Berlusconi getta la maschera e resta la faccia di bronzo

febbraio 14, 2013 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Gettata la maschera quello che resta di Berlusconi è la solita faccia di bronzo che se ne frega della legge e della democrazia. Secondo l’aspirante ministro dell’economia, Finmeccanica non sarà più sul mercato per colpa di toghe ‘giacobine’. Che faccia di bronzo!”. Lo ha dichiarato  Felice Belisario, presidente del gruppo Italia dei Valori a Palazzo Madama, che ha aggiunto: “Infatti, in base al Berlusconi-pensiero  ”l’azienda agisce come i competitor e la tangente è un fenomeno che esiste”, perché “se si ha da trattare con qualche regime o paese del terzo mondo, certi comportamenti sono necessari e non sta a noi giudicare”.  Berlusconi attacca la magistratura perché è la cosa che gli riesce meglio, ma sa bene che la responsabilità della situazione attuale è principalmente sua, perché ha mantenuto il management, nonostante le gravi indagini in corso. Adesso, la decisione di Monti di revocare ad Orsi le deleghe e sostituire i vertici di Finmeccanica è tanto giusta quanto tardiva. Tuttavia – conclude Belisario -quando si pensa di aver sentito tutto il peggio da Berlusconi, poi si scopre che non è così: ogni giorno ha la sua perla”.

No alla responsabilità diretta dei magistrati, è una norma capestro

marzo 26, 2012 in Comunicati Stampa

“Il neo presidente dell’Anm, Rodolfo Sabelli, ha pienamente ragione: la responsabilità diretta dei magistrati è una norma capestro, frutto di una volontà intimidatoria del partito trasversale della casta. Contro una simile aberrazione, che colpirebbe l’autonomia della magistratura, siamo pronti a fermare l’attività parlamentare”. Lo dichiara il Capogruppo dell’IdV al Senato, Felice Belisario. “Il Governo – aggiunge – non può fare come Ponzio Pilato e appoggiare, di fatto, un tentativo di rappresaglia nei confronti dei giudici. L’indipendenza dell’ordine giudiziario è un principio fondamentale ed è inaccettabile che i partiti con la coscienza sporca tentino di condizionare il lavoro dei magistrati con la spada di Damocle della responsabilità diretta. Il Parlamento pensi piuttosto ad attuare definitivamente la convenzione di Strasburgo sulla corruzione, si occupi di combattere l’evasione fiscale, approvi una riforma della politica per una maggiore onestà, credibilità e trasparenza. Al Paese – conclude Belisario – servono una giustizia libera e un Parlamento pulito”.

 

Cancellare emendamento su resposabilità Toghe

febbraio 8, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“Prendiamo atto dell’intenzione del Governo di assicurare la corretta interpretazione della giurisprudenza europea e il sereno svolgimento del lavoro dei magistrati. Ora bisogna passare dalle parole ai fatti. Per l’IdV, che non prende nulla a scatola chiusa,  l’unica soluzione possibile è cancellare la responsabilità diretta dei giudici, una norma capestro frutto di un’aberrante volontà intimidatoria”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario. “L’indipendenza e l’autonomia dell’ordine giudiziario non possono essere scardinate a colpi di principi incostituzionali che, per la vergogna,  vengono affermati nascondendosi dietro il voto segreto. Il partito trasversale della casta, unito da uno spirito di ritorsione nei confronti della magistratura che fa il proprio dovere, non può trovare sponda nel governo che ha infatti espresso parere contrario all’emendamento Pini. Cancellare questa ennesima norma-vergogna  - conclude Belisario – è il presupposto per una giustizia libera da ogni tipo di pressione o minaccia”.

