Cicchitto torna a vecchi slogan per paura

novembre 4, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Cicchitto non perde occasione per attaccare Ingroia e svilire la magistratura. Forse il PdL è abituato a muovere le istituzioni come pedine, del resto l’uso che è stato fatto della Giustizia (e del Ministero competente) per le leggi ad personam ne è un esempio”. A dichiararlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “questo modo di fare non appartiene alla nostra cultura, che ha sempre rispettato la magistratura e le sue funzioni, né tantomeno ad un uomo che ha messo la sua vita al servizio del Paese, come Ingroia, a costo di dover sacrificare i suoi affetti, ingoiare rospi, senza mai abbassare la testa né rinunciare alle sue battaglie. Capisco che tutto questo risulti strano a chi è troppo preso a rincorrere le logiche perverse del Palazzo e che oggi trema perché ha capito che c’è in atto un sommovimento nel Paese, che vuole rompere il vecchio e incrostato sistema di fare politica, avviato dal berlusconismo e sfociato nel montismo. Un sommovimento che può trovare nella svolta dell’IdV, aperta ai movimenti e ai cittadini, la sua rappresentanza”.

Con emendamenti Pdl alla riforma costituzionale cadiamo dalla padella alal brace

giugno 14, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Dalla padella alla brace. Il Senato è paralizzato in una discussione inutile e pericolosa sulla riforma costituzionale”. A dichiararlo il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “il testo ABC uscito dalla commissione era già pasticciato e inconcludente, frutto di una mediazione al ribasso della maggioranza strampalata. Come se non bastasse, gli emendamenti presentati dal PdL in Aula per cambiare il nostro sistema da parlamentare a semipresidenziale, rendono la riforma inammissibile e sballata con l’elezione diretta del presidente della Repubblica, l’attenuazione degli organi di garanzia, il venir meno della centralità del Parlamento. Insomma, un pasticcio che va bloccato perché non serve al Paese e aggiunge solo confusione a confusione. E’ un insulto ai nostri padri costituenti ed è il caso di ricordare che a modificare la Carta sia non può essere un Parlamento di nominati, pieno di condannati, inquisiti, rinviati a giudizio che stanno anche  tentando, con la modifica dell’articolo 68 della Costituzione, di blindare ancora di più la loro posizione di privilegiati. L’unica modifica da fare subito – conclude Belisario – è dimezzare il numero dei parlamentari, per dare un segnale ai cittadini stanchi della malapolitica e delle leggi ad personam”.

Contribuiremo alla riforma della giustizia solo se sarà per il bene di tutti e non di uno solo

gennaio 22, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia

“La riforma della giustizia è un tema fondamentale e le linee programmatiche espresse dal ministro Severino sono un punto di partenza , ma sia chiaro che d’ora in poi le leggi si fanno per il bene di tutti e non di uno solo”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “L’Italia dei Valori parteciperà attivamente alla stesura delle riforme a partire dalla reintroduzione del falso in bilancio. Molte proposte del ministro Severino sono contenute in disegni di legge da tempo presentati dai nostri Gruppi parlamentari al Senato e alla Camera. Resta lo scetticismo di poter votare leggi insieme con chi, fino all’altro ieri, è passato sopra a qualsiasi norma di buon senso per proteggere qualcuno dai processi. E’ il momento di ridare dignità all’intero settore della giustizia, troppo spesso mortificato negli ultimi anni a danno sia degli addetti ai lavori, a cominciare dai magistrati, sia dei cittadini. Se si lavorerà per ridurre i tempi dei processi civili e penali e per rendere meno
frustrante il lavoro dei tribunali, magari razionalizzando le circoscrizione restituendo almeno parte dei fondi tagliati, il contribuito dell’Italia dei Valori non mancherà. Ma è ora di voltare pagina: le leggi ad personam – conclude Belisario – rappresentano un’epoca storica che dobbiamo e vogliamo lasciarci definitivamente alle spalle”.

Bene riporare attenzione sui detenuti. No ad amnistia

dicembre 18, 2011 in Comunicati Stampa, Giustizia, Italia dei Valori, Politica

“Apprezzo molto, dopo tante battaglie dell’Italia dei Valori, che il problema delle carceri sia tornato centrale quando si parla di Giustizia. Per troppi anni, infatti, gli unici interventi ai quali abbiamo assistito sono stati malati di leggi ad personam e il sistema penitenziario paralizzato”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “questo però non ci deve portare fuori strada con misure che rischiano di avviare una giustizia a doppia velocità. E’ importante salvaguardare i diritti dei detenuti e le loro condizioni di vita, ma bisogna porre in essere sistemi che garantiscano  la certezza della pena. Quindi assolutamente no ad amnistia e indulto, che sarebbero un’offesa agli italiani onesti, sì a misure alternative al carcere purché non nascondano salvagenti per i soliti noti. Vogliamo leggere con attenzione le misure annunciate dal ministro Severino e spero siano in linea con le numerose proposte depositate in Parlamento da noi. L’Italia dei Valori – conclude Belisario- ha le idee chiare: nessuna scappatoia per chi commette reati, nessuna estinzione della pena, ma il carcere non può essere un lager”.

L’offensiva di Berlusconi: 24 fiducie nei prossimi sei mesi, ecco il vero colpo di stato

ottobre 30, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Lavoro, Politica

Sul Corriere della Sera di oggi, Berlusconi indica una road map di riforme che nell’arco di sei-otto mesi dovranno essere portate a termine per rispettare gli impegni che ha preso con l’Europa nella lettera di intenti di qualche giorno fa. Premetto che sono convinto che si tratta di un tentativo destinato a fallire perché neanche una maggioranza coesa e ampia riuscirebbe a fare tutto quello che il presidente del Consiglio dichiara di voler fare, figurarsi una maggioranza litigiosa e risicata alla Camera. Continua a leggere →

Gasparri avvolge nella carta regalo anche le macerie della crisi

agosto 8, 2011 in Comunicati Stampa

“Gasparri ha una capacità di avvolgere nella più bella carta regalo anche le macerie. Gli va riconosciuta la perfetta sintonia con il suo grande manovratore”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato Felice Belisario secondo cui “ il presidente dei senatori del Pdl parla di ‘concerto internazionale e decisioni positive della Bce’ quando la realtà è che l’Europa è intervenuta a gamba tesa solo per l’incapacità e l’inerzia del governo Berlusconi, e ancora non sappiamo bene che prezzo avrà questo intervento sulle tasche degli italiani onesti. E poi, Gasparri la smettesse di parlare di collaborazione. Questa maggioranza ha fatto orecchie da mercante con tutti, con le parti sociali, con l’opposizione, con la società civile, con i cittadini che hanno mandato chiari messaggi di insofferenza con l’unico strumento democratico che hanno a disposizione: il referendum. Invece, Berlusconi e la sua compagnia di giro sono andati avanti come un mulo con il paraocchi: a colpi di fiducia, per votare in primis leggi ad personam. Quelle sì, che salveranno qualcuno dai guai, ma non i cittadini dalla crisi”.