Da parte della Rai c’è un killeraggio nei nostri confronti

gennaio 11, 2013 in Comunicati Stampa

“Il sistematico oscuramento dell’IdV e della lista Rivoluzione Civile dimostra che la Rai ha messo in atto un killeraggio nei nostri confronti”. Lo dichiara Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori. “Oggi, dei tre telegiornali del servizio pubblico, solo il Tg1 – prosegue – ha passato pochi secondi di sonoro di Antonio Ingroia, a fronte di servizi lunghi diversi minuti, su tutte e tre le reti, dedicati a Berlusconi, Bersani, Monti e Grillo. È stata garantita visibilità anche ad altri, ma non al nostro Movimento. Insomma, mamma Rai confeziona servizi gioiello solo per i figli prediletti. L’IdV e la lista Rivoluzione Civile sono ormai volontariamente tagliati fuori, un vero e proprio furto con scasso ai danni della pubblica opinione. Alla faccia della par condicio! L’Agcom, in seguito al nostro esposto, ha riconosciuto diffusi squilibri nella presenza delle forze politiche, richiamando tutti ad una più corretta rappresentazione. Non si tratta solo di riequilibrare subito gli spazi, ma ci deve essere concesso il tempo che ci è stato rubato. Ci aspettiamo – conclude Belisario – che tutte le emittenti radiotelevisive si occupino, già dalle prossime edizioni dei tg, di garantire ai cittadini il diritto di essere informati in modo completo e imparziale”.

Mediaset interessata all’acquisto di La7? Vengono i brividi al solo pensiero

settembre 16, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione

“Vengono i brividi al solo pensiero che Mediaset possa acquistare La7. Ci libereremo mai di questo infinito conflitto di interessi?” Se lo chiede il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Berlusconi ha già occupato le tre reti Rai e, tra le tv in chiaro, solo La7 può dirsi non dipendente dall’ex presidente del Consiglio. Evidentemente l’aumento degli spazi dedicati alla politica preoccupa il cerchio magico attorno all’anziano leader. La speranza, almeno questa volta, è che il garante della concorrenza intervenga per impedire questo ennesimo scempio. Saremmo l’unico paese in cui il 100 per 100 degli introiti pubblicitari e dei programmi della tv in chiaro avvantaggiano il capo di una parte politica. E’ una sciagura da evitare a tutti i costi o forse aiutare Berlusconi é propriola vera mission di Monti e Passera?”.

La decisione del Tar su Sky chiude una brutta pagina per il Servizio pubblico

luglio 12, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione, Politica

“La decisione del Tar, che ha accolto il ricorso di Sky avverso una delibera dell’AgCom che consentiva l’oscuramento di alcune trasmissioni della Rai, mette fine a una delle pagine peggiori dell’emittente di Stato”. Lo ha detto il Presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, a margine di un’iniziativa del partito a Salerno. “Del resto, chi ha un po’ di memoria storica, ricorda benissimo che questa decisione fu presa dall’allora direttore della Rai Masi, longa manus di Berlusconi, che rinunciò con questa decisione a 350 milioni in sette anni, oltre alla quota pubblicitaria, avvantaggiando indirettamente Mediaset nell’ennesimo caso di conflitto di interessi dell’ex presidente del Consiglio. L’oscuramento dei canali Rai ha portato, ad esempio, all’impossibilità, per coloro che posseggono solo la piattaforma Sky, di vedere le partite degli Europei di calcio nonostante il pagamento del canone. Esattamente il contrario – conclude Belisario – di quel che deve fare un servizio pubblico”.

Bisogna commissariare i vertici Rai e varare una riforma che elimini le ingerenze dei partiti

febbraio 16, 2012 in Comunicati Stampa

 

“Da tempo ormai viale Mazzini è occupato abusivamente da lottizzatori professionisti, che hanno determinato il declino sempre più inesorabile del servizio pubblico. A forza di spartire poltrone la Rai è diventata una società per azioni nelle mani dei partiti. Una riforma della governance è prioritaria, ma prima bisogna commissariare subito i dirigenti aziendali”. Lo dichiara il Capogruppo IdV al Senato Felice Belisario. “Per rilanciare il servizio pubblico – aggiunge – bisogna renderlo indipendente dalla politica, la Rai deve rispondere solo ai cittadini e non alla volontà che i partiti impongono tramite i vertici che hanno nominato. La polemica sul Festival di Sanremo e la partecipazione di Adriano Celentano è l’ultima conferma della inaccettabile strategia di Lorenza Lei: penalizzare le voci scomode anche se riscuotono il consenso dei cittadini. Il dg Rai dev’essere la prima a fare le valige, subito dopo – conclude Belisario – il Parlamento dovrà occuparsi di una riforma che elimini le ingerenze dei partiti e, superando la legge Gasparri, garantisca il pluralismo e l’autonomia del sistema radiotelevisivo”.

