E’ ora di invertire il trend e ridurre la disoccupazione

febbraio 1, 2013 in Economia, Lavoro

Ormai è il principale dramma delle famiglie italiane. In ognuna di esse c’è almeno un disoccupato, un inattivo, un precario, un cassintegrato, un esodato. E in quelle famiglie comanda l’incertezza del futuro, l’impossibilità di programmazione e di prospettiva, la spinta a non osare, a non spendere, a risparmiare perché oggi forse c’è qualche soldo e domani chissà. Continua a leggere →

Monti e Berlusconi smentiti dai dati Istat

gennaio 8, 2013 in Comunicati Stampa, Economia

“Le bugie hanno le gambe corte. Berlusconi e Monti sono mentitori di professione che pensano di ingannare gli italiani ancora una volta. Ma per loro parlano i dati dell’Istat che certificano una disoccupazione giovanile che ha raggiunto livelli record”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “con quale faccia il cavaliere e il professore si presentano di nuovo davanti ai cittadini chiedendo la loro fiducia e vendendo loro false promesse? Hanno portato il Paese sull’orlo del baratro, con politiche economiche mirate solo a colpire le fasce deboli, i giovani, i pensionati e le famiglie e, ciclicamente, qualche istituto statistico scatta la foto del loro disastro. Non possiamo permettere a questi venditori di fumo di dare all’Italia il colpo finale. E’ il momento di voltare pagina e di scegliere, una volta per tutte, da che parte stare. Lo dico anche ai dirigenti del Pd, che mi auguro non cedano di nuovo alle sirene del liberismo sfrenato, smentendo nei fatti la loro storia”, conclude Belisario.

Berlusconi e Monti hanno calpestato l’Art. 1 della Costituzione

dicembre 18, 2012 in Comunicati Stampa, Economia

“La foto scattata dall’Istat è drammatica: un Paese che è stato messo in ginocchio da chi negava la crisi e che il governo dei tecnici non è riuscito a risollevare. Berlusconi e Monti hanno demolito il mondo del lavoro, calpestando l’art. 1 della Costituzione”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a Palazzo Madama.”Le politiche depressive volte solo al pareggio di bilancio – prosegue-  non sono servite ai cittadini già in difficoltà , anzi hanno provocato ulteriore disoccupazione e disperazione. Il risultato del governo Monti è che per oltre il 50% delle famiglie la condizione economica è sensibilmente peggiorata. I giovani e le donne, soprattutto nel Mezzogiorno, hanno pagato il prezzo più alto del malgoverno di Berlusconi e del rigore ragionieristico di Monti. C’è stata una miopia politica che ha generato un’area di sofferenza occupazionale di oltre 4 milioni di persone, così come stima la Cgil. Un dato che, dal 2007 ad oggi, è cresciuto del 64%: oltre il danno di Berlusconi, la beffa del professore! Chi doveva risolvere la crisi è stato capace solo di aggravarla. L’agenda Monti-bis è meglio che resti chiusa in un cassetto, perché – conclude Belisario – ora è tempo di tornare alla buona politica, quella che ha a davvero a cuore gli interessi degli italiani”.

Istat suona campane a morto per governo

novembre 5, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Senza categoria

“I dati dell’Istat suonano ancora una volta come le campane a morto per il governo tecnico.  Il quadro economico,  e quindi anche quello sociale,  del paese è drammatico: Pil in caduta libera, disoccupazione alle stelle, contrazione del reddito delle famiglie, con conseguente  crollo dei consumi. E’ chiaro che qualcuno ha sbagliato e quel qualcuno è colui che doveva essere il salvatore della Patria e portare l’Italia, e soprattutto gli italiani, fuori dalla crisi”. Lo ha detto il senatore Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a Palazzo Madama, che ha aggiunto: “Le politiche economiche di rigore nei confronti dei soliti noti, senza alcuna misura per la crescita, hanno portato il Paese sull’orlo del burrone. L’Italia dei Valori è stata messa alla gogna, attaccata, accusata di fare la Cassandra, ma tutti gli indicatori economici ci hanno, purtroppo, sempre dato ragione. Ora invochiamo con forza una netta discontinuità col passato e con questo assurdo presente e – conclude Belisario – ci proponiamo per un governo alternativo, perché le politiche di Monti e Fornero sono servite solo ad affossare definitivamente le fasce sociali più deboli”.

