Ma che correzioni? La riforma del lavoro va riscritta

aprile 10, 2012 in Comunicati Stampa, Lavoro, Politica

“Da riscrivere ex-novo, altro che da correggere”, così il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, commenta il ddl sul Lavoro che in settimana arriverà a Palazzo Madama. “Si tratta di una riforma che punta soltanto a smantellare i diritti dei lavoratori, vanificando l’articolo 18, a lasciare intatta la selva di cotratti atipici e a indebolire gli ammortizzatori sociali. Monti e la Fornero, poi, hanno dimenticato del tutto il capitolo della crescita e dello sviluppo, in favore dei quali finora non c’è stato alcun provvedimento. Se questo è il meglio che i professori sanno fare, saranno problemi seri per gli italiani. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – si opporrà con tutte le sue forze, in Parlamento e fuori, contro questo imbroglio”.

Con le liberalizzazioni vere si coniuga crescita con equità. L’art.18 non è in discussione

febbraio 12, 2012 in Economia, Lavoro, Politica

Ma non siamo proprio in grado di trasmettere agli italiani un senso di trasparenza nella gestione della cosa pubblica? Leggo con grande sorpresa la notizia di un incontro segreto tra la Camusso e il  premier Monti, pubblicato da Repubblica, incontro da cui sarebbe emerso, addirittura, un accordo sull’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori. Leggo ancora più sorpreso la smentita del segretario della Cgil che parla di boicottaggio e la dichiarazione di Repubblica che, invece, conferma la notizia. Tutto questo mentre l’Europa dà all’Italia la maglia nera per gli squilibri economici, a causa dell’elevato livello del debito e della perdita di competitività. Continua a leggere →

Porte aperte alla Finanza anche in Senato, la politica deve ritrovare credibilità

febbraio 9, 2012 in Giustizia, Italia dei Valori, Politica

Qualche giorno fa il Senato ha vissuto una vicenda che ai non addetti ai lavori portebbe sembrare incomprensibile e che, quindi, reputo utile approfondire. 
La Guardia di Finanza si è presentata a Palazzo Madama per acquisire la documentazione bancaria, presso la filiale della Bnl di Palazzo S. Macuto, relativa al conto corrente intestato a Democrazia e Libertà (è questo il nome della Margherita), nella vicenda che riguarda l’ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi. Le Fiamme Gialle, però, sono state bloccate all’ingresso. E’ qui si è gridato allo scandalo, ai politici chiusi nella loro roccaforte. Continua a leggere →

Che gioco fa l’Esecutivo sulla Giustizia? Sembra l’ennesimo trucco ‘politico’ del governo ‘tecnico’

febbraio 3, 2012 in Giustizia, Politica

Imbroglio e vendetta. Puzza l’emendamento votato ieri alla Camera secondo cui “chi ha subito un danno ingiusto per effetto di un comportamento, di un atto o di un provvedimento” di un magistrato “in violazione manifesta del diritto o con dolo o colpa grave nell’esercizio delle sue funzioni o per diniego di giustizia”, possa rivalersi facendo causa allo Stato e al magistrato per ottenere un risarcimento dei danni. A pagare sara’, dunque, la toga.  Continua a leggere →

La decisione sulla responsabilità civile puzza di imbroglio e vendetta. Le norme ci sono, vanno applicate

febbraio 3, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia

“Questa decisione puzza di imbroglio e di vendetta”, commenta così il voto di ieri alla Camera sulla responsabilità civile dei magistrati il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, intervenuto stamattina a Tgcom24. “Il voto segreto – continua – è quanto di più gattopardesco possa esserci. Chi voleva approvare questo emendamento, doveva farlo mettendoci la faccia e non nascondendosi dietro la segretezza. In Italia c’è la paura di prendere delle posizioni e di assumersene le responsabilità. La legge c’è e va applicata, non bisogna creare delle norme ‘taglia teste’. I magistrati, infatti, sono soggetti alle norma civili, amministrative e penali, al pari di chirurghi e avvocati. La verità – conclude Belisario – è che ci sono indagini pendenti che riguardano tutti i partiti, in maniera trasversale. Partiti che hanno scelto, evidentemente, la strada di intimidire i magistrati e far passare il messaggio che gliela faranno pagare. Chiedo, allora, proprio a quei partiti che si proclamano ‘onesti e trasparenti’ di lasciare che, se c’è marcio al loro interno, emerga. Non possiamo impedire ai magistrati di fare il loro dovere. La minaccia volgare della politica alla magistratura tenta di fare insabbiare tutte le indagini sull’intreccio tra politici, imprenditori e poteri forti. Una manovra che viene da lontano per inquinare la nostra democrazia”.

Sulla legge elettorale Cicchitto svela l’ennesimo imbroglio della maggioranza

settembre 26, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“La riforma della legge elettorale è necessaria soprattutto perché i cittadini devono poter scegliere da chi essere rappresentati. Per questo credo che Cicchitto abbia svelato l’ennesimo imbroglio della sua maggioranza. Il Pdl vuole riformare la legge solo per introdurre un meccanismo che porti più seggi al suo partito non per allargare la partecipazione alla vita democratica del Paese”. Lo ha detto il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “E’ necessario ridare ai cittadini la scelta dei propri parlamentari. Per questo abbiamo raccolto le firme per abrogare il porcellum: vogliamo togliere alle segreterie la scelta dei parlamentari e restituirla ai cittadini, come avviene – ha concluso Belisario – in tutte le democrazie compiute”.

TRIONFA LA DEMOCRAZIA! IL 12 E IL 13 GIUGNO I REFERENDUM SI TERRANNO, ORA MOBILITAMOCI!

giugno 1, 2011 in Referendum

Oggi la Corte di Cassazione ha accolto l’istanza che l’Italia dei Valori ha presentato per smascherare il tentativo di truffa del Governo sul nucleare: ai referendum abbiamo creduto sin dall’inizio senza mollare mai e così, grazie alla decisione di oggi, il 12 e il 13 giugno potremo votare quattro sì per abrogare la costruzione di centrali atomiche, la privatizzazione dell’acqua e il legittimo impedimento! Siamo soddisfatti e orgogliosi, un risultato straordinario perché oggi vincono tutti i cittadini: vince il diritto di esprimersi, vince la legalità e vince il Paese. Trionfa la democrazia, perde Silvio Berlusconi!

I trucchetti del Governo si sono rivelati inutili, l’imbroglio non è riuscito ed è stata restituita ai cittadini la possibilità di esercitare la sovranità popolare. L’esecutivo e la maggioranza hanno provato a raggirare e truffare gli italiani, hanno tentato di impedire ai cittadini di esprimersi e decidere il proprio futuro con il più significativo strumento di democrazia previsto dalla nostra Costituzione: il referendum. Ora però dobbiamo misurarci con un’altra sfida, la più fondamentale di tutte. Continua a leggere →