Sui tagli alla spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Se poi il relatore del Def è Marco Milanese…

aprile 22, 2012 in Economia, Politica

Quando c’è da imporre sacrifici ai cittadini, il Governo parla con una voce sola, se invece si tratta di tagliare la spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Lo stesso Passera ammette che ci sono delle resistenze, ciò significa che il Ministro Giarda sta lavorando alla spending review con una forbice spuntata. Le manifestazioni di corporativismo dei tecnici sconfessano le rosee previsioni del Documento di economia e finanza, così il pareggio di bilancio resterà una chimera e serviranno altre tasse sulle fasce sociali più deboli. Inutile fare carte false, i conti pubblici non tornano: il ragionier Monti, che sta scardinando lo Stato sociale e vessando i cittadini, applichi questo stesso rigore contro gli sprechi della politica e delle pubbliche amministrazioni. Altrimenti altro che la “task force” chiesta dal Ministro Giarda, a richiamare l’Esecutivo sui bilanci fuori controllo ci penserà la Corte dei Conti. Almeno, per guadagnare un minimo di credibilità, andrebbe ritirata la nomina a relatore del Def di Marco Milanese, l’ex consigliere dell’allora Ministro Tremonti, già scampato ad una richiesta di arresto e accusato di corruzione e finanziamento illecito ai partiti. Continua a leggere →

MILANESE E’ SALVO MA BERLUSCONI E’ ASSAI PREOCCUPATO

settembre 22, 2011 in Politica

Eppur si muove. Sì, qualcosa si muove nella maggioranza. Il voto segreto sul caso Milanese ha reso meno scontato del previsto il risultato finale. Alla fine il no all’arresto è passato per soli sette voti, sei perché il vicesegretario del Pd, Enrico Letta, ha fatto mettere a verbale che, per un blocco del sistema, il suo voto non appare nel conteggio finale. Fatti due conti, se il centrosinistra e il Terzo polo, come credo, hanno votato compatti, ci sono stati sette franchi tiratori nella maggioranza. Ne sarebbero bastati tre in più e il no all’arresto sarebbe diventato un sì, con tutte le conseguenze che questo avrebbe comportato. Continua a leggere →

AAA, PARTITO DEGLI ONESTI DISPERATAMENTE CERCASI

luglio 16, 2011 in Politica

AAA, partito degli onesti disperatamente cercasi. Perché quello promesso o proposto dal ministro-neosegretario Angelino Alfano ancora non si intravede. Lo dice intanto la lunga lista di esponenti del Pdl coinvolti più o meno direttamente, in modo più o meno grave, in inchieste giudiziarie. Una lista che comincia col plurimputato Berlusconi e prosegue con i vari Dell’Utri, Di Girolamo, Verdini, Matteoli, Cosentino, Brancher ecc. per arrivare fino ai Milanese, ai Romano e ai Papa delle ultime settimane. E lo dice poi la sconcertante determinazione con cui l’aspirante ‘partito degli onesti’ sistematicamente sbarra la strada alla magistratura quando di mezzo c’è uno dei suoi. Continua a leggere →