 

Il nostro emendamento sulle frequenze tv dichiarato inammissibile: il Governo protegge gli oligopoli

febbraio 16, 2012 in Comunicati Stampa

“Il Governo delle finte liberalizzazioni si nasconde dietro la declaratoria di inammissibilità da parte del Presidente della X Commissione del Senato dell’emendamento IdV per cancellare il beauty contest e decide così di non mettere all’asta le frequenze televisive. Gettando la maschera, l’Esecutivo Monti dimostra di volersi occupare solo dello sviluppo economico dei poteri forti. Nonostante le promesse, le dichiarazioni e le conferenze stampa viene tutelato l’azionista di maggioranza del Governo, l’on. Berlusconi, nel silenzio di Pd e Udc che, in questo modo, diventano corresponsabili di questa nuova porcheria”. Lo dichiarano il Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, e il Capogruppo in Commissione Attività Produttive Patrizia Bugnano. “Il decreto sulle liberalizzazioni – aggiungono – si è rivelato utile solo a proteggere gli oligopoli. L’emendamento dell’IdV per la revoca del beauty contest, infatti, è stato dichiarato inammissibile solo per regalare a Mediaset, Rai e Telecom le frequenze tv senza indire un’asta pubblica. È l’ennesima occasione sprecata per accrescere la concorrenza e il pluralismo nel mercato televisivo, che causerà alle casse dello Stato una perdita di svariati miliardi di euro. E’ una vergogna scandalosa – concludono Belisario e Bugnano – chiedere sacrifici ai cittadini per poi regalare beni pubblici ai padroni del mercato tv”.

La cancellazione del beauty contest per le frequenze tv è una nostra battaglia da sempre

febbraio 13, 2012 in Comunicati Stampa

“L’italia dei valori non ha interessi di bottega da difendere e chiede vere liberalizzazioni, senza difendere lobby e poteri forti. Chiediamo al governo piu’ coraggio su banche, assicurazioni, mercato dell’energia, trasporti e frequenze tv. Sull’annullamento del beauty contest, che e’ una nostra battaglia da sempre,siamo ben lieti che anche altri condividano la nostra posizione”. Lo dice il presidente del Gruppo italia dei valori al Senato, Felice Belisario. “Siamo l’unico gruppo al Senato- continua Belisario- che senza tentennamenti, e non appena questo governo si e’ insediato, ha proposto di cancellare lo scandaloso regalo all’ex premier e questo abbiamo chiesto formalmente al ministro Passera”. Il presidente idv conclude sottolineando che “il decreto che dovrebbe far crescere l’Italia, si prospetta come l’ennesimo inganno per gli Italiani. Le nostre proposte sono volte a creare un mercato davvero aperto, portando veri risparmi e migliori servizi per imprese e cittadini. Basti pensare alla vendita delle frequenze tv, norma che favorira’ un maggiore pluralismo e consentira’ di rimpinguare le casse dello Stato liberalizzando un settore ancora bloccato”.

Il governo è lento, sulle frequenze tv l’asta al più presto

gennaio 21, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Informazione

“La reazione scomposta di Mediaset alla sospensione delle frequenze televisive vuol dire che è stato toccato un nervo scoperto”. Lo
ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario,intervenendo a Potenza in un Convegno sulle liberalizzazioni. “Si tratta di un passo concreto, ma non ancora definitivo. Passera acceleri l’annullamento dell’ennesimo regalo,ma faccia in fretta. I privilegi di cui godono le tv di Berlusconi sin dai tempi di Craxi sono ormai un anacronismo insopportabile di stampo medioevale. Che sia proprio Mediaset, poi, dopo tutte le leggi ad personam imposte dal suo proprietario al Parlamento, a parlare di legalità, suona come l’ulteriore e speriamo ultima beffa ai danni degli italiani. L’asta va indetta in più presto possibile e – conclude Belisario – al contrario di quanto prevedeva Berlusconi, non andrà deserta”.

Governo incoerente boccia l’emendamento dell’Italia dei Valori sulle frequenze Tv

dicembre 20, 2011 in Comunicati Stampa, Informazione, Politica

“Ancora una volta il governo si dimostra incoerente. In commissione ha affossato l’emendamento dell’Idv che inseriva la vendita all’asta delle frequenze televisive”. Lo dicono in una nota congiunta il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, e il capogruppo dell’Idv in commissione Bilancio, Alfonso Mascitelli. “Questo doppiogiochismo è deleterio per la credibilità dello stesso governo che a parole si esprime per la gara pubblica e nei fatti prende in giro tutti. La luna di miele con gli italiani è irrimediabilmente compromessa proprio perché dice una cosa e ne mette in pratica un’altra. Lo spettacolo offerto in commissione Bilancio dai rappresentanti del Governo – concludono Belisario e Mascitelli – è davvero deplorevole”.