La Lega poltrona torna a braccetto con il Pdl. Siamo l’unica opposizione a Berlusconi e Monti!

gennaio 7, 2013 in Politica

Come volevasi dimostrare, alla fine la Lega ha chiuso l’accordo con Berlusconi. Alla faccia del rinnovamento promesso a suon di scope! Dopo che sul Carroccio è piombata un’altra tegola, quella di una nuova inchiesta che stavolta riguarda i conti del Gruppo al Senato, Maroni ammette candidamente che si presenterà con il Pdl perché così spera di guadagnare il posto di Governatore in Lombardia. La Lega poltrona cede all’abbraccio fatale del Cavaliere e per le imminenti elezioni ricostruisce l’alleanza che ha portato l’Italia sull’orlo del baratro, causando poi la nascita del Governo Monti. L’unica forza che si è opposta e si oppone a Berlusconi e a Monti è l’IdV, gli altri perdono il pelo ma non il vizio. Continua a leggere →

La maggioranza del porcellum cerca l’accordo per la nuova legge elettorale

settembre 11, 2012 in Elezioni, Politica

A volte ritornano. Ricordate i partiti che avevano dato vita al porcellum, la legge elettorale che il suo inventore, Calderoli, definì una porcata? Furono Forza Italia, An, Lega e Udc. A quanto pare, proprio il Pdl (erede di Fi e An) e il partito di Casini starebbero per presentare un ddl di riforma della legge elettorale che otterrebbe l’appoggio della Lega, riformando esattamente la stessa terribile maggioranza che approvò il porcellum alla fine del 2005. Continua a leggere →

Rosy Mauro si deve dimettere da vicepresidente del Senato, abbiamo proposto una modifica del Regolamento per la sua decadenza

aprile 23, 2012 in Comunicati Stampa

“Di fronte agli equilibrismi a cui stiamo assistendo in queste ore è necessario ridare credibilità alle istituzioni, per questo l’Idv ha presentato una riforma del Regolamento del Senato che fa decadere dalla carica i membri del Consiglio di Presidenza che cambiano Gruppo parlamentare. Il compromesso alla buona raggiunto tra il Presidente Schifani e la sua vicaria Rosy Mauro non basta, per salvaguardare il decoro dell’Aula la senatrice deve dimettersi dal suo ruolo di vicepresidente”. Lo dichiara il Capogruppo dei Senatori IdV, Felice Belisario. “La posizione di Rosy Mauro – aggiunge – non lascia spazio a misure cerchiobottiste, è inaccettabile che resti abbarbicata al banco della Presidenza con una ostinazione che può solo far aumentare l’indignazione dei cittadini verso la classe politica. Sappiamo bene che la vicepresidente Mauro non è sfiduciabile, ma è anche vero che è stata scaricata dalla Lega ed è passata al Gruppo misto. Ormai non rappresenta nessuno, se non se stessa: un motivo in più per chiederle di fare un passo indietro, le istituzioni non possono ammettere i trasformismi. Ci aspettiamo che la Giunta per il regolamento – conclude Belisario – approvi la nostra proposta di modifica per far decadere Rosy Mauro dal suo incarico e garantire la rispettabilità delle istituzioni”.

Rosy Mauro si dimetta da vicepresidente del Senato, lo scandalo non può infangare le istituzioni

aprile 7, 2012 in Politica

I vertici leghisti assicurano che faranno pulizia e non vogliono che le Procure o la politica mettano il becco nei loro affari. Ma è in gioco la credibilità della politica italiana, mica quella della Padania che nessuno ha mai preso sul serio! La bufera che si è abbattuta sul Carroccio non può essere risolta nelle chiuse stanze di via Bellerio, dall’inchiesta emerge l’allegro sperpero di soldi pubblici concessi per esercitare un’essenziale funzione democratica, non per pagarsi diplomi e lauree. Beata ignoranza: Bossi assicura di non averne mai saputo niente, ma si è dimesso da segretario. Bene, faccia altrettanto anche Rosy Mauro e lasci la vicepresidenza del Senato, lo scandalo non può trascinare nel fango le istituzioni della Repubblica. La magistratura farà il suo corso, ma ragioni di opportunità impongono un passo indietro da parte di chi ricopre cariche così importanti ed è al centro di una vicenda gravissima, squallida e infamante. Continua a leggere →

