Offensivo votare domani un testo sulla legge elettorale che non si conosce

ottobre 10, 2012 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Politica

“E’ intollerabile ed offensivo delle regole democratiche che si pretenda di votare domani per un testo base della legge elettorale che ancora non si conosce. E’ evidente che è in atto un clamoroso inganno per creare un pastrocchio difficile perfino da spiegare agli elettori. C’era una soluzione semplice, quella di rispettare la volontà di un milione e 200mila cittadini, ed, invece, sta venendo fuori un testo del ‘tanto chi se ne frega di loro’. L’Italia dei Valori continuerà la sua battaglia perché gli italiani possano scegliere i propri parlamentari, in una coalizione formata prima delle elezioni, su un programma certo e con una leadership dichiarata. Il resto sono chiacchiere che faranno precipitare l’Italia in uno stato di assoluta ingovernabilità”. Lo ha dichiarato il presidente dei senatori dell’IdV, Felice Belisario, uscendo dalla commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama.

I referendum sono la risposta concreta ai Fiorito di turno

settembre 27, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“In un momento in cui i cittadini sono, non solo disillusi, ma addirittura incazzati con la politica abbiamo deciso di riportare le lancette al ’93 quando gli italiani avevano cancellato il finanziamento pubblico ai partiti, reintrodotto, poi, sotto la voce di rimborsi elettorali”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, intervenendo stamattina a Radio24, ospite di Oscar Giannino, a proposito dei referendum anticasta promossi dall’IdV. “La raccolta delle firme inizierà in tutte le piazze d’Italia il 13 ottobre. Chiediamo ai cittadini, e siamo convinti che saranno favorevoli, di esprimersi su un taglio vero e radicale dei soldi pubblici ai partiti e della cosiddetta ‘diaria’ che spetta ai parlamentari. Taglio che cadrà a cascata anche sui consiglieri regionali. Questa è la risposta concreta all’antipolitica generata dai casi dei Fiorito di turno, che stanno creando una voragine tra i cittadini e le istituzioni. I referendum – continua – sono promossi dall’Italia dei Valori e dalla società civile, ma se ci sono forze politiche disponibili a prendersi la responsabilità di una campagna referendaria siamo disponibili, perché qui non si tratta di mettere una bandierina su una cosa giusta, ma di rendere veramente, senza demagogia e senza giri di parole,  un servizio all’Italia. Fatto questo, ci dobbiamo sedere a tavolino per approvare una legge dello Stato che stabilisca la natura giuridica dei partiti, che ad oggi sono associazioni non riconosciute che prendono soldi pubblici senza controllo e contemporaneamente una legislazione più snella e trasparente che liberi la politica dai gruppi di pressioni lobbistica. Questi sono i fatti che si aspettano i cittadini dalla buona politica”, conclude Belisario.

Una ”full immersion” nella buona politica

settembre 6, 2012 in Italia dei Valori, Politica, Referendum

Come sapete, l’Italia dei Valori è un partito radicato nel territorio che promuove da sempre il confronto di idee e l’incontro tra politica e cittadini. La democrazia partecipata è il nostro modello di riferimento e, mentre la distanza tra i Palazzi e il Paese reale aumenta a dismisura, noi continuiamo a discutere con la società civile e a rilanciarne le istanze. L’antidoto alla malapolitica  è la buona politica, è necessario riavvicinare i cittadini e coinvolgerli come parti attive della cosa pubblica affinché le istituzioni possano non solo riconquistare credibilità, ma anche arricchirsi di nuove proposte e nuovi protagonisti. Per queste ragioni, l’IdV e l’associazione “Cantiere dei Valori” hanno organizzato a Monopoli, in provincia di Bari, la prima giornata di formazione politica: “Full immersion”. Sono stato invitato dal collega Pierfelice Zazzera, che si è fatto carico della iniziativa e mi ha affidato le conclusioni della giornata. Gli argomenti non sono certo mancati. Continua a leggere →

Riformare tutto per non riformare nulla

agosto 1, 2012 in Politica

Oggi l’Aula del Senato si è prodotta in un’altra seduta che speriamo essere soltanto inutile e non anche dannosa perché, se fosse di qualche utilità, dovrebbe essere annoverata tra le categorie del “politicamente pericoloso”. 
Questa mattina è stata votata la dichiarazione d’urgenza per l’esame dei diversi disegni di legge relativi all’istituzione di un’Assemblea costituente, il più rilevante dei quali porta la firma di Francesco Rutelli il quale vorrebbe eleggere una Commissione costituente di 90 membri, con carattere vincolante nei confronti di Camera e Senato, sulla riscrittura complessiva della nostra carta costituzionale.  Continua a leggere →

