IL GOVERNO E’ IN PUTREFAZIONE MA UNA POLTRONA VAL BENE LA FIDUCIA

ottobre 12, 2011 in Politica

Non pensiate che quello che sta accadendo in questi giorni sia così strano. Siamo perfettamente nel solco di una maggioranza e di un governo in putrefazione che stanno provando a infettare tutto il Paese pur di mantenere (ma per quanto ancora?) privilegi e rendite di posizione.

Pazienza se Sansone deve morire con tutti i filistei. Nel nichilismo autodistruttivo, tipico della destra in varie fasi della storia (Hitler nel bunker, Mussolini e la repubblica di Salò, Gheddafi a Sirte, tanto per fare qualche esempio), il caimano Berlusconi sta bruciando Roma e contemporaneamente sta suonando la lira, ignaro e follemente inconsapevole dei danni che lascia ai cittadini italiani e alle generazioni future. Continua a leggere →

Processo breve. Berselli vive sulla luna. Rinsavisca

ottobre 12, 2011 in Comunicati Stampa

“Berselli vive sulla luna. Nega l’evidenza, commettendo gravi e imperdonabili errori di valutazione “. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “innanzitutto non si può negare che il governo sia davvero un malato grave e che in nessun Paese si parlerebbe oggi di processo breve, quando non sappiamo nemmeno cosa succederà domani. Infine, fatto ancora più grave, il presidente della commissione Giustizia al Senato parla di un ‘tema sul quale c’è un sostanziale accordo’. Ma questo non è assolutamente vero. L’Italia dei Valori – conclude Belisario – non condividerà mai un provvedimento che rallenta e svilisce la giustizia con il solo scopo di salvare Berlusconi dal processo Mills. Forse la paura di non arrivare in tempo ha annebbiato il presidente Berselli. Da bravo avvocato quale è, mi auguro che rinsavisca presto”.

Processo Mills, il Pdl ha ora paura d’aver fatto tanta fatica per niente!

settembre 19, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“La reazione rabbiosa del Pdl alla decisione dei giudici del processo Mills di tagliare alcune testimonianze ritenute superflue si spiega facilmente: non riescono a sopportare l’idea che, nonostante i tanti espedienti e le innumerevoli leggi ad personam scritte e approvate in tutta fretta per salvare Berlusconi, il processo Mills arrivi lo stesso a sentenza di primo grado. Insomma, hanno paura di aver fatto tanta fatica per niente!”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “La verità – aggiunge – è che di inquietante e sconcertante c’è solo un capo di governo allergico alla parola ‘giustizia’, in fuga perenne dai tribunali anche solo da testimone, che pretende di usare il Parlamento come se fosse il proprio ufficio legale per garantirsi l’impunità. Tra lodo Alfano, prescrizione breve e processo lungo – conclude – pensavano di aver definitivamente affossato anche il processo Mills, scoprire che possa invece arrivare sino in fondo è per loro evidentemente uno choc insopportabile”.

SULLA LOTTA ALLA CORRUZIONE SVENTATA UN’ALTRA PORCHERIA DEL GOVERNO

giugno 8, 2011 in Economia, Politica

Ma vi pare che un presidente del Consiglio sotto processo per corruzione può essere messo a capo di un comitato per la lotta alla corruzione?

Questo tentativo di prendere in giro il Parlamento e i cittadini italiani, questo atto di arroganza, è stato presentato sotto forma di emendamento da un senatore del Popolo della libertà, Lucio Malan, all’articolo 1 del ddl anticorruzione che le opposizioni sono finalmente riuscite a far calendarizzare nell’aula di Palazzo Madama. Continua a leggere →

FESTA MILAN E PROCESSO MILLS, SUA EMITTENZA RESISTERA’ ALL’IRRESISTIBILE TENTAZIONE DI VIOLARE IL SILENZIO ELETTORALE?

maggio 13, 2011 in Elezioni Amministrative 2011, Informazione, Italia dei Valori, Politica

Sua Emittenza non resisterà alla tentazione, l’uomo delle televisioni proverà qualunque trucco per piazzare un comizio ‘last minute’ anche quando non potrà farlo, per racimolare voti anche fuori tempo massimo, per avere l’ultima parola anche dopo che sulle amministrative sarà calato il silenzio elettorale. L’ha già fatto in passato, non sarebbe una sorpresa. Del resto l’insofferenza di Silvio Berlusconi per le regole è cosa nota, la sua attitudine a barare anche. E se l’occasione fa l’uomo ladro, di occasioni stavolta il Cavaliere ne ha più d’una per violare la regola del silenzio.  Continua a leggere →

LA SCHIZOFRENIA DELLA MAGGIORANZA: PROCESSO BREVE ALLA CAMERA, PROCESSO LUNGO AL SENATO

aprile 6, 2011 in Giustizia

Alla Camera stanno votando il processo breve, quello cioè che non solo diminuisce ulteriormente i tempi di prescrizione, ma che se non viene concluso entro i tempi previsti muore. Al Senato, invece, proprio oggi è stato votato un emendamento a prima firma Mugnai, un senatore del Pdl, che prevede l’impossibilità del giudice di sindacare sulle liste di testimoni presentate dalle parti. Cioè, se un imputato, mettiamo caso Berlusconi, in un processo vuole far sentire mille testimoni, il giudice non può più intervenire per  ridurne il numero o per definire quelle superflue. Continua a leggere →

Con la prescrizione breve dimezzati in un colpo solo i processi di Berlusconi

marzo 22, 2011 in Comunicati Stampa, Giustizia

“Oggi in commissione Giustizia alla Camera è stata votata l’ennesima porcata ad personam che viene spacciata per riforma della giustizia ma che è invece soltanto il solito maxiaiuto a Berlusconi per non farsi processare”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, commentando il voto alla Camera sull’emendamento che introduce la prescrizione breve. “Così in un colpo solo, grazie a un semplice voto della Camera, i processi del premier si dimezzeranno, da quattro a due. Sparisce, tra l’altro, il processo Mills in cui si sa, dalla sentenza di Cassazione, che Berlusconi è certamente colpevole per aver corrotto l’avvocato inglese. E’ una vergogna. Le camere per 9 degli ultimi 11 anni sono state impegnate esclusivamente a varare norme per impedire che l’imputato Berlusconi possa essere processato”.

IL LEGITTIMO IMPEDIMENTO E’ INCOSTITUZIONALE E IMMORALE

gennaio 9, 2011 in Giustizia, Politica

Palazzo della Consulta a Roma, sede della Corte Costituzionale

Giovedì la legislatura vivrà uno dei suoi momenti cruciali perché la Corte Costituzionale si pronuncerà sulla costituzionalità o meno della legge sul legittimo impedimento. Berlusconi è in grave difficoltà perché alla Camera i numeri sono risicati. Ha annunciato una campagna acquisti che, a suo dire, potrebbe rinforzare la sua maggioranza di una decina di unità. Si tratterebbe di cani sciolti venduti per un tozzo di pane. Continua a leggere →