Il presidenzialismo è solo una stellina di Capodanno, serve a fare un po’ di scena ed è destinata al cestino

luglio 24, 2012 in Comunicati Stampa

“Il Pdl agita l’approvazione dell’articolo 9 dell’improbabile modifica costituzionale come fanno certi bambini con quei bastoncini pirotecnici che emettono scintille luccicanti e subito dopo si spengono: il semipresidenzialismo è solo una stellina di Capodanno che serve a fare un po’ di scena ed è destinata al cestino”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Alfano e i suoi vecchi amici della Lega – aggiunge – continuano a baloccarsi mentre il Paese brucia, la smettano di farci perdere tempo con le loro televendite pre-elettorali: è chiaro a tutti che questa pessima riforma, per fortuna, non entrerà mai in vigore. È solo un maldestro tentativo di raggiro, ma la Costituzione non si può sfregiare in questo modo né può essere oggetto di baratti indecenti all’insegna della demagogia. La vera riforma costituzionale che serve al Paese è il dimezzamento del numero dei parlamentari, ma la maggioranza provvisoria fa orecchie da mercante: approviamo almeno una buona legge elettorale – conclude Belisario – e poi subito al voto”.

Il semipresidenzialismo non si introduce in Costituzione con un blitz e una discussione di due giorni

luglio 19, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“L’Italia ha abbandonato l’aula del Senato e non parteciperà ai lavori della cosiddetta riforma della Costituzione”. Lo ha ribadito il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Non ci prestiamo alla farsa di Pdl e Lega che per rilanciare una vecchia e fallimentare maggioranza pretendono di cambiare la Carta a colpi di maggioranza inserendo un obbrobrio giuridico come il semipresidenzialismo. Ma c’è anche un altro motivo: non accettiamo che, per la riscrittura di una parte fondamentale della Costituzione, si contingentino i tempi. Ai Padri costituenti servirono quasi due anni di lavoro per scrivere 139 articoli. Qui si pretende di inserire il semipresidenzialismo, che modifica sostanzialmente l’architettura dello stato, con un emendamento presentato in Aula e un dibattito di un paio di giorni. Per fortuna – conclude Belisario – questa riforma finirà nel nulla perché, se pure la vecchia maggioranza riuscisse a passare le quattro letture previste dalla Costituzione, gli italiani bocceranno sonoramente questo mostruosità”.

L’IdV abbandona l’Aula, non intendiamo partecipare alla farsa di Pdl e Lega sulle riforme costituzionali

luglio 18, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“L’Italia dei Valori non intende prendere parte alla farsa sulle riforme costituzionali messa in piedi da Pdl e Lega, perciò abbandoniamo l’Aula lasciando a chi ha voluto questa grottesca e inutile sceneggiata il ruolo di protagonisti”. Lo ha detto intervenendo in Aula il capogruppo IdV al Senato, Felice Belisario, che ha aggiunto: “Non ha alcun senso, ed è irrispettoso nei confronti degli italiani, discutere di un un testo mal scritto, riveduto in modo peggiorativo e destinato in ogni caso a finire nel nulla, una riformaccia voluta da Pdl e Lega solo per provare a rilanciare la loro vecchia e fallimentare alleanza. Il Paese ha ben altri problemi e non capisce perché il Parlamento debba perdere tempo parlando del niente. E’ una commedia che non ci interessa – ha concluso-, un gioco pericoloso e irresponsabile a cui l’Italia dei Valori non può partecipare”.

Abbiamo sventato la riforma-boiata, no al baratto Pdl-Lega su presidenzialismo e Senato federale

luglio 3, 2012 in Comunicati Stampa

“Siamo risultati determinanti come sempre e abbiamo sventato una vera e propria boiata. Le riforme si devono fare in modo serio e non approssimativo, come sarebbe risultato dal baratto tra Pdl e Lega su semi-presidenzialismo e Senato federale. L’unica riforma che si può approvare è il dimezzamento dei parlamentari, il resto è solo un inutile e pericoloso papocchio”. Lo dice il presidente dei senatori Idv, Felice Belisario, dopo il voto della Commissione Affari costituzionali del Senato.

