Da Monti attendiamo provvedimenti per la crescita

dicembre 29, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Assolutamente No, Non facciamo parte di quei partiti di cui parlava Monti, quelli che pubblicamente lo attaccano e poi, nel privato delle stanze, lo sostengono”. Così Felice Belisario, presidente dell’Italia dei Valori in Senato, risponde intervenendo a Radio Anch’io. “Sia chiaro, continua Belisario, l’IdV non ha mai fatto inciuci ed è stata coerente sin dall’inizio: ha contribuito a far nascere il governo tecnico del professor Monti ma si è anche detta pronta a vigilare, provvedimento dopo provvedimento, sul suo operato. La manovra era troppo iniqua e recessiva per essere approvata. Se, oggi, il premier illustrerà provvedimenti seri per la crescita e lo sviluppo, contribuiremo in Parlamento ad una discussione chiara e migliorativa e faremo la nostra parte fino in fondo”.

Infine sulle liberalizzazioni, Belisario ci ha tenuto a precisare devono riguardare anche taxi, professioni e farmacie, ma il vero problema sono i servizi, banche, assicuazioni, società pubbliche. “Lì – ha detto – intervengono i cartelli con le loro pressioni e paralizzano ogni cambiamento. Bisogna essere incisivi e forti, così come sulla riforma del catasto, già tentata una volta dal governo Prodi”. Va ricordato che in Italia oggi il prezzo della benzina ha toccato l’1,722 euro al litro.

Il governo trascina il Paese dalla padella alla brace

agosto 12, 2011 in Comunicati Stampa

“Anche un bambino si accorgerebbe che questo governo sta trascinando il Paese dalla padella alla brace”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, secondo cui “Dopo aver scontentato e ignorato le richieste di opposizioni, esponenti politici dello stesso centrodestra e parti sociali, oggi è stato il turno degli enti locali. Sintomatico vedere, dopo l’incontro, che i più agguerriti tra coloro che definiscono “ingiusta, iniqua ed antisociale” la manovra bis, sono quei comunisti di Formigoni ed Alemanno che minaccia addirittura la mobilitazione sociale”.
“Non so cosa verrà fuori da Consiglio dei ministri di stasera, ma le premesse, dopo gli incontri di questi giorni, non promettono niente di buono. Non è un caso se oggi apprendiamo che il debito pubblico in Italia ha toccato il record di 1.900 miliardi di euro e ogni neonato ha già a carico un debito di 31.700 euro. Questa è la fine che ci sta facendo fare Berlusconi. Anche Famiglia Cristiana definisce il governo ‘incapace di assumersi responsabilità’ per non perdere consensi e i politici ‘viziati’ perché non vogliono rinunciare ai propri privilegi. L’Italia dei Valori, in un momento così grave per il Paese, farà la sua parte responsabilmente, ma non intende annegare nel buonismo tanto ingiustificato quanto inutile”.

Sosteniamo ragioni Cgil contro manovra iniqua

luglio 13, 2011 in Comunicati Stampa

“Mentre la maggioranza gioca al rinvio in danno dei lavoratori e dei precari, la Cgil scende legittimamente in piazza per difendere i propri diritti”. Lo dichiara il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, incontrando a Piazza Navona il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, per manifestare la solidarietà e la condivisione da parte dell’IdV. “Questa è una manovra iniqua – aggiunge Belisario – che colpisce i soliti noti, pensionati, ceti medio bassi, piccoli risparmiatori, e salva i privilegi della casta. Noi dell’Italia dei Valori, insieme alle altre opposizioni, abbiamo mantenuto un atteggiamento responsabile, proponendo pochi emendamenti correttivi per approvarla nel più breve tempo possibile. Questo non vuol dire che approveremo una manovra ingiusta, specchio di un governo pessimo. Anzi – conclude Belisario – appena passerà il vaglio della Camera, riprenderemo subito il nostro lavoro in difesa delle categorie sociali più deboli, a tutela della giustizia sociale e della legalità”.