Il senatore De Gregorio si dimetta, basta inquisiti in Parlamento

aprile 17, 2012 in Comunicati Stampa

“Sergio De Gregorio si è reso protagonista di un’allarmante vicenda che gli è costata la richiesta di arresti domiciliari con gravissime e inquietanti accuse. Poi ci si lamenta dell’antipolitica! Su chi si occupa della cosa pubblica non può esserci neppure l’ombra di un sospetto. Il senatore del Pdl deve assumersi le proprie responsabilità, lasci subito la Presidenza della Delegazione italiana presso l’Assemblea Nato e pensi a anche a dimettersi da parlamentare per chiarire da privato cittadino la sua posizione”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario, che aggiunge: “I reati di associazione a delinquere, corruzione, bancarotta fraudolenta, truffa e frode fiscale che emergono a vario titolo nell’inchiesta della Procura di Napoli sul finanziamento al quotidiano l’Avanti! rendono incompatibile il senatore De Gregorio con gli incarichi che ricopre. Questo ennesimo scandalo non può infangare la dignità e la credibilità delle istituzioni. Di fronte ad una tale mole di atti giudiziari, accuse e testimonianze, sarebbe indecoroso trincerarsi dietro l’immunità. Il Parlamento – conclude Belisario – non può continuare ad essere affollato da inquisiti”.

IL DISCORSO IN AULA DI FRATTINI E LA RUSSA NON E’ CONVINCENTE

marzo 24, 2011 in Esteri, Politica

Ieri i Ministri degli Esteri, Franco Frattini e della Difesa, Ignazio La Russa, sono intervenuti in Aula per riferire sulla posizione dell’Italia rispetto alla crisi libica.

Visualizza il Video su Youtube

NON SIAMO AD UN BALLO IN MASCHERA, LA RAI BATTA UN COLPO

marzo 22, 2011 in Ambiente, Esteri, Giustizia, Informazione, Politica, Referendum

Ieri è ripreso il processo Mills che vede Berlusconi imputato per corruzione in atti giudiziari. Lo dico a chi guarda il Tg1, visto che Minzolini, il direttore più spendaccione del West, ha pensato bene di nascondere la notizia.

Eppure non sono mancate le manifestazioni di sincero affetto al nostro premier. Infatti uno dei partecipanti avrebbe confessato di aver ricevuto in cambio dei soldi e un bel panino, mentre i giornalisti presenti giurano di aver riconosciuto alcuni figuranti Mediaset tra le persone che si sono recate in Tribunale al grido di ‘Meno male che Silvio c’è’ (anzi no, Silvio non c’era: legittimo impedimento).

Evidentemente, “chi si piglia s’assomiglia”: ricordate gli extracomunitari che tifavano per  Scilipoti senza nemmeno conoscerlo? Continua a leggere →

COLONIALISTI DELLA DOMENICA, FATEVI DA PARTE

marzo 18, 2011 in Esteri, Politica

È significativo notare come gli esponenti dell’Esecutivo stiano mettendo le mani avanti, gridando d’improvviso ai quattro venti la loro intenzione di intervenire sulla crisi in Libia di comune accordo con Parlamento, Quirinale, Unione Europea e Onu. Per carità, tutta questa disponibilità è d’obbligo: però non solo è tardiva, ma segnala anche l’imbarazzo del Governo circa l’isolamento assunto sino ad ora rispetto alla comunità internazionale. Questo frettoloso ravvedimento è sospetto e poco credibile agli occhi degli altri Paesi che dall’inizio della rivolta libica hanno subito fatto fronte comune contro Gheddafi. Il premier Berlusconi, piccolo piccolo di fronte ai giganti  della democrazia, sta facendo uno sforzo ormai inutile per sollevarsi sulla punta dei piedi e mettersi allo stesso livello degli altri Capi di Stato. Nel frattempo, Lampedusa è diventata una polveriera. Continua a leggere →