Il Paese è in crisi e il Senato è ridotto ad un bivacco

luglio 27, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica

Ieri sera sono tornato a casa demoralizzato e, soprattutto, arrabbiato. Mi ripetevo che non è possibile vedere il Senato della Repubblica, la cosiddetta Camera Alta, ridotto ad un bivacco. Proprio mentre gli italiani vivono una delle crisi peggiori della storia, con lo spread alle stelle e i mercati che annaspano, in commissione Bilancio si è consumata una vera e propria commedia. Continua a leggere →

L’Istat certifica il fallimento del Governo, Monti abbandoni linea del rigore

maggio 14, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“La fotografia dell’Istat sulla situazione economica italiana inchioda il governo di fronte al proprio fallimento: lo spread continua a salire, mentre piazza Affari va giù in picchiata. Quella di oggi è l’immagine di un Paese in recessione, ferito gravemente da una crisi economica e sociale a causa di un’impostazione economica tutta sbagliata, basata sul rigore, senza equità e crescita”. Lo dichiara Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, che aggiunge: “L’Italia ha bisogno di una politica diversa, con una nuova classe dirigente, il cui obiettivo strategico deve essere il riscatto delle fasce più deboli. Ecco perché e’ indispensabile rilanciare gli investimenti, lo sviluppo tecnologico e la ricerca, insieme a misure di sostegno per famiglie, lavoratori e pensionati, che sempre più a fatica arrivano a fine mese. Monti la smetta di percorrere la strada dell’austerità a testa bassa -conclude Belisario – è ora di spostare le risorse dai grandi patrimoni a quelli più bassi e di applicare tutti provvedimenti necessari per tutelare i cittadini, vero cuore pulsante della società”.

Siamo nell’occhio del ciclone e Monti & Co non riescono a trovare la rotta giusta

aprile 23, 2012 in Economia, Politica

Se il governo Monti doveva servire a rassicurare i mercati, evidentemente i mercati non si fidano piu’. O comunque non si fidano abbastanza. Oggi Piazza Affari ha perso il 3,8%, proseguendo in quella caduta iniziata ormai da settimane, mentre lo spread tra Btp e bund decennali ha sfondato quota 410 punti: indici e numeri che rimandano a qualche mese fa, che smentiscono qualsiasi avventata professione di ottimismo. 

Continua a leggere →

Il governo gioca a fare il misterioso… non con tutti

gennaio 15, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

“I mercati daranno fiducia ai provvedimenti presi dall’Italia”, parola di Angela Merkel. Beata lei che ha questa certezza.

Eh sì, perché a me sembra che questo governo giochi troppo a fare il misterioso. L’Italia dei Valori ha detto sin dall’inizio, dopo le dimissioni di Berlusconi, che avrebbe preferito andare al voto ma, data la situazione economica, per senso di responsabilità, abbiamo accettato un governo tecnico. Con una postilla: valutare, provvedimento dopo provvedimento, se fare avere o meno il nostro appoggio. Continua a leggere →

Le banche alimentano la crisi, ma sono i contribuenti a mantenerle: allora statalizziamole!

gennaio 5, 2012 in Economia, Politica

La chiamano dittatura dello spread, fatto sta che la finanza sta condizionando la politica e quindi le stesse dinamiche economiche e sociali. Mentre la disoccupazione giovanile supera il 30%, l’attenzione dei Governi è concentrata sul drammatico andamento delle borse: i titoli bancari italiani continuano ad affondare Piazza Affari e tutti i maggiori istituti di credito registrano perdite record, trascinando a picco anche i mercati. La crisi finanziaria continua a peggiorare e a pagare le difficoltà del settore creditizio sono i contribuenti: cioè famiglie e imprese alle quali è negato l’accesso al prestito, ma che sono costrette a pagare di tasca loro gli aiuti di Stato alle banche. Un circolo vizioso che va immediatamente spezzato. Continua a leggere →

I mercati hanno già votato la sfiducia al Governo, il Parlamento deve solo formalizzarla

novembre 8, 2011 in Comunicati Stampa

“Ora che lo spread ha sfiorato i 500 punti, è evidente che i mercati hanno già votato la sfiducia al premier senza aspettare il passaggio in Aula: il Parlamento ha il dovere di formalizzare l’assenza di una maggioranza politica, esprimendo così la volontà del Paese reale esasperato da questo Governo che ci sta portando alla bancarotta. Se Berlusconi vuole vedere in faccia chi gli ha tolto il consenso, esca dal bunker e vada nelle piazze: troverà i cittadini stanchi dei suoi trucchetti che chiedono a gran voce una svolta. Ostinandosi a restare inchiodato alla poltrona, lista di peones e calcolatrice alla mano, non farà che prolungare un’inutile agonia. Solo un Governo non avulso dal dramma economico degli italiani può ridare credibilità al Paese”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario.

 

A Cicchitto chiedo almeno oggi un po’ di sobrietà

novembre 1, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Italia dei Valori, Politica

“Qualsiasi governo alternativo farebbe meglio di questo, ancora di più se nella sua compagine ci fosse una forza come l’Italia dei Valori”. A dichiararlo il capogruppo dell’IdV in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “di fronte ad una giornata drammatica come questa, Cicchitto dovrebbe avere la sobrietà di non attaccare l’opposizione, essendo la sua maggioranza, con le decisioni che non ha mai preso, nell’occhio del ciclone dei mercati internazionali. Fossi in lui, rivolgerei, piuttosto, un appello al premier, affinché stacchi la colla che lo tiene inchiodato alla sua poltrona e direi agli alleati di lavorare per il bene dell’Italia in silenzio, dimostrando nei fatti che questa volta hanno davvero capito la lezione. Invece – conclude Belisario – il capogruppo del Pdl attacca, come tutti coloro che sono nel torto. Ma le sue critiche non ci toccano, sappiamo che siamo in grado di governare e che l’alternativa è pronta. Mi dispiace, però, che in un giorno nero come questo, gli italiani debbano assistere all’ennesimo atto di impudente arroganza del centrodestra”.

In Europa opposizioni più credibili del governo

ottobre 31, 2011 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Lavoro, Politica

“Il vero strappo alla democrazia è avere un governo che, nonostante quello che succede sui mercati continua a dire che va tutto bene e resta sordo alle richieste, ormai esasperate, del Paese”. Ad affermarlo il presidente dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “il centrodestra attacca la proposta di Di Pietro di una lettera delle opposizioni all’Unione Europea, ma mi chiedo davvero con quale faccia tosta. Basta leggere i dati di oggi: Milano apre come peggiore borsa d’Europa,  lo spread tra il Btp e l’analogo bund tedesco balza di nuovo sopra i 400 punti, mentre gli interessi suol decennale italiano volano  sopra il 6%. Come se non bastasse l’Istat parla di un’inflazione al 3,4% e un boom di disoccupati, che a settembre sfiora l’8,3%. Fossi nei panni del centrodestra rimarrei in religioso silenzio, ricordando soprattutto che a tutto questo Berlusconi propone come soluzione i licenziamenti facili, e, quindi, un’ulteriore indebolimento del potere d’acquisto e del tenore di vita degli italiani. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – ha ascoltato e  raccolto le reazioni indignate dei cittadini e delle parti sociali e ha pensato di presentarsi all’Europa con una manovra che raggiunga gli stessi risultati, senza provocare quello scontro sociale su cui il governo sta innescando la miccia. Capisco sia difficile per la maggioranza digerire la verità: ma l’opposizione all’estero è molto più credibile del governo”.