Esentare dai tributi i gestori dei beni confiscati

settembre 14, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

 ”Le associazioni Onlus che gestiscono beni confiscati alla mafia devono essere esentate dal pagamento dei tributi per i beni che gestiscono”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, primo firmatario di un ddl sull’argomento. “La normativa sulle Onlus consente ai comuni di disporre esenzioni aggiuntive a quelle previste dalla legge. Molti comuni, tuttavia, non le concedono. Si tratta di cifre modeste per le amministrazioni comunali, ma onerose per le associazioni che solitamente svolgono attività di interesse collettivo e spesso non possiedono entrate autonome. Nella nostra proposta – spiega Belisario – le Onlus non sarebbero più soggetti passivi di canoni, tasse e tariffe. Se sequestriamo beni alla criminalità organizzata e li affidiamo ad associazioni dobbiamo – conclude Belisario – anche aiutarle a svolgere la loro opera nel migliore dei modi”.

30 anni dalla morte del generale Dalla Chiesa: vogliamo la verità sui rapporti tra Stato e mafia

settembre 3, 2012 in Giustizia, Politica

Nel maggio del 1982, Carlo Alberto dalla Chiesa fu nominato prefetto di Palermo con l’obiettivo di contrastare duramente l’azione di Cosa Nostra. Sin da subito, però, il generale Dalla Chiesa lamentò l’assenza di mezzi adeguati da parte dello Stato: “Mi mandano in una realtà come Palermo, con gli stessi poteri del prefetto di Forlì”. Ciò nonostante continuò a fare il proprio dovere, cominciando a svelare le molteplici collusioni tra mafia e politica. Appena pochi mesi dopo il suo arrivo nel capoluogo siciliano, il 3 settembre di 30 anni fa, Dalla Chiesa fu assassinato insieme a sua moglie e al suo agente di scorta. La strage di via Carini rimane ancora avvolta nel mistero, ed è in nome del sommo sacrificio di un vero servitore dello Stato che le istituzioni devono impegnarsi nella ricerca della verità. Smascherare ogni tipo di legame tra lo Stato e la criminalità organizzata: è questo il solo modo per onorare la memoria di eroi come Dalla Chiesa. Continua a leggere →

Panorama e il ricatto a Napolitano: cui prodest?

agosto 30, 2012 in Giustizia, Politica

Secondo alcuni esponenti del Pd, l’IdV si è esclusa dall’alleanza di centrosinistra quando ha osato criticare Napolitano. In democrazia mi sembra lecito muovere delle obiezioni sul conflitto di attribuzioni sollevato dal Capo dello Stato, che mette in difficoltà la Procura di Palermo impegnata a far luce sulla trattativa tra Stato e mafia. Non siamo certo in un soviet dove ogni atto del leader maximo è indiscutibilmente giusto e chi lo disapprova viene esiliato. Le alleanze si dovrebbero costruire sulle proposte di governo, non sulle diverse posizioni rispetto ad una vicenda come quella delle intercettazioni in cui è incappato Napolitano per responsabilità, evidentemente, dell’indagato Mancino. Invece il Pd, che governa con chi ha sempre infangato le istituzioni, fa lo schizzinoso con noi solo perché chiediamo a gran voce la verità, che certo non può essere insabbiata in nome di una presunta ‘infallibilità del Capo dello Stato. Ora finalmente, grazie a “Panorama” e al suo editore (la Mondadori di Berlusconi), per i dirigenti democratici la situazione sarà più chiara: l’articolo sul contenuto delle famigerate conversazioni ha mostrato in maniera lampante chi vuole giustizia, come l’Italia dei Valori, e chi invece strumentalizza la vicenda e vorrebbe ricattare Napolitano per fini politici. Scommettiamo che ora faranno la legge-bavaglio? Continua a leggere →

Oggi ricordiamo Libero Grassi. Ma non vogliamo commemorazioni, vogliamo la verità

agosto 29, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

 

“Non possiamo continuare a vivere nell’ipocrisia. se davvero vogliamo commemorare l’onore delle persone che, come Libero Grassi, hanno perso la vita per essersi opposte alla mafia, dobbiamo farlo a tutti i livelli”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “le parole, se non seguite dai fatti, se le porta via il vento. E’ importante che in giornate come queste venga onorata la memoria di chi ha perso la vita per la difesa della legalità. Ma l’unico modo per evitare che ciò si ripeta è che questi ‘eroi’ non restino solo un esempio da ricordare e che chi lavora per stanare trame occulte e intrallazzi mafiosi non venga lasciato solo. Lo Stato deve dimostrare che il suo primo obiettivo è la lotta alla malavita organizzata e la difesa di coloro che sacrificano vita, affetti e privacy per portare alla luce la verità. Le commemorazioni fini a se stesse – conclude Belisario – sono un gesto importante… ma non portano a nulla. E’ ora di voltare pagina. Lo Stato italiano dimostri la sua voglia di pulizia”.

