Subito la cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia, è principio di civiltà

luglio 4, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“Sullo ius soli non si può tentennare, il Governo assecondi le proposte di legge già presentate in Parlamento per il riconoscimento della cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia. Si tratta di un principio sacrosanto che deve essere garantito subito, entro questa legislatura. Da tempo l’IdV sostiene la necessità di superare gli anacronismi normativi che negano questo diritto a chi contribuisce allo sviluppo del Paese ed è parte integrante del tessuto sociale. Il Pdl non può imporre la propria visione intollerante e retrograda, si deve sviluppare un dibattito parlamentare per approvare subito una legge di civiltà e democrazia che garantisca la cittadinanza ai nuovi italiani”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario.

 

Un’altra tragedia del mare e il governo pensa solo ai Cie

agosto 4, 2011 in Comunicati Stampa

“Disumano. Non c’è altro termine per definire quello che è accaduto, accade, e, temo, accadrà ancora nelle acque a largo di Lampedusa”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “che altro deve succedere affinchè il governo italiano attui una politica di accoglienza che permetta la prevenzione delle tragedie? Non è possibile che un Paese democratico e cosiddetto sviluppato non sia in grado di evitare – con una strategia che vada dagli accordi internazionali, alle politiche di investimento nei Paesi più poveri e massacrati dalle guerre, dall’accoglienza all’integrazione sociale -  che uomini, donne e bambini perdano la vita in questo modo. Il governo – conclude Belisario – si ricorda dei principi cattolici della solidarietà e dell’accoglienza solo quando gli conviene. Altrimenti, nella partita a scacchi con la Lega, vince la strategia razzista e xenofoba del Carroccio che pensa solo ad estendere la permanenza nei Cie, vere e proprie carceri a cielo aperto, a quei poveracci che hanno la ‘fortuna’ di toccare terra italiana”.