →

DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA: PREPARIAMOCI A STRINGERE LA CINGHIA

maggio 6, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Politica

Il Def contiene tanta propaganda ma niente risorse. Altro che scossa all’economia, il Governo si limita ad operare all’interno delle misure introdotte con la manovra dello scorso anno che ha tagliato ben 42,2 miliardi di euro per il trienno successivo: clicca qui per scaricare l’analisi del Gruppo IdV al Senato.

LA PIAGA DELLE CAVALLETTE NEL GIARDINO DELLA CULTURA

marzo 11, 2011 in Politica, Università e Cultura

Cultura (s. f.): “Dal latino cultura, «coltivare». L’insieme delle conoscenze  ritenute fondamentali per una società, che vengono trasmesse di generazione in  generazione”. La definizione del termine basta di per sé a rendere l’importanza di un settore che non si riduce alla somma dei singoli spettacoli, eventi  artistici o siti archeologici, ma riguarda l’insieme delle esperienze di comprensione e dei modelli di condotta rappresentativi di una civiltà. Come un terreno, il nostro eccezionale patrimonio culturale andrebbe coltivato e  reso fertile per garantire un incessante sviluppo delle cognizioni e delle competenze che ci consentono di condurre un’esistenza compiuta e di concorrere nel mercato internazionale. Per il Governo, la cultura è invece un’erbaccia da estirpare: per questo sta facendo terra bruciata dei finanziamenti al settore, desertificando consapevolmente risorse preziose che potrebbero essere le ruote motrici della nostra crescita socio-economica. Al contrario, la falce dei tagli comincia a mietere le prime vittime. Continua a leggere →

FINANZIARIA. MANOVRA LIGHT? DICIAMO VUOTA

dicembre 22, 2009 in Politica

Piu’ che una finanziaria light questa e’ una finanziaria vuota che non risolve i problemi delle famiglie e delle imprese, che lascia i precari al proprio destino e che non garantisce alcuno sviluppo. Siamo ancora in piena crisi economica ma questo governo sembra non accorgersene e pensa solo ad affrancare Berlusconi dai suoi processi.