Monti e Berlusconi smentiti dai dati Istat

gennaio 8, 2013 in Comunicati Stampa, Economia

“Le bugie hanno le gambe corte. Berlusconi e Monti sono mentitori di professione che pensano di ingannare gli italiani ancora una volta. Ma per loro parlano i dati dell’Istat che certificano una disoccupazione giovanile che ha raggiunto livelli record”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “con quale faccia il cavaliere e il professore si presentano di nuovo davanti ai cittadini chiedendo la loro fiducia e vendendo loro false promesse? Hanno portato il Paese sull’orlo del baratro, con politiche economiche mirate solo a colpire le fasce deboli, i giovani, i pensionati e le famiglie e, ciclicamente, qualche istituto statistico scatta la foto del loro disastro. Non possiamo permettere a questi venditori di fumo di dare all’Italia il colpo finale. E’ il momento di voltare pagina e di scegliere, una volta per tutte, da che parte stare. Lo dico anche ai dirigenti del Pd, che mi auguro non cedano di nuovo alle sirene del liberismo sfrenato, smentendo nei fatti la loro storia”, conclude Belisario.

D’Alema fa affermazioni stravaganti. Di certo voleva fare ironia

novembre 9, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“E’ veramente stravagante parlare di isolamento dell’Italia dei Valori quando in tutto il Paese l’IdV è nelle amministrazioni di centrosinistra e governa gran parte dei territori con Pd e Sel”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato Felice Belisario, che aggiunge “così come è stravagante parlare di scelte estremistiche dell’IdV, a meno che per tali non si intendono scelte a difesa degli esodati, dei pensionati, delle fasce deboli, delle Pmi, contro la corruzione e l’evasione fiscale, per l’acqua bene comune… e potrei continuare nel lungo elenco delle nostre battaglie, in Parlamento e fuori. Probabilmente – conclude – il presidente d’Alema, come è nel suo stile, voleva fare dell’ironia”.

No a questa spending review. Ci appelliamo al Partito Democratico

luglio 7, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Lavoro, Politica, Sanita’, Sociale

Non sarà un caso se, appena il governo annuncia un nuovo provvedimento anticrisi, si mobilita l’Italia intera. Evidentemente o il Paese è impazzito all’improvviso o Monti sta fallendo clamorosamente il suo obiettivo: risollevare le sorti dei cittadini, per assicurare loro un futuro e rilanciare così l’economia dell’Italia. O meglio un futuro lo sta assicurando, quello dei privilegiati e dei forti. Dal momento del suo insediamento, infatti, Monti persevera nel massacro contro le fasce deboli e le classi medie. Continua a leggere →

Lavoratori, giovani, pensionati: tutti in piazza contro il Governo. E per la Fornero arriva la resa dei conti

giugno 16, 2012 in Economia, Politica, Sociale

La manifestazione unitaria dei sindacati a Roma

L’Italia che produce, che soffre e che resiste ha manifestato a Roma per dire un secco no alla politica dell’Esecutivo e della maggioranza che lo sostiene. Nella mattinata Cgil, Cisl e Uil hanno esposto le ragioni della protesta contro le riforme targate Fornero, nel pomeriggio si sono mossi i movimenti e le associazioni di precari ulteriormente penalizzati dai tenici. Lavoratori, pensionati e giovani: tre generazioni in piazza contro il Governo Monti e la triade ABC, per chiedere di correggere i gravissimi errori fatti e cambiare subito rotta, oppure togliere finalmente il disturbo. Continua a leggere →

Governo ascolti appello della Cgil sugli esodati

maggio 5, 2012 in Comunicati Stampa, Lavoro

“Il governo per una volta dimostri di non prendere in giro il Paese e ascolti l’appello della Cgil. Fare un decreto sugli esodati poco prima di incontrare le forze sociali sarebbe la terribile cartina di tornasole di un esecutivo accanito contro i diritti dei lavoratori e delle fasce deboli e che rifiuta il confronto leale con i sindacati “. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “la crisi sta generando un disagio sociale senza precedenti e i provvedimenti di questo governo sembrano indirizzati a gettare benzina sul fuoco. I lavoratori, i piccoli imprenditori, i dipendenti sono disperati. Per non parlare dei disoccupati, dei precari, dei pensionati o di coloro che vivono l’angoscia del limbo, ovvero gli esodati. La Fornero scenda dal piedistallo, il Paese non supera i suoi problemi con l’arroganza dei professori ma con una mediazione nobile tra il pareggio dei conti ed il dramma della recessione. Non servono lezioni in fabbrica su decisioni già prese, urge, piuttosto, un confronto con le parti sociali. Solo così – conclude Belisario – il governo potrà modificare una politica economica e fiscale killer e dare davvero un segnale di equità e crescita ai cittadini”.

