Il governo arrivi fino n fondo con la cancellazione del beauty contest, oppure è ostaggio di Berlusconi

aprile 18, 2012 in Comunicati Stampa

“Il governo abbia il coraggio di arrivare fino in fondo e cancelli definitivamente il beauty contest, senza cedere alle pressioni che arrivano sia dall’interno della maggioranza transgenica che lo sostiene, sia da imprenditori ‘ampiamente’ interessati a mantenere il controllo dell’informazione”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Le frequenze televisive devono essere assegnate solo e unicamente con un’asta onerosa, equilibrata e trasparente, che porti soldi nelle casse dello Stato, a favore dei poveri cristi massacrati dalla riforma Fornero. Se così sarà, assisteremo all’unico provvedimento serio che, dopo la battaglia dell’Italia dei Valori, il governo adotta a favore del Paese. In caso contrario – conclude Belisario – questo esecutivo mostrerà di essere ostaggio di Berlusconi”.

Via i partiti dalla Rai, il beauty contest sulle frequenze tv sarà la prova del nove

marzo 8, 2012 in Comunicati Stampa

“La situazione in Rai è allarmante, dopo anni di lottizzazione il Servizio Pubblico è ormai a rischio estinzione. Una riforma della governance non è più rinviabile ed è necessario superare al più presto la legge Gasparri. I partiti devono sloggiare subito da Viale Mazzini per garantire indipendenza e pluralismo dell’informazione. La prova del nove per capire se permane la differenza tra centrosinistra e centrodestra sarà la cancellazione del beauty contest che vuole regalare a Rai, anche a Mediaset e a Telecom, frequenze tv che valgono miliardi di euro. Su questo punto chiediamo al Pd di impedire che il Governo continui a fare melina: o viene indetta un’asta pubblica, oppure c’è il  dovere politico e morale di staccare immediatamente la spina. Non si può sostenere un governo tecnico sotto perenne ricatto del Pdl e dei lottizzatori di professione. Giù le mani dalla Rai, non solo a parole ma con fatti visibili”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, presidente dei senatori dell’Italia dei Valori.

 

Il governo è lento, sulle frequenze tv l’asta al più presto

gennaio 21, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Informazione

“La reazione scomposta di Mediaset alla sospensione delle frequenze televisive vuol dire che è stato toccato un nervo scoperto”. Lo
ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario,intervenendo a Potenza in un Convegno sulle liberalizzazioni. “Si tratta di un passo concreto, ma non ancora definitivo. Passera acceleri l’annullamento dell’ennesimo regalo,ma faccia in fretta. I privilegi di cui godono le tv di Berlusconi sin dai tempi di Craxi sono ormai un anacronismo insopportabile di stampo medioevale. Che sia proprio Mediaset, poi, dopo tutte le leggi ad personam imposte dal suo proprietario al Parlamento, a parlare di legalità, suona come l’ulteriore e speriamo ultima beffa ai danni degli italiani. L’asta va indetta in più presto possibile e – conclude Belisario – al contrario di quanto prevedeva Berlusconi, non andrà deserta”.

Il declassamento è visibile ogni giorno sulla pelle dei cittadini

gennaio 14, 2012 in Comunicati Stampa, Economia

“Sappiamo che il voto delle agenzie di rating va preso con le pinze: si tratta pur sempre di organismi che rispondono ad interessi di parte. Ma il declassamento dell’Italia lo vediamo giorno dopo giorno, sulla pelle dei cittadini” . A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “parlano i dati della Cgil sulla cassa integrazione che puzzano di licenziamenti vicini. Parlano i lavoratori, pensionati, da ultimo anche i tassisti, scesi in piazza man mano che gli effetti della manovra Monti prendono forma. Temo sia solo l’inizio”.
“Allora per evitare l’esasperazione sociale – aggiunge Belisario – è bene che il governo intervenga per promuovere la crescita ed eliminare vistosi privilegi, con la stessa celerità con cui ha attuato il rigore. Se liberalizzazioni devono essere siano, ma a 360 gradi, comprese le famose frequenze digitali del beauty contest, che stavano per essere regalate, scippando agli italiani diversi miliardi di euro. Cortina non rimanga  un caso isolato, ma si avvii una seria e strutturata lotta all’evasione fiscale e il provvedimento per ridurre le auto blu sia solo uno dei tanti tagli agli sprechi che l’Italia dei Valori promuove da sempre. Solo su questa strada  – conclude Belisario – Monti sarà sostenuto dall’IdV e capito dagli italiani a cui vengono chiesti sacrifici”.

