Ultimi in Europa, i processi vanno accelerati

ottobre 8, 2012 in Giustizia, Politica e Valori

Un’inchiesta sulla Stampa di oggi tratta uno degli argomenti che fanno parte del dna dell’Italia dei Valori, quello della lentezza dei processi. Un’ulteriore conferma di quello che sosteniamo da sempre, che la giustizia va riformata, è una macchina in affanno che deve essere messa in condizione di funzionare, attraverso specifici interventi. Negli ultimi anni abbiamo assistito, opponendoci con tutte le nostre forze, a ogni tentativo di assoggettare la giustizia al potere politico, tutto per salvare un sol uomo dai processi. Per questo siamo riusciti a sventare ogni tentativo di colpire la legge sulle intercettazioni e lottare per approvarne una seria sulla corruzione (ora se ne sta discutendo una in Senato, del tutto insufficiente, ma che almeno non peggiora la situazione come voleva fare il Guardasigilli di Berlusconi, Alfano).

Continua a leggere →

Che strano concetto di privacy ha la destra

settembre 16, 2012 in Informazione, Politica

Da destra sono arrivati nel corso di questi anni attacchi, anche violenti, per chiedere di smantellare, in nome della privacy, la norma sulle intercettazioni. Io spero che ora più nessuno si permetta di fare alcun riferimento alla tutela della vita privata come scusa per abbattere leggi fondamentali per le indagini, visto che ne è nato anche un incidente diplomatico. Continua a leggere →

Sulla corruzione dal Pdl un indegno ricatto per non fare alcuna legge seria

settembre 10, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“L’indegno e intollerabile ricatto berlusconiano sull’anticorruzione rende bene l’idea quale sia la concezione di giustizia del Pdl. C’è l’assurda pretesa di imporre al Paese un inaccettabile pacchetto chiuso, per cui la legge contro la corruzione si può fare solo insieme ad altri due provvedimenti che con la corruzione non c’entrano niente, ossia il bavaglio sulle intercettazioni e la norma sulla responsabilità civile con cui intimidire e punire i magistrati”. Lo afferma il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “E’ chiaro che il Pdl non vuole approvare alcuna seria legge contro la corruzione, una legge che invece è un’assoluta priorità per un Paese che alla corruzione paga ogni anno una tassa occulta di almeno 60 miliardi di euro. Insomma, l’obiettivo alla fine è sempre lo stesso: l’impunità. Con buona pace della giustizia, quella vera, che – conclude Belisario – al Pdl non interessa per niente e a cui è, anzi, storicamente allergico”.

 

Panorama e il ricatto a Napolitano: cui prodest?

agosto 30, 2012 in Giustizia, Politica

Secondo alcuni esponenti del Pd, l’IdV si è esclusa dall’alleanza di centrosinistra quando ha osato criticare Napolitano. In democrazia mi sembra lecito muovere delle obiezioni sul conflitto di attribuzioni sollevato dal Capo dello Stato, che mette in difficoltà la Procura di Palermo impegnata a far luce sulla trattativa tra Stato e mafia. Non siamo certo in un soviet dove ogni atto del leader maximo è indiscutibilmente giusto e chi lo disapprova viene esiliato. Le alleanze si dovrebbero costruire sulle proposte di governo, non sulle diverse posizioni rispetto ad una vicenda come quella delle intercettazioni in cui è incappato Napolitano per responsabilità, evidentemente, dell’indagato Mancino. Invece il Pd, che governa con chi ha sempre infangato le istituzioni, fa lo schizzinoso con noi solo perché chiediamo a gran voce la verità, che certo non può essere insabbiata in nome di una presunta ‘infallibilità del Capo dello Stato. Ora finalmente, grazie a “Panorama” e al suo editore (la Mondadori di Berlusconi), per i dirigenti democratici la situazione sarà più chiara: l’articolo sul contenuto delle famigerate conversazioni ha mostrato in maniera lampante chi vuole giustizia, come l’Italia dei Valori, e chi invece strumentalizza la vicenda e vorrebbe ricattare Napolitano per fini politici. Scommettiamo che ora faranno la legge-bavaglio? Continua a leggere →

