Lavoriamo tutti per la pace nel mondo

dicembre 26, 2012 in Esteri

Una cosa importante, che troppo spesso viene dimenticata, è che la nascita dell’Unione Europea ha portato alla fine di secoli di guerre nel nostro continente. Da quando, nel 1951, sei anni dopo la fine del secondo conflitto mondiale, nacque la Ceca, la comunità europea del carbone ed dell’acciaio da cui derivarono Mercato europeo comune e Unione Europea, tutte le generazioni che hanno vissuto in questa area, sempre più larga, e in questo periodo, hanno conosciuto soltanto la pace. Continua a leggere →

Ormai per Berlusconi ci sarebbe solo da chiamare la neuro…

ottobre 28, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“Ormai di fronte ai comizi deliranti di Berlusconi ci sarebbe solo da chiamare la neuro…”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Deriso e commissariato dall’Europa, scaricato dagli italiani, da Confindustria, dalla Chiesa e da molti del suo stesso partito, sempre meno credibile, il presidente del Consiglio pensa ancora di poter incantare qualcuno parlando a reti unificate e senza contraddittorio, propinando la solita insoppartabile tiritera fatta di autoassoluzione, scaricabarile, promesse che non manterrà e immancabile propaganda. Ricorda tanto l’ultimo Gheddafi, il leader vecchio e stanco che, asserragliato nel bunker, invitava i pochi fedeli rimastigli alla resistenza a oltranza. Berlusconi è il problema dell’Italia, la palla al piede che impedisce di tenere il passo degli altri, la principale causa del disastro economico e sociale in cui è precipitato il Paese. Chieda il cambio, si metta finalmente da parte, perché ha già fatto troppe macerie”.

Berlusconi mi indigna sempre

ottobre 20, 2011 in Economia, Esteri

Berlusconi mi indigna, sempre, tutti i giorni. Il Paese aspetta ormai da troppo tempo di conoscere il contenuto del decreto sullo sviluppo che serve per rilanciare il nostro Paese ma il premier, in una riunione con i deputati del suo partito, si intrattiene su tutt’altro. A parte la solita consueta filippica contro la magistratura (eppure ieri è stata archiviata la sua posizione al processo Mediatrade, proprio da quei “comunisti” della procura di Milano), Berlusconi ha di fatto lanciato in grande stile la campagna elettorale. Ha parlato del nome del partito e pare si sia intrattenuto a lungo su come comportarsi nelle trasmissioni televisive. Bisogna ricordarsi, avrebbe consigliato il Cavaliere, di non dare del tu agli avversari politici e di far sempre cenno di no con la testa quando parla un esponente dell’opposizione, qualsiasi cosa dica. Continua a leggere →

MINZOLINI, LEI, FERRARA. GLI ULTIMI MERCENARI A DIFESA DEL BUNKER

settembre 20, 2011 in Informazione

Lui, Lei e l’altro. Lui, Augusto Minzolini, lo conosciamo bene, l’uomo che è stato capace di ridurre il tg1 a un covo di macerie. Lei, Lorenza Lei, dg della Rai, in sei mesi ha mandato a casa Santoro, Saviano e, ultima vittima, Serena Dandini. Oscar berlusconiano all’efficienza. L’altro è Giuliano Ferrara. Minzolini comincia il lavoro sporco e il direttore del Foglio lo finisce. Continua a leggere →

IL TIRANNO E’ SCONFITTO, L’ITALIA FACCIA LA SUA PARTE NEL PROCESSO DI PACE

agosto 22, 2011 in Esteri

Molti ricorderanno Claudio Gentile, il campione del mondo dell’Italia nel 1982, il difensore che fermò Zico e Maradona. Non tutti sanno che è nato e vissuto fino a 9 anni a Tripoli e, in un’intervista rilasciata all’agenzia Ansa, ha espresso il desiderio di poter tornare, finalmente, nella città dove i suoi genitori hanno vissuto per 35 anni. Gheddafi ha sempre impedito a loro e a tutti gli italiani di tornare. Ecco, questo (e soprattutto molto altro) era Gheddafi: dittatore crudele di un Paese conquistato con un colpo di stato nell’ormai lontanissimo 1969. Continua a leggere →

SULLA CRISI NAPOLITANO DA’ L’ESEMPIO. ORA TOCCA AL PARLAMENTO

luglio 30, 2011 in Economia, Giustizia, Italia dei Valori, Politica

Oggi il presidente della Repubblica ha detto che rinuncerà all’adeguamento del suo stipendio. Un gesto responsabile e importante, in un momento di grande crisi economica per il Paese. Un gesto che, provenendo da un uomo politico che si preoccupa di dare l’esempio, non mi stupisce.
Resto basito, invece, dai commenti della maggioranza. Uno su tutti quello di Osvaldo Napoli che pone il capo dello Stato sullo stesso piano del Parlamento che, a suo dire, è in linea con le scelte di Napolitano. Ma di quale Parlamento parla Napoli? Di quello che nell’ultima manovra finanziaria ha caricato sulle spalle dei cittadini le ricadute della crisi, chiudendo in cassaforte la casta e tutti i suoi privilegi? Continua a leggere →

Berlusconi conferma credibilità internazionale pari a zero

luglio 30, 2011 in Comunicati Stampa

“Vorremmo sapere da quali fonti certe il presidente del Consiglio abbia appreso che la sua vita e quella della sua famiglia siano minacciate dalla voglia di vendetta di Gheddafi”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario “l’Italia, ormai, ha una credibilità internazionale pari a zero che si riversa, con un costo altissimo, anche sui mercati finanziari. La politica estera schizofrenica di un governo che passa dal baciamano al dittatore libico alle bombe non è certo segno di una governance chiara e degna di un Paese democratico all’altezza dei suoi partners europei”.
“Lascia perplessi, poi, che alle sue paure, Berlusconi unisca ancora una volta il rammarico per aver perso uno dei migliori amici dell’Italia, in una guerra che lui non avrebbe voluto ma che è stato costretto a fare – aggiunge Belisario. Siamo veramente alla farsa: Gheddafi è un dittatore a giorni alterni? Quella guerra chi l’ha voluta se non questo governo? Quale è la politica estera di Berlusconi e del ministro fantasma Frattini?”
“Per carità, non sottovalutiamo la sicurezza del premier, al quale va assicurata tutta la protezione necessaria. Ma il suo ruolo – conclude Belisario -  imporrebbe maggiore chiarezza davanti agli organi competenti a difendere lui e il Paese, e non dichiarazioni a mezzo stampa, poi corrette al limite della smentita, per distogliere l’attenzione dalle vergognose faccende interne che lo riguardano”.

L’IDV E’ L’UNICA FORZA IN PARLAMENTO CHE SI OPPONE ALLA GUERRA IN AFGHANISTAN E IN LIBIA

luglio 26, 2011 in Esteri, Politica

Il Parlamento vota il rifinanziamento delle missioni all’estero e, ancora una volta, l’Italia dei Valori si oppone chiedendo con forza il ritiro del contingente italiano dall’Afghanistan.

Sono tre anni che l’Idv vuole il rientro delle nostre truppe, da quando cioè è apparso chiarissimo che quella è una sporca guerra ed è in contrasto con quanto recita l’articolo 11 della Costituzione. Lo chiediamo ogni sei mesi, ogni volta, cioè, che si vota il rifinanziamento delle missioni. Continua a leggere →