Basta chiacchiere sulle frequenze tv, subito asta pubblica

gennaio 8, 2012 in Comunicati Stampa

“L’Italia dei Valori ha da tempo sollecitato formalmente il Ministro Passera e l’Esecutivo a cancellare il vergognoso beauty contest per l’assegnazione gratuita delle frequenze tv. Accogliamo con favore la dichiarazione di intenti di Passera, se il Governo Monti non intende regalare beni pubblici che valgono miliardi di euro a Mediaset, Rai e Telecom indica al più presto un’asta e avrà tutto il nostro plauso”. Lo dichiara il Presidente dei senatori IdV, Felice Belisario, che aggiunge: “Non bastano le buone intenzioni di cui è lastricata la strada che porta all’inferno, è necessario passare subito ai fatti per affermare quei principi di equità e crescita che finora sono mancati. Sono questi i provvedimenti di cui il Paese ha davvero bisogno, ora l’impegno del Ministro dello Sviluppo deve tradursi in un’assoluta priorità per il Governo. Le frequenze sono di proprietà dello Stato, quindi di tutti quei cittadini che stanno pagando ingiustamente la crisi: revocare la concessione gratuita e procedere con un’asta pubblica consentirà di recuperare risorse fondamentali, è un dovere del Governo per garantire giustizia sociale e pluralismo televisivo. Poteva essere fatto prima, ma – conclude Belisario – meglio tardi che mai”.

Governo, sulla manovra, trasformi le buone intenzioni in fatti

dicembre 20, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

 

 

“Sfidiamo il governo a trasformare le buone intenzioni in fatti e a inserire immediatamente nel decreto gli impegni che ha preso e che l’Italia dei Valori ha presentato sotto forma di emendamenti alla manovra”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Idv, Felice Belisario. “Il governo deve essere più preciso sui tempi per l’abolizione delle province, deve partire immediatamente con l’asta per le frequenze televisive, deve commissariare la Rai come chiede un’ordine del giorno del Pd che ho firmato anch’io, deve provvedere immediatamente a escludere dalle esenzioni Ici le fondazioni bancarie, gli immobili a fini commerciali della Chiesa, le onlus che di fatto svolgono attività lucrativa. Insomma, la manovra non potrà essere più equa perché il governo è vittima dei ricatti di Berlusconi e del Pdl, ma almeno – conclude Belisario – non siano solo le classi medie e basse a versare lacrime”.

Passera sul beauty contest passi dalle parole ai fatti

dicembre 18, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Informazione, Politica

“C’è sempre tempo per i ravvedimenti e siamo davvero soddisfatti che il ministro Passera abbia cambiato idea sul beauty contest, ammettendo addirittura che sia intollerabile di fronte ai sacrifici dei cittadini”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “certo non posso non ricordare che inizialmente sulle frequenze tv il governo non voleva muovere un dito. Si ostinava a portare avanti questo enorme regalo di Natale ai signori dell’etere. Noi dell’Italia dei Valori lo abbiamo stanato e puntellato sin dai primi passi della manovra, facendo presente, in Parlamento e fuori, quanto il beauty contest fosse iniquo. Lo abbiamo messo nero su bianco scrivendo a Passera che, per il momento, anziché risponderci con atti concludenti si limita a dichiarazioni pubbliche. Alla fine siamo stati premiati. O meglio, se davvero le frequenze digitali saranno messe all’asta a titolo oneroso, sarà una vittoria degli italiani. Voglio vedere chi avrà più il coraggio di negare che la manovra poteva essere fatta in mille altri modi e – conclude Belisario – che si poteva attingere da mille altre fonti. Noi dell’Italia dei Valori oggi siamo ancora più fieri di non esserci rassegnati all’idea di una manovra da votare così com’era a tutti i costi”.

Sulle frequenze tv una vittoria dei cittadini

dicembre 17, 2011 in Economia, Informazione, Italia dei Valori, Politica

Non che avessi dubbi, ma oggi posso rivendicare con orgoglio che l’Italia dei Valori è sulla strada giusta. Aver contestato sin dall’inizio l’iniquità di questa manovra, pur costandoci attacchi trasversali dal mondo politico, ha prodotto un risultato importante per i cittadini: è probabile che i grandi editori televisivi, infatti, debbano rinunciare al regalo di Natale. Ieri il governo ha accolto alla Camera l’ordine del giorno dell’IdV, in cui si chiede l’annullamento del cosiddetto ‘beauty contest’, ovvero del meccanismo perverso che regala ben sei frequenze digitali a Rai, Mediaset e Telecom. Con questo passaggio  potrebbe essere annullato una volta per tutte. Continua a leggere →