Il Pdl vuole smantellare la Giustizia a favore della casta: Governo e Pd da che parte stanno?

agosto 25, 2012 in Giustizia, Politica

Come ha sottolineato giustamente il collega Li Gotti, la parola anticorruzione fa venire l’orticaria a Gasparri. Il Pdl è infatti notoriamente allergico alla legalità, basti pensare alle tante norme-vergogna con cui hanno appestato il Parlamento e il sistema giudiziario. Mentre l’IdV ha presentato da tempo delle proposte organiche per garantire l’efficienza e l’efficacia del settore, la banda dei disonesti vuole solo una riforma della Giustizia a favore della casta: tangenti più facili, responsabilità diretta delle toghe e stretta sulle intercettazioni. Continua a leggere →

I soliti cialtroni del Pdl

luglio 29, 2012 in Giustizia

Ecco che ci riprovano. E’ bastato che finisse sui giornali la notizia di un’intercettazione al Presidente della Repubblica che hanno recuperato dal fondo del sacco la legge sulle intercettazioni. Parlo del Pdl, ovviamente, l’unica forza politica che ha bisogno di mettere un bavaglio a giudici e stampa per coprire le magagne del proprio capo. Ma non la sola, viste le considerazione di un sempre verde come Violante. Continua a leggere →

Il Ministro Severino subisce il ricatto politico di Pdl, Pd e Terzo Polo. Si discutano anche le proposte IdV

aprile 12, 2012 in Comunicati Stampa

“Ormai le riforme non si discutono più in Parlamento ma negli incontri privati tra Ministri ed esponenti di maggioranza, che si riuniscono a porte chiuse per stringere accordi segreti alla faccia delle istituzioni democratiche. Il Ministro tecnico Severino subisce di buon grado il ricatto politico di Pd, Pdl e Terzo Polo che dettano la linea degli interventi su corruzione, responsabilità dei magistrati e intercettazioni: la giustizia rischia così di subire schiaffi ben peggiore di quelli lanciati dall’Esecutivo Berlusconi”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “La bozza di riforma presentata dal Ministro della Giustizia al partito ABC – aggiunge – sarà l’ennesimo compromesso politico tra il Governo Monti e la strana maggioranza che lo sostiene. Ma i cittadini, e in particolare l’interesse pubblico, non sono rappresentati solo da Alfano, Bersani e Casini. Il Ministro Severino discuta anche le proposte IdV depositate da tempo in materia di corruzione, ascolti anche le forze politiche scomode che non accettano il bavaglio alle intercettazioni né le intimidazioni ai giudici. Il Parlamento deve essere protagonista delle riforme, non vittima di quelle Camere Oscure che stanno diventando gli studi degli esponenti di Governo. C’è ormai un’evidente emergenza di tenuta democratica, l’Italia dei Valori – conclude Belisario – non starà a guardare e si metterà di traverso ad ogni inciucio indegno persino della Prima Repubblica”.

 

 

Se il governo ha intenzione di limitare le intercettazioni, in materia di giustizia è in linea con il precedente

aprile 11, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia

“Se trovassero conferma le indiscrezioni sul giro di vite che il ministro Severino ha intenzione di dare alle intercettazioni significherebbe che, in materia di giustizia, questo governo è in linea con il precedente”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “evidentemente, poichè il governo non vuole combattere realmente la corruzione, ha deciso di limitare le intercettazioni, strumento indispensabile nella lotta contro il malaffare, la criminalità organizzata e la mafia dei colletti bianchi. Non posso credere che Monti e la Severino, pur di dare contentini alla maggioranza che li sostiene, cada così in basso e proponga un’indegna legge bavaglio. L’IdV – conclude Belisario – si opporrà, come ha fatto in passato, ad ogni tentativo di intervenire con il machete sugli strumenti di difesa della legalità e della democrazia”.