20 anni da “Mani Pulite”, torna la questione morale: fermiamo il partito del Gattopardo

febbraio 5, 2012 in Economia, Giustizia, Politica

Con l’arresto di Mario Chiesa, il 17 febbraio 1992, partì l’inchiesta “Mani pulite” che di fatto pose fine alla Prima Repubblica. L’operazione, subito ribattezzata “Tangentopoli”, scardinò il sistema di collusione tra politica e malaffare, svelò l’esistenza di un livello di corruzione indegno di un Paese civile e costrinse i partiti a fare i conti con i principi di legalità e trasparenza che sono alla base della democrazia. Oggi nuove inchieste della magistratura svelano in modo inquietante che la questione morale continua a pesare come un macigno sui partiti: la politica deve autoriformarsi per essere una casa di vetro. Continua a leggere →

Sulla responsabilità civile dei magistrati faremo battaglia in Senato, no alla vendetta della casta

febbraio 5, 2012 in Comunicati Stampa

“Sulla responsabilità civile dei magistrati alla Camera è emerso il lato oscuro della politica, pur di restare impunita la casta ha approvato con un voto bipartisan una norma canaglia e intimidatoria: in Senato daremo battaglia affinché venga soppressa, senza pensare a correzioni di sorta, perché è il principio stesso ad essere del tutto inaccettabile”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario. “L’emendamento Pini – aggiunge – è espressione di un desiderio di vendetta covato da tempo, non solo da Lega e Pdl ma anche da altri settori della maggioranza, come hanno dimostrato le decine di congiurati nascosti dietro il voto segreto. Auspichiamo che in Senato Pd e Terzo Polo facciano una scelta coerente e palese: è necessario isolare il Pdl e la Lega e capire se si è ricompattata la vecchia maggioranza o, all’ombra del Governo tecnico, è nato ufficialmente il partito trasversale della casta. La posizione dell’Italia dei Valori è chiara: si tratta di una norma incostituzionale, gravemente lesiva dell’autonomia e dell’indipendenza della giudici, che va soppressa perché – conclude Belisario – sarebbe il colpo di grazia per la giustizia e la legalità”.

Faremo le barricate in Senato contro la norma sulla responsabilità delle toghe

febbraio 4, 2012 in Comunicati Stampa

“In Senato l’IdV si opporrà con ogni mezzo alla norma sulla responsabilità civile dei giudici, è una spada di Damocle che condizionerà in modo inaccettabile l’autonomia e l’indipendenza della magistratura. Siamo pronti alle barricate contro questo colpo di mano del partito trasversale della casta, solleveremo la questione di legittimità costituzionale e invocheremo il voto palese per stanare i nemici della giustizia”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Non accetteremo – aggiunge – intimidazioni e vendette dei partiti con la coscienza sporca, per questo chiediamo al Governo di smetterla di fare come Ponzio Pilato e, con le forze responsabili come l’IdV, di fermare la rappresaglia nei confronti dei giudici. Per Bossi la norma è una vittoria della Lega, di sicuro è una sconfitta della buona politica. L’emendamento del leghista Pini è palesemente incostituzionale, di fatto impedisce alla magistratura di compiere serenamente il proprio dovere proprio mentre le inchieste stanno svelando tutto il marcio che si annida nelle istituzioni e nei partiti. È necessario cancellare questa norma vergogna, perché – conclude Belisario – al Paese serve una magistratura libera e un Parlamento pulito”.

Che gioco fa il governo sulla giustizia?

febbraio 3, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia

“Ho la sensazione che questo governo, con il volto della sobrietà e della gentilezza, nasconda delle trappole clamorose. Non mi convince, infatti, questo balletto di interventi: un piglio decisionista, a volte apparentemente arrogante, quando gli conviene e toni flebili, quasi sussurati, quando si toccano argomenti come la giustizia”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “le dichiarazioni del ministro Severino hanno fatto il solletico a chi si nasconde dietro questo attacco segreto e, in quanto tale, vigliacco ai magistrati. Che al governo convenga l’assalto ai giudici? Che anche questo faccia parte dell’accordo per far dimettere Berlusconi e portare Monti a Palazzo Chigi ? Se il governo e la Severino hanno a cuore davvero il funzionamento della giustizia – conclude Belisario – si adoperino in Parlamento e non in cene serali con la maggioranza politica dell’ABC che li sostiene”.