Su trattativa Stato-mafia vogliamo solo la verità. Nessuna speculazione

luglio 20, 2012 in Comunicati Stampa, Giustizia

“Mi dispiace constatare che il capo dello Stato non colga ancora il vero motivo che ci ha spinto in questi giorni a difendere  i magistrati di Palermo e a chiedergli di rinunciare a sollevare il conflitto di attribuzioni”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “l’intenzione dell’Italia dei Valori è solo quella di fare chiarezza, al più presto, sulla trattativa Stato-mafia. Sono passati troppi anni e questo resta ancora il Paese dei misteri irrisolti. Non ce lo possiamo permettere dal momento che, oggi come non mai, i cittadini indignati dalla malapolitica chiedono trasparenza alle Istituzioni, la cui credibilità è davvero sottozero. Napolitano – conclude Belisario – non si faccia sviare da chi vuole oscurare la verità, manipolando le nostre posizioni. Se, come credo, abbiamo lo stesso obiettivo, ovvero difendere l’indipendenza della magistratura e non frapporre alcun ostacolo  all’accertamento della verità sulle stragi mafiose, passiamo dalle parole ai fatti”.

Di Pietro nel giusto, basta con i trombettieri

luglio 20, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“I pm di Palermo sono al lavoro per fare piena luce sulla trattativa tra Stato e mafia, il dovere delle istituzioni è quello di andare fino in fondo nella ricerca della verità e per questo riteniamo del tutto inopportuno aver sollevato il conflitto di attribuzioni. Di Pietro è nel giusto quando chiede il rispetto della Costituzione, cui naturalmente è tenuto anche il Presidente della Repubblica. E fa specie che questo sollevi tanto clamore in alcuni esponenti delle forze che sostengono l’uomo del Colle Monti, Pdl e Pd in testa. I soliti trombettieri, schierati a destra e a sinistra, la smettano di scaldarsi tanto appena sentono le parole democrazia, legalità e giustizia: è su questi principi che si fonda la nostra Repubblica, non sul dogma dell’infallibilità”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario.

 

Trattativa Stato-mafia: le istituzioni devono cercare la verità, il Pd se ne faccia una ragione

giugno 17, 2012 in Politica

Antonio Di Pietro ha espresso le sue preoccupazioni sui nuovi scenari della trattativa tra Stato e mafia, annunciando di interpellare formalmente il Ministro della Giustizia a proposito dell’intervento del Colle nella vicenda Mancino. Il solito corazziere improvvisato è scattato sull’attenti e ha gridato allo scandalo, ma non accettiamo lezioncine né minacce da Enrico Letta, che ha dimostrato il suo rispetto per le istituzioni mandando pizzini a Monti: un comportamento che non ha fatto onore né al Governo che sostiene, né al partito che rappresenta. Gli esponenti del Pd si confrontino piuttosto sul tema sollevato da Di Pietro, invece di buttare la palla in tribuna. Mi domando se in democrazia, pur con tutto il rispetto che si deve portare alle istituzioni, anche quelle di garanzia, è possibile il diritto di critica oppure se vi sia in Costituzione un articolo che proclami la infallibilità del Capo dello Stato. Io non l’ho trovato, se qualcuno vuole indicarmelo, gliene sarò riconoscente… Continua a leggere →

La lezione di Falcone: la mafia non usa solo la lupara

maggio 23, 2012 in Giustizia

“Falcone non è morto invano. Dobbiamo continuare la sua lotta. La mafia non è un problema solo italiano ma europeo e le soluzioni possono essere solo europee”. Questa frase è stata postata su twitter da Martin Schulz, il presidente del Parlamento europeo, e ci dà la consapevolezza di come il problema mafia debba essere affrontato. Non è un problema siciliano o del sud Italia, è una questione internazionale. Continua a leggere →