La Lega poltrona torna a braccetto con il Pdl. Siamo l’unica opposizione a Berlusconi e Monti!

gennaio 7, 2013 in Politica

Come volevasi dimostrare, alla fine la Lega ha chiuso l’accordo con Berlusconi. Alla faccia del rinnovamento promesso a suon di scope! Dopo che sul Carroccio è piombata un’altra tegola, quella di una nuova inchiesta che stavolta riguarda i conti del Gruppo al Senato, Maroni ammette candidamente che si presenterà con il Pdl perché così spera di guadagnare il posto di Governatore in Lombardia. La Lega poltrona cede all’abbraccio fatale del Cavaliere e per le imminenti elezioni ricostruisce l’alleanza che ha portato l’Italia sull’orlo del baratro, causando poi la nascita del Governo Monti. L’unica forza che si è opposta e si oppone a Berlusconi e a Monti è l’IdV, gli altri perdono il pelo ma non il vizio. Continua a leggere →

Continuano a fregare gli italiani

novembre 6, 2012 in Elezioni, Politica

Insistono. Continuano a fregare gli italiani per neutralizzare il voto delle prossime politiche. E lo fanno costruendo una legge elettorale che porterà all’ingovernabilità.

Oggi ho partecipato alla seduta della commissione Affari Costituzionali che ha in discussione questo argomento, ed è stata approvata una norma che prevede un premio di governabilità alla coalizione che raggiungerà il 42,5% dei consensi. Continua a leggere →

Monti che aspetta? Mandi via il Presidente e ad di Finmeccanica Orsi prima che affossi l’azienda

ottobre 15, 2012 in Economia, Politica

Mentre Finmeccanica rischia di essere sepolta dalle inchieste, il Presidente e Amministratore delegato Giuseppe Orsi dice che si dimetterà solo se a chiederglielo sarà il Governo. E Monti che sta aspettando, la carrozza con i cavalli bianchi? Mandi subito via l’indagato Orsi, altrimenti sarà complice del saccheggio di una risorsa strategica per il Paese. Già a marzo ho presentato un’interrogazione a Corrado Passera, ministro dello Sviluppo che non c’è, per chiedergli di scongiurare l’affossamento di Finmeccanica. La gravità della situazione è stata ammessa dallo stesso Orsi, il quale ha però indicato come soluzione non le sue dimissioni, ma l’uscita della società dal comparto energia e trasporti! La vendita delle aziende nel settore civile causerà la perdita di un patrimonio inestimabile. Prima che Finmeccanica venga smantellata a colpi di scandali, l’Esecutivo venga in Senato a spiegare se intende azzerare i vertici per affidarne la gestione a professionisti competenti, sottraendola ai partiti e alle cricche che l’hanno sfruttata per spartirsi poltrone e incassare tangenti. Continua a leggere →

Il grande assente dalla scena politica: il programma

ottobre 7, 2012 in Italia dei Valori, Politica

Quasi quasi rimpiango le 300 pagine del programma dell’Unione tanto derise dagli esponenti del centrodestra. E le rammenterei anche a parecchi amici che si riconoscono, almeno a parole, nel centrosinistra. Perché a guardare ora la scena politica mi rendo conto che si fa un gran parlare di tutto e contro tutti, ma nessuno (fatta eccezione, e lo dico con orgoglio, dell’Italia dei Valori) si pronuncia su cosa vuole fare e come intende farlo. Continua a leggere →

La maggioranza del porcellum cerca l’accordo per la nuova legge elettorale

settembre 11, 2012 in Elezioni, Politica

A volte ritornano. Ricordate i partiti che avevano dato vita al porcellum, la legge elettorale che il suo inventore, Calderoli, definì una porcata? Furono Forza Italia, An, Lega e Udc. A quanto pare, proprio il Pdl (erede di Fi e An) e il partito di Casini starebbero per presentare un ddl di riforma della legge elettorale che otterrebbe l’appoggio della Lega, riformando esattamente la stessa terribile maggioranza che approvò il porcellum alla fine del 2005. Continua a leggere →

