Il ddl sul lavoro è bene che non sia approvato, si voti piuttosto la sfiducia al Ministro Fornero

giugno 17, 2012 in Comunicati Stampa

“Governo e maggioranza continuano ad essere distanti anni luce dal Paese reale. Le grandi manifestazioni di piazza non possono essere calpestate da una corsa con i paraocchi verso il varo del ddl sul lavoro. E’ bene che la riforma non sia approvata nell’interesse dei lavoratori e del mondo produttivo, perché si tratta di un provvedimento inutile e dannoso: è lo scalpo delle fasce sociali più deboli che Monti vuole esibire al vertice Ue del 28 giugno”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario. “Il Parlamento – aggiunge – deve piuttosto ascoltare l’esasperazione dei cittadini e votare la mozione di sfiducia al Ministro del lavoro che non c’è, Elsa Fornero, responsabile della crescente disoccupazione, della devastante riforma sulle pensioni e del dramma degli esodati. Di fronte ad un Paese in recessione il Governo non ha saputo far altro che approvare i licenziamenti facili, smantellando l’articolo 18, senza preoccuparsi di creare occupazione, affrontare il precariato o estendere gli ammortizzatori sociali. L’Italia dei Valori non accetterà alcuna forzatura che esautori il ruolo delle opposizioni, contro la riforma del lavoro – conclude Belisario – continueremo a dare battaglia in Parlamento e nelle piazze a difesa della democrazia”.

 

Disagio sociale e proteste illegali: rispondere alle giuste istanze, ma isolare subito i sobillatori

gennaio 24, 2012 in Economia, Politica

Purtroppo e’ successo quello che non doveva succedere: uno dei partecipanti alle manifestazioni degli autotrasportatori e’ morto ad Asti, investito da una collega che voleva passare a tutti i costi. Siamo in pieno allarme rosso: si rischia la paralisi, i disagi sono ormai insostenibili e la rivolta del settore è andata ben al di la’ della legittima manifestazione. Continua a leggere →

DALLA PIAZZA UN GRIDO AL GOVERNO: PRECARIO SARAI TU!

aprile 9, 2011 in Senza categoria

La manifestazione dei precari a Potenza

Le manifestazioni dei precari organizzate in tutta Italia sono un avviso di sfratto al Governo: il tempo è scaduto, a causa di un’occupazione instabile, sottopagata, spesso irregolare e sempre insoddisfacente intere generazioni non riescono a vivere dignitosamente. L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro ma il Governo l’ha fatta sprofondare nella precarietà: la situazione è intollerabile, per questo la mobilitazione sociale dell’Italia dei Valori renderà esecutivo lo sfratto di un Governo immobile e insolvente. Ho partecipato alla protesta di Potenza al fianco dei cittadini che stanno cercando di riprendersi la propria vita, strappandola dalle mani di chi ha imposto che il provino per il “bunga bunga” è l’unica strada per avere possibilità di realizzazione personale. Chi manifesta nelle piazze è migliore di chi ci governa. Continua a leggere →

STUDENTI E FORZE DELL’ORDINE UNITI CONTRO LE LEGGI TAGLIOLA

dicembre 20, 2010 in Italia dei Valori, Politica, Sicurezza, Università e Cultura

Un'immagine della protesta delle forze dell'ordine ad Arcore

Questa settimana sarà densa di manifestazioni in tutta Italia, in particolare a Roma ci saranno proteste particolarmente rilevanti contro il Ddl Gelmini sulla riforma universitaria. L’esperienza di martedì scorso avrebbe dovuto insegnare che è il caso di fermarsi e dialogare con studenti, docenti, famiglie e dipendenti del settore dell’Istruzione per discutere almeno delle richieste principali. Il Gruppo Idv al Senato ha chiesto l’apertura di un dialogo in tal senso, ma il Ministro Gelmini ha rifiutato di esaminare ogni emendamento. Continua a leggere →

CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA: NO ALLE VIOLENZE, MA C’È UN GOVERNO FANTOCCIO

dicembre 14, 2010 in Politica, Sicurezza, Università e Cultura

Oggi Roma è stata militarizzata e abbiamo assistito a scene da dittatura sudamericana: da un lato, le istituzioni difese da cordoni di protezione in assetto antisommossa, dall’altro migliaia di manifestanti che hanno dato corso ad una violenza inaudita e sconsiderata. Il Governo Berlusconi è giunto alla fine di un vicolo cieco che ha percorso a testa bassa, contro tutto e tutti. Con le sue riforme, a dir poco impopolari, ha scatenato le ricorrenti manifestazioni in piazza di ogni categoria sociale. È l’ostinazione della debole maggioranza nel non volersi far da parte a causare le gravi tensioni sociali di questo periodo, che però di certo non devono degenerare in scontri violenti. Difficile trovare momenti di conflitto paragonabili a quelli di cui sono stato testimone poche ore fa, in strada, accanto ai poliziotti di presidio al Senato. Continua a leggere →

CON LA TESI DEL COMPLOTTO INTERNAZIONALE IL GOVERNO DA RIDICOLO DIVENTA PERICOLOSO, DA IERI SIAMO SUL SERIO ALL’EMERGENZA DEMOCRATICA

novembre 27, 2010 in Esteri, Politica, Sociale

L'espressione di Obama la dice lunga sulla sua considerazione per il nostro presidente del Consiglio

I colpi di coda di un governo allo stremo delle forze fino all’altro ieri sembravano usciti da un libro di satira politica, neanche dei migliori. Un premier puttaniere e barzellettiere che ride e se la gode mentre la nave affonda, una ministra e la nipote del duce che si insultano tra loro e così via. Da ieri, invece, le cose si sono fatte maledettamente più serie perché ora c’è un ministro degli Esteri che, in pieno accordo con tutto il consiglio dei ministri, accusa non si sa bene quale grande fratello internazionale di ordire un complotto contro l’Italia, legando tra di loro, come spiega benissimo D’Avanzo su Repubblica di oggi, cose che non stanno insieme. Continua a leggere →