Abbiamo sventato la riforma-boiata, no al baratto Pdl-Lega su presidenzialismo e Senato federale

luglio 3, 2012 in Comunicati Stampa

“Siamo risultati determinanti come sempre e abbiamo sventato una vera e propria boiata. Le riforme si devono fare in modo serio e non approssimativo, come sarebbe risultato dal baratto tra Pdl e Lega su semi-presidenzialismo e Senato federale. L’unica riforma che si può approvare è il dimezzamento dei parlamentari, il resto è solo un inutile e pericoloso papocchio”. Lo dice il presidente dei senatori Idv, Felice Belisario, dopo il voto della Commissione Affari costituzionali del Senato.

 

Bisogna andare al voto subito per uscire da questo empasse

giugno 26, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“La confusione che regna nel mondo politico conferma quello che noi dell’Italia dei Valori diciamo da sempre: l’unica soluzione per uscire da questo empasse è il voto subito”. A dichiararlo il capogruppo dell’IdV in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “preferiamo arrivare alle elezioni incassando subito il dimezzamento dei parlamentari e una nuova legge elettorale. Ma l’aria che tira ci fa capire che non è così e che l’unico interesse di Monti e della maggioranza strampalata che lo sostiene è quello di assicurarsi un futuro e di salvare gli interessi delle corporazioni che rappresentano. Con l’alibi del ‘ce lo chiede l’Europa’, i superprofessori stanno distruggendo lo stato sociale e calpestando i diritti delle fasce più deboli. La fase dell’attendismo è ormai superata – conclude Belisario – ed è stucchevole, mentre il Paese va a fondo, assistere a teatrini politici di possibili alleanze senza contenuti e senza proposte concrete che non portano a niente. Serve subito un governo politico, scelto dai cittadini, che ridia dignità e fiducia al Paese, di fronte ad un’Europa tutt’altro che unita”.

Il ddl di riforma costituzionale è una balena spiaggiata, torni in Commissione

giugno 21, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“L’IdV in Senato aveva già bocciato senza appello la riformetta approdata in Aula, che in concreto dava solo una piccola sforbiciata al numero dei parlamentari. Poi il testo è stato definitivamente peggiorato con lo stravolgimento dell’architettura costituzionale proposto dal Pdl con il semipresidenzialismo. Restiamo quindi contrari a questa riforma nel metodo e nel merito, perché siamo ancora una volta di fronte ad un provvedimento confuso e pasticciato che non porterà a nulla: il ddl è ormai una balena spiaggiata”. Lo ha dichiarato, intervendo in Aula, il Capogruppo IdV al Senato, Felice Belisario. “L’Italia dei Valori – ha aggiunto – ha presentato le sue proposte, a partire dal Senato inteso come Camera delle autonomie, che è una riforma istituzionale senz’altro più chiara ed efficace del cosiddetto bicameralismo eventuale. Ma è evidente che non ci sono le condizioni per portare avanti il benché minimo confronto, più volte abbiamo chiesto che non si passasse ad esaminare gli articoli perché palesemente inammissibili e solo ora anche i partiti di maggioranza si rendono conto che non riusciranno a cavare il ragno dal buco. Non c’è alternativa, bisogna rispedire il testo in Commissione per rivedere completamente lo spirito di questa riforma. Il Presidente Schifani deve assumersi le proprie responsabilità, soprattutto – ha concluso Belisario – per quanto riguarda gli articoli approdati in maniera invasiva in Aula, senza alcun approfondimento”.

 

Le riforme nelle mani della triade ABC sono una tela di Penelope, il faro del rinnovamento siano i cittadini

maggio 13, 2012 in Politica

Le contraddizioni della triade ABC sono esplose del tutto con l’impasse della Commissione Affari costituzionali del Senato. Le riforme istituzionali resteranno una tela di Penelope che viene fatta di giorno e disfatta di notte da una strana maggioranza in rotta di collisione. Prima si va al voto, meglio è per il Paese. Continua a leggere →