Mes e fiscal compact sono due sciagure per il nostro Paese

luglio 17, 2012 in Economia, Italia dei Valori

Alcuni di voi mi stanno chiedendo su facebook e su twitter, spesso anche con una certa vis polemica, il motivo per cui l’Italia dei Valori al Senato si è astenuta in Senato sui trattati che introducono Mes e fiscal compact nel nostro ordinamento, due sciagure per il nostro Paese. Continua a leggere →

Recessione conclamata, basta trucchi del governo

maggio 15, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

 ”Alla faccia del pareggio di bilancio a tutti i costi! Oramai siamo sulla strada della recessione conclamata e i trucchi non servono più a nulla di fronte ai dati Istat. Questa fase di incertezza sui mercati, insieme a misure di sola austerità, hanno creato seri problemi al settore produttivo e di conseguenza hanno inciso pesantemente sull’occupazione. Così non si può andare avanti: mi chiedo cosa aspetta Monti a varare provvedimenti per la crescita del Paese”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, commentando i dati Istat sul Pil. “Tagliare la spesa pubblica e inventarsi nuove fantasiose tasse, come quella sulle bibite gassate, ad esempio, è un lavoro da apprendisti stregoni, più che da supertecnici. Intanto, la crisi pesa sempre di più sulle spalle delle famiglie, dei lavoratori, dei pensionali e delle Pmi. I cittadini sono esasperati, vedono ogni giorno che passa il loro potere d’acquisto diminuire, mentre gli interessi delle fasce più forti continuano ad essere tutelati dal governo. Monti punti velocemente su politiche che favoriscano lo sviluppo, l’occupazione ed aumentino i redditi da lavoro e da pensioni, perché – conclude Belisario – continuare di questo passo significa affondare definitivamente il Paese”.

Sui tagli alla spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Se poi il relatore del Def è Marco Milanese…

aprile 22, 2012 in Economia, Politica

Quando c’è da imporre sacrifici ai cittadini, il Governo parla con una voce sola, se invece si tratta di tagliare la spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Lo stesso Passera ammette che ci sono delle resistenze, ciò significa che il Ministro Giarda sta lavorando alla spending review con una forbice spuntata. Le manifestazioni di corporativismo dei tecnici sconfessano le rosee previsioni del Documento di economia e finanza, così il pareggio di bilancio resterà una chimera e serviranno altre tasse sulle fasce sociali più deboli. Inutile fare carte false, i conti pubblici non tornano: il ragionier Monti, che sta scardinando lo Stato sociale e vessando i cittadini, applichi questo stesso rigore contro gli sprechi della politica e delle pubbliche amministrazioni. Altrimenti altro che la “task force” chiesta dal Ministro Giarda, a richiamare l’Esecutivo sui bilanci fuori controllo ci penserà la Corte dei Conti. Almeno, per guadagnare un minimo di credibilità, andrebbe ritirata la nomina a relatore del Def di Marco Milanese, l’ex consigliere dell’allora Ministro Tremonti, già scampato ad una richiesta di arresto e accusato di corruzione e finanziamento illecito ai partiti. Continua a leggere →

Volevamo darvi la parola sull’articolo 81, ma non è bastato

aprile 17, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

Ebbene sì, mi avete convinto, ci avete convinto. La valanga di mail e di commenti sui social network e sul mio blog contrari al nostro voto favorevole al pareggio di bilancio, avvenuto nelle prime tre letture in Parlamento per la modifica in Costituzione dell’articolo 81, mi hanno indotto a convocare una riunione del Gruppo Idv al Senato. Abbiamo discusso, ragionato, letto le vostre ragioni, le vostre critiche, i documenti che ci avete inviato come l’appello dei Nobel per l’economia, e alla fine abbiamo convenuto che la cosa migliore fosse votare contro in Aula per provare a non raggiungere i due terzi e consentire al popolo sovrano di esprimersi sulla questione. Continua a leggere →

Bene qualsiasi proposta per il taglio dei parlamentari, ma in manovra serve subito un segnale forte sulle Province

agosto 25, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Condividiamo qualsiasi proposta  per accelerare la riduzione del numero dei parlamentari, cosa che l’Italia dei Valori ha già chiesto all’inizio di questa legislatura con apposito disegno di legge. Bene anche percorsi abbreviati per l’introduzione del pareggio di bilancio nella nostra Costituzione all’articolo 81 e per il riassetto degli enti locali. Ma per le Province e per i Comuni occorre subito un segnale forte nella manovra, perché la riduzione complessiva dei costi della politica non può essere più rinviata. Non è tollerabile chiedere sacrifici agli italiani senza che la spesa pubblica venga al più presto alleggerita di sprechi e privilegi. L’Italia dei Valori è come sempre pronta a fare la sua parte”. Lo afferma il presidente dei senatori IdV, Felice Belisario, commentando la proposta della capogruppo del Pd al Senato, Anna Finocchiaro.