Governo intervenga subito sui redditi da pensione

aprile 26, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“I dati diffusi oggi dall’Istat certificano, ancora una volta, l’assenza totale di politiche adeguate per salvaguardare il potere d’acquisto di salari e pensioni. Serve subito un immediato intervento, altrimenti la recessione, tutta sulle spalle delle fasce più deboli, non potrà che peggiorare”. Lo dichiara Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, che aggiunge: “Le scelte irresponsabili del governo Monti, come quella di bloccare l’indicizzazione delle pensioni e contestualmente innalzare l’Iva, hanno portato al devastante risultato attuale.  Altro che Cresci Italia! Basta guardare alle pensioni Inps per rendersi conto di quanto la povertà incalzi tra questa fascia di popolazione. E’ necessario un intervento pubblico che garantisca un welfare adeguato, occorrono immediate politiche sociali che intercettino il dilagante disagio dei pensionati, iniziando dall’assistenza sanitaria, fino alla riduzione della pressione fiscale. Se è giusto che il governo Monti si misuri con i mercati internazionali, lo deve fare ancor di più con il Paese reale, garantendo una maggiore giustizia sociale e – conclude Belisario – rinunciando a fare cassa sui più deboli”.

Il declassamento è visibile ogni giorno sulla pelle dei cittadini

gennaio 14, 2012 in Comunicati Stampa, Economia

“Sappiamo che il voto delle agenzie di rating va preso con le pinze: si tratta pur sempre di organismi che rispondono ad interessi di parte. Ma il declassamento dell’Italia lo vediamo giorno dopo giorno, sulla pelle dei cittadini” . A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “parlano i dati della Cgil sulla cassa integrazione che puzzano di licenziamenti vicini. Parlano i lavoratori, pensionati, da ultimo anche i tassisti, scesi in piazza man mano che gli effetti della manovra Monti prendono forma. Temo sia solo l’inizio”.
“Allora per evitare l’esasperazione sociale – aggiunge Belisario – è bene che il governo intervenga per promuovere la crescita ed eliminare vistosi privilegi, con la stessa celerità con cui ha attuato il rigore. Se liberalizzazioni devono essere siano, ma a 360 gradi, comprese le famose frequenze digitali del beauty contest, che stavano per essere regalate, scippando agli italiani diversi miliardi di euro. Cortina non rimanga  un caso isolato, ma si avvii una seria e strutturata lotta all’evasione fiscale e il provvedimento per ridurre le auto blu sia solo uno dei tanti tagli agli sprechi che l’Italia dei Valori promuove da sempre. Solo su questa strada  – conclude Belisario – Monti sarà sostenuto dall’IdV e capito dagli italiani a cui vengono chiesti sacrifici”.

Urgenti interventi per la crescita

dicembre 31, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Italia dei Valori, Lavoro

“Mi auguro davvero che i titoli annunciati da Monti per la ripresa dell’economia italiana si tramutino presto in provvedimenti concreti”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “il Paese reale, fatto di famiglie, precari, pensionati e cassa integrati, ha pagato e sta pagando duramente la crisi. Il 2011 si è chiuso con numeri drammatici. Come se non bastasse, i dati diffusi dall’Osservatorio nazionale Federconsumatori, che parlano di una stangata che supera i 2.000 euro a famiglia per il 2012, fanno tremare i polsi. Aumenti che riguardano beni primari e che rischiano di lasciare i cittadini senza cibo, benzina, mezzi pubblici ed elettricità. Gli italiani, infatti, questi soldi non ce li hanno! E’ urgente intervenire subito: non è possibile che a pagare siano i soliti poveracci e non è più tollerabile rimandare la crescita e lo sviluppo del Paese. Se l’economia non gira, calano i consumi e aumenta la disoccupazione. L’Italia ha bisogno di riprendere fiato. Monti – conclude Belisario – dimostri che ‘equità e sviluppo’ non erano solo due postille pronunciate per indorare la pillola del rigore. E lo faccia con interventi chiari, non con proclami in conferenza stampa”.