Offensivo votare domani un testo sulla legge elettorale che non si conosce

ottobre 10, 2012 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Politica

“E’ intollerabile ed offensivo delle regole democratiche che si pretenda di votare domani per un testo base della legge elettorale che ancora non si conosce. E’ evidente che è in atto un clamoroso inganno per creare un pastrocchio difficile perfino da spiegare agli elettori. C’era una soluzione semplice, quella di rispettare la volontà di un milione e 200mila cittadini, ed, invece, sta venendo fuori un testo del ‘tanto chi se ne frega di loro’. L’Italia dei Valori continuerà la sua battaglia perché gli italiani possano scegliere i propri parlamentari, in una coalizione formata prima delle elezioni, su un programma certo e con una leadership dichiarata. Il resto sono chiacchiere che faranno precipitare l’Italia in uno stato di assoluta ingovernabilità”. Lo ha dichiarato il presidente dei senatori dell’IdV, Felice Belisario, uscendo dalla commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama.

Passera sul beauty contest passi dalle parole ai fatti

dicembre 18, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Informazione, Politica

“C’è sempre tempo per i ravvedimenti e siamo davvero soddisfatti che il ministro Passera abbia cambiato idea sul beauty contest, ammettendo addirittura che sia intollerabile di fronte ai sacrifici dei cittadini”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “certo non posso non ricordare che inizialmente sulle frequenze tv il governo non voleva muovere un dito. Si ostinava a portare avanti questo enorme regalo di Natale ai signori dell’etere. Noi dell’Italia dei Valori lo abbiamo stanato e puntellato sin dai primi passi della manovra, facendo presente, in Parlamento e fuori, quanto il beauty contest fosse iniquo. Lo abbiamo messo nero su bianco scrivendo a Passera che, per il momento, anziché risponderci con atti concludenti si limita a dichiarazioni pubbliche. Alla fine siamo stati premiati. O meglio, se davvero le frequenze digitali saranno messe all’asta a titolo oneroso, sarà una vittoria degli italiani. Voglio vedere chi avrà più il coraggio di negare che la manovra poteva essere fatta in mille altri modi e – conclude Belisario – che si poteva attingere da mille altre fonti. Noi dell’Italia dei Valori oggi siamo ancora più fieri di non esserci rassegnati all’idea di una manovra da votare così com’era a tutti i costi”.