 

Sulle riforme costituzionali il Pdl fa solo propaganda

giugno 28, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“L’appello rinnovato oggi da Gasparri a favore del presidenzialismo, dopo il voto di ieri sul Senato federale dimostra, nero su bianco, che in Aula è avvenuto un puro scambio politico e si è rinsaldato il vecchio asse PdL-Lega”. Ad affermarlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge “fa rabbrividire che questi giochetti vengano fatti usando come carta straccia la Costituzione, base della democrazia. Chi si oppone a questo scempio non è offuscato da ‘un rancore polemico o ancorato a schemi del passato’, come dice Gasparri, ma semplicemente rispetta la Carta e le istituzioni più di altri e pretende che le riforme vengano fatte seriamente con ogni passaggio parlamentare previsto. Pretende che, a maggior ragione se c’è di mezzo la Costituzione, si intervenga nell’interesse del Paese, non seguendo meri interessi di parte. Sarebbe un’offesa al principio che regola la Repubblica. Sarebbe, come è stata, pura propaganda elettorale per provare a sopravvivere”.

Al Senato nessuna riforma ma solo un pasticcio incredibile, l’unica vera urgenza è il dimezzamento dei parlamentari

giugno 26, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Ormai il Senato è ridotto a una Babele imbarazzante, si fa finta di voler fare tutto per non fare niente”. Lo afferma il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “In Aula è approdato un pasticcio incredibile che non non si può nemmeno definire una riforma. Un testo mal scritto, senza senso e pericoloso, frutto di un evidente scambio di favorio tra Pdl e Lega, per far saltare l’unica vera riforma necessaria e urgente: il dimezzamento del numero dei parlamentari. E’ la malapolitica che tiene in ostaggio le istituzioni, in spregio della Costituzione e senza nessun rispetto per i cittadini”.

Saltano le nomine del Cda Rai, senza manuale Cencelli i lottizzatori non si sanno più orientare

giugno 26, 2012 in Politica

La solita commedia all’italiana: dopo vari proclami a vuoto, la vecchia maggioranza Pdl-Lega tenta sfacciatamente di saccheggiare il Cda della Rai. Il centrodestra vuole forzare la mano sulle candidature facendo mancare il numero legale in Commissione di Vigilanza, ma ormai l’esigenza di un cambio di rotta del servizio pubblico non è più eludibile. Se il problema è estromettere la politica dalla Rai, la soluzione è garantire massima trasparenza e pubblicità alle procedure di nomina e alle candidature pervenute. Su questo il centrosinistra doveva darci man forte, ma ancora una volta facciamo da soli. Il Presidente Zavoli è comunque ancora in tempo per accogliere la nostra richiesta, perché è chiaro che non si può contare sulla buona fede dei partiti che hanno portato la più grande azienda culturale del Paese sull’orlo del disastro. La fumata nera in Commissione lo dimostra: dopo anni di indecente spartizione delle poltrone di viale Mazzini, senza consultare il manuale Cencelli i lottizzatori non si sanno più orientare. Continua a leggere →

Il papocchio del semipresidenzialismo e le finte riforme

giugno 21, 2012 in Politica

Stanno facendo un papocchio confuso e pericoloso. Stanno devastando la Costituzione con un progetto di riforma pessimo sotto tutti i punti di vista. Prendete il semipresidenzialismo: già nella Costituzione attuale il sistema delle garanzie sta venendo meno a causa di una serie di forzature e di una evidente debolezza del Parlamento rispetto ad altre Istituzioni. Il complesso sistema di pesi e contrappesi voluto dai costituenti, che ha funzionato molto bene finora, rischia ormai di deflagrare a cuasa dei continui colpi di mano degli ultimi venti anni e che continuano ancora oggi. Continua a leggere →