Ferrante non trovi alibi per non investire. La vita non ha prezzo

ottobre 18, 2012 in Ambiente, Comunicati Stampa, Economia

 

 

“La vita non ha prezzo. Se lo mettano in testa tutti, soprattutto i padroni dell’Ilva che stanno giocando a tombola con la salute dei cittadini”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, a margine di un’iniziativa elettorale ad Agrigento, che aggiunge: “è paradossale che mentre le associazioni ambientaliste trovino incompleta lo procedura dell’Aia, e, quindi, in contrasto con le direttive comunitarie, Bruno Ferrante, presidente dell’Ilva, giudichi lo stesso documento penalizzante per l’azienda in termini di competitività. Se la società è rimasta indietro nella riconversione sostenibile perché, pur di produrre, se ne è infischiata della salute dei cittadini, non può trovare l’alibi nella crisi del mercato del settore. E’ obbligatorio, se non si vuole ostacolare la ripresa dell’attività degli impianti e scrivere un’Aia inutile spingendo la magistratura ad intervenire nuovamente, adattarsi agli standard europei. L’Ilva non può restare con le mani in mano, così come il governo non può continuare a fare orecchie da mercante, quando intere fette della nostra economia stanno cadendo a pezzi. Mi sembra di avere più che tecnici al governo, fantasmi che appaiano solo nel talk show per i loro spot propagandistici. L’Italia dei Valori – conclude – è al fianco dei cittadini di Taranto, perché sia il lavoro che la salute sono due diritti inalienabili e nessuno deve essere posto di fronte alla decisione di dover scegliere se morire di fame o di malattia”.

 

Sulla crescita il Governo vende fumo, ma ABC per conto di chi stanno giocando? Non per gli italiani…

agosto 26, 2012 in Economia, Politica

Il Governo ha parlato di crescita sin dal suo insediamento, da quel giorno però sono passati 9 mesi senza lo straccio di un provvedimento. Neanche con un Cdm dai tempi biblici i Ministri sono riusciti a concretizzare nulla, solo parole al vento. L’agenda del premier è scritta con l’inchiostro simpatico, Monti vende fumo senza neanche una fetta d’arrosto ma i partiti della stranissima maggioranza continuano a sostenerlo con grande ipocrisia: il trio ABC non sta tutelando certo il Paese, ha ben altri interessi da difendere. Continua a leggere →

Prezzi record dei carburanti e il Governo sta a guardare: festeggiano le lobby, pagano cittadini e imprese

agosto 24, 2012 in Economia, Politica

I carburanti raggiungono prezzi record, proprio in occasione degli esodi estivi, e il Governo sta alla finestra a guardare invece di tagliare le accise. Dopo aver salvato i petrolieri con le finte liberalizzazioni, i tecnici hanno svolto l’ennesimo Cdm assolutamente inutile per uscire dalla crisi. Infatti il Consiglio dei Ministri si è ben guardato dall’emanare un decreto per calmierare le accise. Non solo, su queste imposte viene comunque applicata anche l’Iva e a nessuno dei professori al Governo viene in mente di sterilizzarla come previsto dalla legge: insomma, ancora una volta festeggiano le lobby e pagano imprese e cittadini. Continua a leggere →

Sulla crisi il governo sta dando uno spettacolo pietoso

agosto 22, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica, Senza categoria

“Ormai Monti e la sua allegra brigata di Ministri, tra un’intervista ed un meeting, pensano solo a come continuare a gestire l’Italia nell’interesse di chi li ha messi lì, i poteri forti nazionali ed internazionali”. Ad affermarlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “basta vedere lo spettacolo che va in onda a Rimini mentre disoccupati, esodati e metà degli italiani sono ormai stritolati dai provvedimenti legislativi che hanno tolto loro la speranza di un futuro migliore. Una passerella di ministri, con il timbro del presidente del Consiglio, secondo cui tutto va bene. Invece sappiamo tutti che ci aspetta un autunno caldissimo, con posti di lavoro che si perdono, la mancanza di una politica industriale che rilanci il Made in Italy, il debito pubblico in aumento costante per colpa evidente di una classe politica che non vuol fare sacrifici. Pensavamo di aver visto tutto con Berlusconi, ma ci ritroviamo con un esecutivo che ha occupato ancor di più l’informazione peggio del Minculpop. Dietro al perbenismo di Monti, Passera e compagni – conclude Belisario – il pacco che è stato regalato agli italiani da PDL, PD E UDC conteneva un governo egoista, lobbista, attraversato da conflitti di interesse che si sono solo rafforzati mentre la povera gente sopporta per intero il peso della crisi”.