Disoccupazione alle stelle, piano del governo è fallito miseramente.

ottobre 31, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro, Politica

“L’Istat conferma, ancora una volta,  che il Paese è avvitato in una crisi da cui non si riesce ad uscire. Altro che luce in fondo al tunnel! La verità è che ben trentacinque giovani su cento sono senza lavoro e la disoccupazione generale è aumentata a livelli esponenziali, il dato più alto dal 2004″. Lo ha dichiarato il senatore Felice Belisario, capogruppo dell’Italia a Palazzo Madama, che ha aggiunto:”Quanto l’Italia dei Valori va dicendo da tempo è quotidianamente confermato dagli indicatori economici: la politica del governo, tutta rigore senza equità, ha determinato solo depressione, togliendo ai cittadini anche il diritto al lavoro, sancito dalla Costituzione. Le riforme del ministro Fornero, quella sulle pensioni e quella sul lavoro, sono state il definitivo colpo di grazia. In questa situazione, mi chiedo come possa Monti affermare che il peggio è passato, visto che i dati odierni smentiscono addirittura lo stesso presidente dell’Istat, Enrico Giovannini, che fino a pochi giorni fa parlava di segnali incoraggianti. E’ ora che il governo tecnico passi il testimone ad un governo politico capace di creare lavoro, perché – conclude Belisario – se esisteva un piano per far uscire il Paese dalla crisi, è chiaro che è fallito  miseramente”.

Il freno delle retribuzioni affossa la crescita

ottobre 25, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro, Senza categoria

“Anche oggi l’Istat certifica un Paese in affanno, dove le retribuzioni continuano a non essere adeguate al costo della vita, con la conseguenza palese di deprimere sempre di più i consumi. In questa drammatica situazione, varare provvedimenti come la legge di stabilità significa versare benzina sul fuoco della crisi, vuol dire mettere in grave difficoltà economica tante altre famiglie”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a palazzo Madama, che ha aggiunto: “Infatti, ai redditi non rivalutati rispetto all’aumento dell’inflazione, che continuano quindi a perdere potere d’acquisto, si aggiungerà ora la stangata dell’aumento dell’Iva,  il vero e proprio colpo di grazia ai contribuenti, già vessati da tante tasse. Gli effetti della legge di stabilità, assieme al rialzo dei prezzi, possono davvero portare l’Italia a pagare un conto troppo salato, allontanando ancora di più la speranza di una ripresa economica. Altro che chiedere il bis di Monti o delle sue politiche! Ci dicono di alzare i calici e brindare al possibile, ma non scontato,  pareggio di bilancio. Se l’agenda del presidente del consiglio continuerà a bloccare così il Paese, - conclude Belisario – sarà sempre più difficile vedere la luce in fondo al tunnel della crisi”.

Il Paese è fermo, paralizzato dalle politiche del governo

ottobre 1, 2012 in Comunicati Stampa, Lavoro, Politica

“I dati Istat  dipingono ancora una volta un quadro drammatico: quello di un Paese fermo, paralizzato dalla drammatica impossibilità per tutti, ma in particolare per giovani e donne, di trovare un’occupazione”.  Lo sostiene il senatore Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori a palazzo Madama, che aggiunge: “Infatti, l’aumento della disoccupazione su base annua è una dato incontrovertibile: pari al 30,4%.  La ricerca di un lavoro si scontra sempre più con la dura realtà quotidiana della mancanza di posti disponibili. Questo è il risultato delle politiche recessive del governo e i cittadini possono ringraziare il ministro Fornero, l’artefice dei due capolavori: la riforma delle pensioni, che impedisce il normale ricambio generazionale, e quella sul Lavoro, che non crea nuovi posti, ma riduce drasticamente i diritti e i sostegni al reddito di chi è in difficoltà.  Intanto, non arriva alcun impegno ufficiale  sulla detassazione dei redditi da lavoro, né un piano nazionale di sviluppo e crescita, a causa di un ministro  come Passera che perde il suo tempo in feste di partito o in salotti televisivi per autosponzorizzarsi. E’ chiaro – conclude Belisario –  che il Monti bis,come IdV ripete da tempo,  è solo ed esclusivamente un’arma di distrazione di massa e chi lo sostiene, lo fa solo ed esclusivamente per salvaguardare i propri interessi,  non certo quelli dei cittadini”.

 

Il Governo butti giù la maschera del disastro

settembre 13, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro

 

 

“Ma cosa altro ci vuole per far cadere la maschera di questo governo del disastro?” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “oggi l’Istat parla di un carrello della spesa che vola al 4,2% su base annua. Sempre oggi il Centro studi di Confindustria prevede che il tasso di disoccupazione arriverà alla fine del 2013 al 12,1%. Inevitabilmente, sempre gli industriali, parlano di una contrazione dei consumi del 3,2% a cui, entro la fine del prossimo anno, si aggiungerà un’ulteriore contrazione dello 0,6%. Come si può pretendere che le famiglie spendano soldi che non hanno? L’economia è totalmente paralizzata: in assenza di politiche che rilancino lo sviluppo non si creano posti di lavoro, le famiglie non spendono e le imprese non investono, anzi chiudono per i troppi debiti. Così non si fa altro che alimentare un circolo vizioso per cui chi è povero diventa sempre più povero. Non bastano più gli slogan da fiaba, gli italiani ci sono già passati nel ’94. I vostri provvedimenti stanno portando alla disperazione e le spiegazioni da supertecnici non convincono più. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – si pone come alternativa al montismo e al berlusconismo. Ci auguriamo che al più presto si vada al voto con un fronte compatto di alleati di centrosinistra che condividono la linea dell’equità, della giustizia e della solidarietà, per un governo politico credibile”.