Trova l’intruso

dicembre 16, 2012 in Elezioni, Politica, Referendum

Ricordate la foto del Palazzaccio di qualche mese fa? Partiti ed esponenti della società civile erano in Cassazione per presentare due quesiti referendari sul lavoro su cui si stanno ancora oggi raccogliendo le firme. Pochi avrebbero immaginato che quelle forze politiche, eccetto una, avrebbero cominciato a ragionare per la costruzione un progetto politico comune che addirittura potrebbe sfociare nella presentazione di una lista unica da presentare alle prossime elezioni. Continua a leggere →

Il grande assente dalla scena politica: il programma

ottobre 7, 2012 in Italia dei Valori, Politica

Quasi quasi rimpiango le 300 pagine del programma dell’Unione tanto derise dagli esponenti del centrodestra. E le rammenterei anche a parecchi amici che si riconoscono, almeno a parole, nel centrosinistra. Perché a guardare ora la scena politica mi rendo conto che si fa un gran parlare di tutto e contro tutti, ma nessuno (fatta eccezione, e lo dico con orgoglio, dell’Italia dei Valori) si pronuncia su cosa vuole fare e come intende farlo. Continua a leggere →

A casa chi si serve del Paese anziché servirlo

ottobre 1, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Siamo arrivati ad una situazione surreale: c’è chi vorrebbe proseguire sulla strada del commissariamento del Paese, con una lista ad hoc, per mettersi in tasca una sorta di ‘card’ di privilegi a vita. Del passaggio elettorale, del diritto democratico dei cittadini di scegliere da chi essere governati, Fini-Casini-Montezemolo-i montiani del PD- Monti se ne infischiano”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “con quale coraggio, poi, molti partiti affermano che Monti è l’uomo della salvezza nazionale quando basta guardare la miseria in cui è caduta la maggioranza degli italiani a causa delle sue politiche economiche. Del resto a sostenerlo sono o i ‘doppiopetto’ di turno, a cui Monti ha elargito favori sin dal giorno del suo insediamento, o coloro che, dopo l’addio a Berlusconi, fingevano inutilmente di rifarsi una facciata da bravi politici, quando in realtà tramavano solo in attesa di questo momento. A questo incubo c’è un rimedio: un governo politico di centrosinistra, scelto dai cittadini che butti all’aria il tavolo degli inciuci e si occupi davvero degli italiani. L’IdV vuol lavorare con chi ci sta,a partire dai movimenti civici,  a questo progetto. E’ bene che, dopo che le carte sono state svelate, anche il PD si unisca a noi e faccia chiarezza tra chi al suo interno vede in Monti l’unica alternativa e chi sostiene, al contrario, che serve un programma progressista. Mandiamo a casa – conclude Belisario – una volta per tutte chi si serve del Paese anziché servirlo”.

Il film già visto di Montezemolo, Fini e Casini: “Monti due, la vendetta”

settembre 30, 2012 in Politica

Alla convention del fu Terzo Polo, guidato da Fli e Udc dopo l’eclissi dell’Api di Rutelli, a tenere banco è stato il grande assente Luca Cordero di Montezemolo. Infatti il presidente della Ferrari ha annunciato con grande tempismo di voler restare ai box per lanciare su pista il professor Monti. Il secondo mandato del premier, quindi, ha avuto la benedizione degli industriali e del duo Fini-Casini, che evidentemente condivide altri interessi oltre alla Presidenza della Camera. Come avevamo previsto, tanto tuonarono i poteri forti che piovve il Monti-bis. L’Assemblea dei Mille dice di puntare al rinnovamento, ma rilancia centristi e tecnici al Governo sotto le mentite spoglie di una Lista civica per l’Italia. Insomma, la presunta novità della scena politica è un film già visto: “Monti due, la vendetta”. Un horror di cui l’Italia non sentiva proprio il bisogno. Continua a leggere →

TRE OSSERVAZIONI SUL FUTURO DEL PAESE

ottobre 4, 2011 in Economia, Politica

L’italo-canadese Sergio Marchionne, su mandato della famiglia Agnelli, ha deciso di scaricare  Confindustria dal primo gennaio prossimo perchè, ormai, pensa seriamente di lasciare l’Italia o, meglio, ridurre la presenza in Italia a qualche stabilimento, magari come succursale Chrysler.

La Confederazione Generale dell’Industria Italiana è la principale organizzazione e rappresenta le imprese manifatturiere e di servizi raggruppando su base volontaria circa 140.000 imprese per un totale di altre 5.200.000 addetti.

L’annuncio non mi ha colto si sorpresa, come Italia dei Valori sono almeno due anni che abbiamo ben chiare le strategie dell’azienda torinese. Continua a leggere →

UNA VERA E PROPRIA PATRIMONIALE SULLE PENSIONI

luglio 2, 2011 in Senza categoria

Si accettano suggerimenti… vorrei capire dove è il rigore di questa manovra finanziaria, perché a me sembra che il governo “come al solito” sia stato frainteso. Anziché di rigore nel mantenere i conti in ordine, infatti, il superministro dell’Economia, parlava di rigore nel mantenere intatti gli interessi dei soliti privilegiati e noi non l’abbiamo capito!
Ci sarebbe quasi da augurarsi che restino immobili perché, ogni qualvolta decidono di fare qualcosa, hanno la capacità di fare un danno al Paese. Questa volta ad essere sotto schiaffo sono 13 milioni pensionati, colpiti dalla manovra con una vera e propria patrimoniale sulle loro pensioni. Continua a leggere →

Bene Montezemolo, ma si metta in gioco una volta per tutte

aprile 14, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Apprezziamo che un uomo come Montezemolo – dichiara il capogruppo IdV al Senato, Felice Belisario – sottolinei la distanza tra il Paese reale e quello che sta accadendo in Parlamento, proprio all’indomani dell’approvazione del processo breve. Questo dimostra che a gridare all’inadeguatezza di questa legge per la ‘giustizia di tutti’ e la sua utilità per gli ‘interessi del premier’ non siamo solo noi dell’opposizione ma anche la Chiesa, con l’editoriale di oggi su Avvenire, e il mondo degli industriali. Vorrei ricordare però a Montezemolo – conclude Belisario – che esiste anche una parte della politica che si è battuta con le unghie e con i denti per difendere il Paese, lanciando l’allarme di un Parlamento sequestrato per fare solo gli interessi di Berlusconi. Dov’era l’ex presidente di Confindustria fino a ieri? Forse è il caso che adesso prenda una decisione seria:  appenda al chiodo il doppiopetto e scenda in campo a giocare la sua partita”.