L’inceneritore La Fenice continua a inquinare, il governo si muova

maggio 10, 2012 in Ambiente, Basilicata

E’ inaccettabile continuare a ignorare i livelli di inquinamento dell’inceneritore Fenice di Melfi. Gli ultimi dati, rilevati dall’Arpab, l’agenzia regionale per l’ambiente della Basilicata, restano allarmanti ormai da anni. Questo significa due cose: che il riversamento dei materiali tossici continua e che nessuno sta facendo nulla per abbassare il livello dell’inquinamento e far rientrare i valori nei parametri previsti dalla legge.  Continua a leggere →

Clini e Profumo hanno lasciato la Presidenza di Cnr e Parco Tecnologico di Trieste, la nostra pressione ha avuto i suoi frutti

gennaio 31, 2012 in Comunicati Stampa

“I Ministri Clini e Profumo, risolvendo le rispettive incompatibilità di incarichi, hanno risposto nell’unico modo possibile all’atto di sindacato ispettivo con cui ho sollecitato formalmente le loro immediate dimissioni dagli enti che presiedevano. Un atto dovuto che dimostra come la questione, sollevata solo dall’IdV, pesasse sulla credibilità del Governo: la nostra pressione politica nei confronti dell’Esecutivo alla fine ha dato i suoi frutti”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che già il 26 gennaio aveva presentato un’interpellanza al Presidente del Consiglio e ai Ministri dell’Ambiente e dell’Istruzione. “Clini e Profumo – aggiunge – avevano un conflitto di interesse grande come una casa e il fatto che abbiano scelto di dimettersi, prima dell’atteso giudizio dell’Antitrust o magari di un voto parlamentare, ha evitato un forte imbarazzo al Presidente Monti. Pur avendo votato la fiducia al Governo, il nostro atteggiamento nei suoi confronti resta di vigilanza e di critica costruttiva. Temo che senza le nostre sollecitazioni, il dottor Clini e il professor Profumo si sarebbero guardati bene dal rinunciare alla comoda doppia poltrona: un lusso che un Governo candidato a restituire alle istituzioni prestigio, autorevolezza e credibilità non poteva certo permettersi. Ora – conclude Belisario – ci auguriamo che per la presidenza del Cnr e del Parco scientifico di Trieste siano scelte persone dall’alto profilo scientifico e professionale”.

Vertice segreto Monti-Alfano-Bersani-Casini? Se confermato sarebbe inaccettabile commissariamento

novembre 25, 2011 in Politica

La versione ufficiale dice: “Una consultazione tra Monti, Alfano, Bersani e Casini c’è stata, ma il premier si è limitato a contattare separatamente i tre leader per confrontarsi sui risultati dei vertici Ue”. Ci fa piacere. Peccato però che siano circolate voci diverse che rischiano di minare la credibilità del nuovo Esecutivo: fonti giornalistiche e parlamentari raccontano dell’incontro segreto di un inedito quadrumvirato, svoltosi nottetempo per accordarsi sottobanco sulla questione sottosegretari. Se fosse confermato che si sta lavorando ad un Governo politico del “tutti dentro” deciso a tavolino, si tratterebbe di un inaccettabile commissariamento e la nostra fiducia nel Governo Monti, già condizionata all’adozione di virtuosi provvedimenti anticrisi, andrebbe ridiscussa.

Continua a leggere →

IdV fuori da spartizioni. Governo solo tecnico

novembre 19, 2011 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Politica

“Ribadisco ancora una volta che per l’Italia dei Valori il governo Monti deve essere un governo di tecnici, esterno al mondo della politica anche nei nomi di coloro che ricopriranno la carica di vice ministri e sottosegretari ”. A dichiararlo il capogruppo dell’IdV in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “non partecipiamo a nessun totonomine,  a nessun incarico né sollecitato né richiesto. Abbiamo detto più volte che sosteniamo questo governo nel nome della discontinuità, del profilo tecnico-professionale e spinti dall’emergenza in cui si trova il Paese, riservandoci di esaminarne i provvedimenti senza pregiudizi ma anche senza firmare cambiali in bianco. Poi la parola deve tornare ai cittadini che devono scegliere,con una nuova legge elettorale, i politici da cui vogliono essere rappresentati , senza scorciatoie o giochini di Palazzo a cui qualcuno proprio non riesce a resistere”, conclude Belisario.