Sull’immigrazione il Governo dimostri di avere o meno credibilità in Ue, la Libia deve riconoscere l’Unhcr

maggio 12, 2012 in Esteri

L’allarme lanciato dalla Libia su un peggioramento dell’immigrazione clandestina deve tradursi in interventi concreti in tema di sicurezza e accoglienza. Sulla richiesta di un piano Ue da parte del Ministro Terzi il Governo potrà dimostrare o meno il suo peso e la sua credibilità in Europa, a livello politico e non solo presso i potentati economici e finanziari. Continua a leggere →

LA CRISI ECONOMICA E L’INDIFFERENZA DEL GOVERNO: INDIGNAMOCI TUTTI!

ottobre 13, 2011 in Economia, Giustizia, Italia dei Valori, Lavoro, Politica, Sociale

Roma, via Nazionale. Sede della Banca d’Italia. Centinaia di persone manifestano fino a notte fonda, determinate a portare avanti ad oltranza la loro protesta. Li chiamano indignati, sono cittadini stanchi di pagare il prezzo della crisi ed essere penalizzati dalle speculazioni finanziarie. Hanno deciso di reagire, di farsi sentire da Palazzi troppo spesso sordi e distanti. Sono giovani, sono il nostro futuro. E vogliono cambiare il mondo, partendo dal nodo fondamentale dei rapporti tra le istituzioni e la società. Continua a leggere →

Sostengo la protesta di Wikipedia

ottobre 2, 2011 in Comunicati Stampa, Giustizia, Informazione

“Sostengo la protesta di Wikipedia contro il bavaglio al web contenuto nel ddl sulle intercettazioni”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Denunciamo da tempo questa norma liberticida che mira a ridurre l’Italia alla stregua dei regimi dittatoriali. L’Italia come Cina, Cuba, Libia? Se passa questo disegno sì. Non avere wikipedia e dare limitazioni a migliaia di altri siti ci fa ripiombare nel medioevo informatico, quello in cui abbiamo vissuto fino all’avvento di internet”.

DALLA MARCIA DELLA PACE UN MESSAGGIO CHIARO: CAMBIARE SUBITO

settembre 25, 2011 in Ambiente, Economia, Esteri, Lavoro, Politica, Sociale

Sono passati 50 anni dalla prima Marcia della pace ideata dal filosofo Aldo Capitini e, non a caso, in testa al corteo che attraversava, oggi, l’Umbria, da Perugia ad Assisi, riecheggiava lo slogan di allora che parlava di pace e fratellanza dei popoli. Non a caso perché, sarà anche passato mezzo secolo, ma il messaggio è ancora attuale. E non solo per i conflitti armati che lacerano il mondo e a cui l’Italia, tristemente e dietro ipocriti interventi di aiuto, partecipa. Ma anche per l’assenza di diritti, di accesso alle cure mediche, per le politiche di respingimento, per il divario sociale, la precarietà e la povertà.
Continua a leggere →

IL TIRANNO E’ SCONFITTO, L’ITALIA FACCIA LA SUA PARTE NEL PROCESSO DI PACE

agosto 22, 2011 in Esteri

Molti ricorderanno Claudio Gentile, il campione del mondo dell’Italia nel 1982, il difensore che fermò Zico e Maradona. Non tutti sanno che è nato e vissuto fino a 9 anni a Tripoli e, in un’intervista rilasciata all’agenzia Ansa, ha espresso il desiderio di poter tornare, finalmente, nella città dove i suoi genitori hanno vissuto per 35 anni. Gheddafi ha sempre impedito a loro e a tutti gli italiani di tornare. Ecco, questo (e soprattutto molto altro) era Gheddafi: dittatore crudele di un Paese conquistato con un colpo di stato nell’ormai lontanissimo 1969. Continua a leggere →

Il governo chiarisca sulle armi trasferite dalla Sardegna

agosto 2, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“E’ assurdo e inquietante che si continuino a finanziare missioni di guerra che, oltre a comportare la perdita di vite umane e un costo notevole a carico dei cittadini, nascondono lati oscuri”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato e componente del Copasir, Felice Belisario che a riguardo ha già presentato un’interrogazione. “Ancora oggi ad un parlamentare non è dato sapere quando, come e a chi sono state trasferite le armi provenienti dall’isola di Santo Stefano, in Sardegna. Addirittura continua a girare sempre più l’indiscrezione che gli armamenti siano stati trasportati su navi passeggeri verso Civitavecchia per poi essere smistati in Libia. Nelle mani di chi, non è dato saperlo. Chi abbiamo armato? I ribelli del regime o il regime stesso? Come se non bastasse  circola, in modo insistente, la voce secondo cui sulla questione si voglia apporre il segreto di Stato. E’ intollerabile – conclude Belisario – il governo è tenuto a fare chiarezza. E’ in gioco la nostra sicurezza e la nostra credibilità internazionale”.

L’IDV E’ L’UNICA FORZA IN PARLAMENTO CHE SI OPPONE ALLA GUERRA IN AFGHANISTAN E IN LIBIA

luglio 26, 2011 in Esteri, Politica

Il Parlamento vota il rifinanziamento delle missioni all’estero e, ancora una volta, l’Italia dei Valori si oppone chiedendo con forza il ritiro del contingente italiano dall’Afghanistan.

Sono tre anni che l’Idv vuole il rientro delle nostre truppe, da quando cioè è apparso chiarissimo che quella è una sporca guerra ed è in contrasto con quanto recita l’articolo 11 della Costituzione. Lo chiediamo ogni sei mesi, ogni volta, cioè, che si vota il rifinanziamento delle missioni. Continua a leggere →

L’ITALIA CHIEDA ALL’ONU UN INTERVENTO ECONOMICO E SOCIALE IN NORD AFRICA

giugno 3, 2011 in Senza categoria

La crisi del Nord Africa non può lasciarci indifferenti. L’Europa si è mossa con enorme ritardo dal punto di vista politico ed è ancora addirittura ferma nella ricerca di una soluzione alle enormi emergenze che la crisi in quei paesi stanno causando. Non solo. La risposta di alcuni stati europei è stata totalmente inadeguata perché si è concretizzata solo con atti di guerra nei confronti del regime di Gheddafi con danni alla popolazione civile. Continua a leggere →