La nuova trovata della Lega poltrona: partito di lotta, ma anche di Governo

novembre 21, 2011 in Politica

In via Bellerio vedono troppi film. Circa un anno fa Bossi affermò di aver trovato delle cimici nel suo ufficio e nella sua abitazione romana, e invece di denunciare il fatto chiese a Maroni, forse scambiandolo per uno sceriffo, di mandargli qualcuno dei suoi uomini. Già allora contestai questa mossa irrispettosa delle istituzioni, avanzando peraltro seri dubbi sulla veridicità della notizia. In effetti oggi il pm della Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione del caso perché l’indagine non ha consentito di individuare le microspie e nessuno dello staff del Senatur le ha mai viste. Ma il Carroccio non demorde. Continua a leggere →

Lega poltrona vuole anche presidenza del Copasir

novembre 21, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“Cambiano i governi, ma la logica spartitoria resta invariata. Dopo tre anni e mezzo di malgoverno, la Lega poltrona non cambia stile pretendendo anche la presidenza del Copasir. E’ veramente  indecente continuare  ad adottare questo malcostume da manuale Cencelli”.  Lo dichiara Felice Belisario,  presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato ed esponente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica,ricordando che il Governo non e sostenuto da alcuna maggioranza politica ma è insediato solo per fare fronte ad una emergenza drammatica.

 ”Maroni – prosegue – ha fatto un passo indietro, ma il cerchio magico ne fa uno avanti spingendo per la presidenza del Comitato. Con questa mossa strumentale del passaggio ad un’opposizione più mediatica che politica, la Lega pensa di avere in mano l’asso piglia tutto: da una parte chiede la presidenza del Copasir, dall’altra però non rinuncia alla presidenza delle altre commissioni. Un po’ di coerenza è il minimo sindacale che gli italiani vogliono in questa difficile fase, ma forse per la Lega è chiedere troppo”.

Indignati. Autunno caldo sarà colpa del governo

ottobre 18, 2011 in Comunicati Stampa

“Se ci sarà un autunno caldo, come più volte ha detto il ministro Maroni, sarà tutta colpa del governo che non rilancia la nostra economia”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, durante il suo intervento in aula a commento dell’informativa del ministro Maroni sugli incidenti di sabato scorso durante la manifestazione degli Indignati a Roma. “Gli scontri hanno distolto l’attenzione dalle istanze degli italiani scesi pacificamente in piazza per opporsi alla speculazione finanziaria, ai meccanismi distorti dell’economia, alle connessioni tra politica e malaffare, alle conseguenze nefaste del capitalismo sfrenato e dello scollegamento tra le oligarchie di potere e una società stanca di pagare una crisi al posto di chi l’ha causata. Noi stiamo sollevando all’attenzione del Paese il clima di tensione che non noi, ma questa maggioranza sta fomentando”. Belisario ha infine ricordato che “in tre anni questo governo ha tagliato tre miliardi alle forze dell’ordine. C’era un fondo giustizia che è stato saccheggiato per fare tutt’altro, noi chiediamo che sia ripristinato. Il ministro Maroni ha detto di essere disponibile al confronto. Noi abbiamo presentato proprio oggi un ddl e su quella base possiamo avviare una discussione. L’Italia dei Valori vuole superare questa fase di tensione perché le istituzioni repubblicane devono essere preservate”.

CONDIVIDO L’ANALISI DI MARIO MONTI, BERLUSCONI E’ LA PATOLOGIA DEL PAESE

ottobre 16, 2011 in Economia, Politica

L’intervento di Mario Monti è pienamente condivisibile, una fotografa esatta della gravissima situazione che stiamo vivendo a causa di un premier indegno del proprio ruolo. Sono 17 anni che fa vuota propaganda, disinteressandosi della crisi e preoccupandosi solo di non finire sotto processo, anche se questo significa portare il Paese al collasso. Noi lo abbiamo sempre sostenuto, ora arriva un’autorevole conferma: con Berlusconi al potere, l’Italia è in pericolo. Negando l’evidenza con un ottimismo delirante, il premier ci ha portati sull’orlo del baratro. Ha anteposto i suoi guai giudiziari alle priorità del Paese reale, è un rais senza consenso che in modo eversivo e spregiudicato si occupa solo della sua impunità, impedendo che si realizzi quel desiderio di svolta ormai diffuso e incalzante. Il suo instabile e dannoso Governo è stato commissariato dalle istituzioni europee che guardano con preoccupazione alle sorti di un’Italia sempre più screditata. Berlusconi è la patologia di un sistema a rischio, l’unico rimedio è il ricorso alle urne con un nuovo sistema elettorale che rimetta gli elettori al centro del processo democratico. L’IdV accoglie e rilancia l’appello di Monti: prima che sia troppo tardi liberiamo le forze sane del Paese dalla morsa fatale del Cavaliere di sventura. Continua a leggere →