Stallo alla messicana

agosto 29, 2012 in Elezioni, Politica, Referendum

Come volevasi dimostrare, la tanto attesa riunione sulla legge elettorale si è conclusa con un solenne nulla di fatto. I partiti della stramba maggioranza hanno ammesso di aver preso in giro il Paese tutta l’estate recitando la parte dei grandi riformatori. Il Comitato ristretto, quello che in dieci giorni avrebbe dovuto produrre un testo base per superare il Porcellum, si è trasformato in un covo dove i due principali partiti hanno preparato il piano per un furto di democrazia. E’ emersa chiaramente la volontà della casta di restare avvinghiata alle poltrone, alle sedie e perfino agli sgabelli piuttosto che sottoporsi al giudizio degli elettori con un sistema elettorale trasparente. Restano solo da definire i dettagli, ma ai partiti dell’inciucio non interessa altro che difendere i rispettivi interessi di bottega a danno del Paese. Come in uno stallo alla messicana, Pd e Pdl si tengono sotto tiro a vicenda: solo che con i loro veti incrociati hanno preso in ostaggio la democrazia. Continua a leggere →

Il Pd si stupisce dei giochetti PdL-Lega sulla legge elettorale?

luglio 30, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Mi stupisco che il Pd si meravigli di fronte al giochetto delle tre carte che stanno facendo Pdl e Lega sulla legge elettorale”. A dichiararlo, intervenendo a Tgcom24, il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “già in passato, con la complicità dell’Udc e di Fini, approvarono in zona Cesarini una legge elettorale porcata, la stessa che oggi dicono di voler abrogare, solo in base a meri calcoli di poltrone. Altro che voler ridare voce ai cittadini! L’Italia dei Valori vuole il voto subito, con una nuova legge elettorale che ridia dignità alla politica di fronte ai cittadini che devono conoscere prima delle elezioni, e non dopo, coalizioni, programmi e leadership. Le elezioni sono una necessità sempre più impellente perché, è sotto gli occhi di tutti, Monti non fa bene al Paese. Lo spread piuttosto che i titoli del debito pubblico salgono e scendono in base a quello che fa la Banca Centrale europea. Quello che mette in campo il professore è assolutamente ininfluente. Le sue manovre recessive – conclude Belisario – non portano nulla di buono agli italiani, anzi tolgono loro qualcosa”.

Il semipresidenzialimso è uno schiaffo alla Costituzione. Altre le riforme urgenti

luglio 25, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“PdL e Lega stanno cercando in tutti i modi di schiaffeggiare la Costituzione. Il semipresidenzialismo votato ieri in Senato dalla vecchia maggioranza, rinsaldatasi per puri interessi propagandistici, tradisce il ruolo super partes del capo dello Stato”. A dichiararlo, intervenendo a Radio Anch’io stamattina, il presidente dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “l’Italia è una Repubblica parlamentare e non si può stravolgere la Costituzione senza un dibattito approfondito e senza coinvolgere il Paese. Passare al semipresidenzialismo, infatti, equivale a cambiare l’ossatura sui cui si basa la nostra democrazia. E’ impensabile e offensivo verso i padri costituenti farlo a fine legislatura, di corsa, per meri calcoli elettorali. Con la modifica voluta da PdL e Lega verrebbe meno la centralità del Parlamento “.

“Le riforme da fare sono altre. E’ possibile agire velocemente – aggiunge Belisario – con il dimezzamento del numero dei parlamentari, come chiedono a gran voce i cittadini, e con la riforma dei regolamenti parlamentari, un iter legislativo più veloce che garantisce anche i diritti delle opposizioni. Sulla legge elettorale, di cui tanto si parla con ipotesi fantascientifiche, Italia dei Valori  ha la coscienza a posto. Con il comitato per il referendum abbiamo raccolto un milione e 200mila firme per abrogare il Porcellum. Abbiamo presentato un disegno di legge che ricalca il quesito referendario. Per noi la strada immediata e urgente da prendere è quella del ritorno al Mattarellum:  un sistema sostanzialmente maggioritario, con una correzione proporzionale. Basterebbe questo e  la legge sarebbe bella e fatta. Gli italiani vogliono tornare al voto, conoscendo prima programmi, alleanze e leadership. Non c’è più tempo da perdere, mercati ed Europa ci dicono chiaramente che con questo governo non andiamo da nessuna parte”.