Sì, No, forse …assistiamo al solito teatrino

dicembre 17, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Sì, No, forse. Sembra un gioco ma non lo è. Stiamo parlando delle elezioni, ovvero di quel passaggio fondamentale che la Costituzione garantisce per dare ai cittadini il diritto di rappresentanza. Ed invece assistiamo, a due mesi dalla data del voto, al solito teatrino”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “annunci, smentite, misteri che vanno in scena a destra come a sinistra su alleanze, liste, candidati. Eppure mi pare che l’indignazione dei cittadini verso una certa politica che pensa solo alle furberie e alle mosse sulla scacchiera delle poltrone era arrivata forte e chiara. Ma così come è rimasto sordo Monti, che ha dato il colpo di mannaia finale, sordi restano anche molti esponenti che abitano da tanto, troppo tempo il Parlamento. Ad oggi – aggiunge – le uniche idee chiare mi pare arrivino dall’IdV che ha un programma coerente con l’attività parlamentare e con le iniziative referendarie e solo in base a questo deciderà con chi stare, trovando da questo momento di crisi generale la rinascita per una nuova Italia dei Valori. Chi vuole stare con noi è il benvenuto, altrimenti pazienza, andremo con i cittadini stanchi delle macchiette di Berlusconi e delle ultime inaffidabili dichiarazioni di Monti e di chi un giorno ne insegue le politiche, il giorno dopo le rinnega”.

IdV in piazza con i sindaci contro i tagli lineari

luglio 24, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Sociale

“L’Italia dei Valori è presente al sit-in promosso dall’Anci oggi a Roma per protestare contro l’ennesima mannaia sociale, chiamata spending review per nascondere la verità”. A dichiararlo in piazza, a fianco dei sindaci, il presidente dei senatori dell’IdV, Felice Belisario, che aggiunge: “evidentemente, al contrario dei sindaci, il governo Monti non conosce i problemi dei cittadini ma solo quelli dei poteri forti, delle banche, delle assicurazioni e delle grandi imprese. La revisione della spesa pubblica dei professori taglia in modo lineare i servizi ai cittadini: meno asili, meno trasporti, meno servizi sociali. Il governo deve cambiare assolutamente un provevdimento che continua a far pagare la crisi ai deboli. In questo modo – conclude Belisario – non ci sarà mai né ripresa né crescita”.

Dopo le elezioni pronta mannaia per i lavoratori

maggio 10, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro

“Passate le elezioni il governo e la maggioranza transgenica che lo sostiene sono pronti a colpire con la mannaia i lavoratori”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, secondo cui “le modifiche introdotte alla Riforma del Lavoro, con gli emendamenti presentati dai relatori e dal governo, rendono ancora più mostruosa una normativa già indigeribile per i lavoratori. Gli emendamenti, infatti, peggiorano la flessibilità in entrata, esaltando la precarietà, e allo stesso tempo peggiorano quella in uscita. Tradotto, si tratta di modifiche che agevolano i licenziamenti facili, poiché rendono la normativa ancora più confusa. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – contrasterà la Riforma perché iniqua e perché non porterà nessun posto di lavoro”.

La legge di Stabilità smantella il Sistema sanitario nazionale

ottobre 26, 2011 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Sanita’, Università e Cultura

“Una vera e propria mannaia sul Sistema sanitario nazionale”, così il presidente dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, definisce, intervenendo in commissione Sanità, la legge di stabilità. “Una norma che taglia in modo indiscriminato i fondi alla ricerca e rende ancora più complicato l’accesso ai servizi sanitari per i cittadini.  In un Paese come il nostro, in cui la situazione delle strutture ospedaliere è drammatica, il governo pensa bene di ridurre anche gli investimenti in materia di edilizia e tecnologia, condannando l’Italia a rimanere ferma al palo, all’epoca del Medioevo. A chi si rivolgeranno i 13 milioni di cittadini che ogni anno vengono accolti dal Ssn e gli altri 30 che chiedono aiuto per cure urgenti? Si tratta – conclude Belisario – di una violazione del diritto alla salute. La legge di Stabilità sembra seguire un piano ben preciso: quello di smantellare il Sistema sanitario nazionale a vantaggio delle strutture private, con l’abbandono di fatto della sanità pubblica garantita a tutti i cittadini”.

Calderoli è ministro da oggi? Dov’era fino a ieri?

luglio 31, 2011 in Comunicati Stampa

“Non è mai troppo tardi per rinsavire, ma mi chiedo se Calderoli ieri era ministro della Repubblica o lo sia diventato oggi”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge : “Stiamo assistendo, in questi giorni, al rituale tira e molla della Lega che, da Pontida sembra interessarsi ai problemi dei cittadini, per poi obbedire al grande capo quando torna a Roma. La proposta di Calderoli sul Campus per lo sviluppo economico è interessante, ma mi chiedo quanto veritiera. Se mai, infatti, il governo avesse voluto incontrare le parti sociali, i sindacati e il mondo dell’imprenditoria, avrebbe avuto mille occasioni per farlo. Ed avrebbe dato prova di ascoltare le loro istanze, varando un’altra manovra e non questa che altro non è che una mannaia per le fasce più deboli.
Osserverò, poi, con particolare attenzione – conclude Belisario – fin dove il Carroccio sia disposto ad esporsi per l’eliminazione dei ticket sanitari e quanto, invece, sia l’ennesimo spot estivo. Anche qui mi chiedo perché non l’abbia fatto finora.”