Berlusconi rialza la cresta

settembre 22, 2011 in Comunicati Stampa, Senza categoria

“Berlusconi rialza la cresta. Gli sono bastati pochi voti di scarto sul caso Milanese per ribadire che egli è  al di sopra della legge, che non può essere né intercettato, né indagato”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Se crede di poter fare quello che vuole solo perché ha comprato una risicata maggioranza parlamentare, si sbaglia di grosso. Per ora si è salvato: come Re Mida ha sparso oro a destra e a manca, ma i soldi non fermeranno lo sdegno che sta montando nel Paese”.

“L’IdV si batterà dentro e fuori il Parlamento contro ogni tentativo di eliminare un fondamentale strumento di indagine come le intercettazioni telefoniche che hanno consentito e consentono una seria lotta da parte dello Stato alla criminalità organizzata e alla mafia dei colletti bianchi”.

“Berlusconi si rassegni – conclude Belisario – il ricatto della Lega è dietro l’angolo. Il regalo di oggi non è detto che si ripeterà domani e nel frattempo l’Italia va a rotoli”.

Governo non indispensabile anche per il Financial Times

agosto 2, 2011 in Comunicati Stampa

“Il problema di questo Paese, anche sui mercati e sulla scena internazionale, è la credibilità di questo governo”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge “l’editoriale di oggi del Financial Times inquadra perfettamente la situazione italiana, ricordando che né Tremonti né Berlusconi sono indispensabili e ricorda quanto la posizione del ministro dell’Economia sul caso Milanese sia alquanto anomala, un ministro che offre un cattivo esempio alla lotta all’evasione fiscale e a quegli italiani a cui aumenta le tasse. Il fatto, poi, che il governo abbia deciso di incontrare le parti sociali senza l’opposizione – continua Belisario – dimostra, ancora una volta, che l’obiettivo del premier non è quello di trovare una soluzione per risollevare le sorti dell’Italia, ma solo mettere l’ennesima toppa per tirare a campare il più possibile. Per noi dell’Italia dei Valori l’unica strada possibile è quella delle dimissioni subito per andare ad elezioni. La situazione è drammatica e non possiamo perdere tempo. E’ questa l’ora dell’alternativa scelta dagli elettori e non dei governicchi e delle formule tecniche-istituzionali o di salute pubblica”.

I CONTI NON TORNANO: TREMONTI RIFERISCA AL PARLAMENTO E SI DIMETTA PER IL BENE DEL PAESE

luglio 29, 2011 in Economia, Politica

Giulio Tremonti ha risposto alle richieste di chiarimento, sulla vicenda che lo vede coinvolto, per smentire ogni accusa di illecito: ma è sul piano etico e istituzionale che la sua posizione è piuttosto fragile. Emerge chiaramente la sua partecipazione, forse inconsapevole o indiretta, ad una struttura occulta di potere che manovrava la politica e l’economia italiana attraverso un sistema di corruzione e ricatti incrociati. Al di là degli accertamenti giudiziari, il Ministro ha il dovere politico e morale di dimettersi perché, insieme a lui, nell’occhio del ciclone ci sono le istituzioni. Se non intende farlo, piuttosto che scrivere lettere ai giornali ha il dovere di riferire tutto al Parlamento e rispondere del suo operato alle istituzioni che rappresentano i cittadini. D’altra parte affermare, come egli fa, che ha sbagliato, è la riprova che, nonostante le sue capacità professionali, non è più credibile! Continua a leggere →

IL NO DELL’IDV ALLA MANOVRA, IL MIO INTERVENTO IN AULA

luglio 14, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

Visualizza il Video su Youtube

Presidente, Ministro dell’Economia,

dopo annunci, tensioni e scontri nella maggioranza, bufera sui mercati, approda in Aula una brutta, bruttissima manovra.
Una manovra distante anni luce dall’impostazione sociale ed economica dell’Italia dei Valori, una manovra che però, ci dicono, potrebbe salvare il nostro Paese dal rischio default, vera e propria bancarotta per l’Italia.
Per queste ragioni abbiamo evitato di porre in essere manovre ostruzionistiche che sarebbero state peraltro vanificate dal 46esimo voto di fiducia. Continua a leggere →

BERLUSCONI LASCIA? E’ SOLO UNA MANOVRA DIVERSIVA

luglio 8, 2011 in Politica

Berlusconi sembra l’ammiraglio della famosa nave della marina borbonica il cui motto era “facimme ammujna”. Decidete voi se la nave rappresenta il Pdl, l’intera maggioranza o il governo, il paragone calza per tutte. Per coprire le leggi ad personam e la mancanza di proposte per il Paese il premier rilascia un’intervista a Repubblica, il giornale del vecchio nemico De Benedetti, in cui mischia le carte e annuncia per la prima volta che nel 2013 si ritira, che Alfano sarà il candidato premier, che Letta sarà designato per il Quirinale. Continua a leggere →

FUORI LA P4 DAL PARLAMENTO: NESSUNO SALVI IL SOLDATINO ALFONSO PAPA

luglio 7, 2011 in Giustizia, Politica

Alfonso Papa e Silvio Berlusconi

Ieri la Giunta per le autorizzazioni a procedere ha ascoltato la difesa del deputato Pdl e magistrato in aspettativa Alfonso Papa, che a dimettersi da parlamentare non ci pensa neanche per scherzo nonostante le accuse di favoreggiamento, concussione e rivelazione di segreti d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulla P4. Intanto, per la prima volta nella sua storia, l’Associazione Nazionale Magistrati potrebbe espellere un suo iscritto per la evidente gravità delle sue condotte. Aveva un bel dire il neosegretario Alfano che nel Pdl non tutti sono vittime di una congiura come il povero Berlusconi: ci ha pensato Papa a smentirlo, anche lui parlando di sé in terza persona e dichiarandosi subito un perseguitato. Insomma, il Pdl è una cricca di innocenti. La vicenda però trascende le miserie del Pdl, perché intorno all’autorizzazione della richiesta di arresto della talpa di Luigi Bisignani si stanno sviluppando scenari politici inaspettati e puzzolenti. Continua a leggere →