Processo Mills, il Pdl ha ora paura d’aver fatto tanta fatica per niente!

settembre 19, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“La reazione rabbiosa del Pdl alla decisione dei giudici del processo Mills di tagliare alcune testimonianze ritenute superflue si spiega facilmente: non riescono a sopportare l’idea che, nonostante i tanti espedienti e le innumerevoli leggi ad personam scritte e approvate in tutta fretta per salvare Berlusconi, il processo Mills arrivi lo stesso a sentenza di primo grado. Insomma, hanno paura di aver fatto tanta fatica per niente!”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “La verità – aggiunge – è che di inquietante e sconcertante c’è solo un capo di governo allergico alla parola ‘giustizia’, in fuga perenne dai tribunali anche solo da testimone, che pretende di usare il Parlamento come se fosse il proprio ufficio legale per garantirsi l’impunità. Tra lodo Alfano, prescrizione breve e processo lungo – conclude – pensavano di aver definitivamente affossato anche il processo Mills, scoprire che possa invece arrivare sino in fondo è per loro evidentemente uno choc insopportabile”.

Sul processo lungo ringrazieranno i delinquenti

luglio 28, 2011 in Comunicati Stampa

“Questa maggioranza e questo governo stanno per mettere a soqquadro, più di quanto non abbiano già fatto, il sistema giudiziario italiano, con una schizofrenia determinata, continuativa e aberrante: prescrizione breve da un lato, processo lungo dall’altro”. E’ quanto dichiara in Aula il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato Felice Belisario, che aggiunge “l’allunga-processi è uno dei tanti provvedimenti approvati da Berlusconi e dalla sua maggioranza, anteponendo, senza ritegno, le ragioni personali agli interessi del Paese. Ad oggi non è stata fatta nessuna riforma della giustizia, nessuna abbreviazione della lungaggine dei processi, nessuno stanziamento e nessuno aumento del personale giudiziario. Ma solo un pervicace, sfrontato, osceno modo di operare per salvare il premier dai suoi processi: falso in bilancio, rogatorie internazionali, lodo Schifani, legge Cirami, ex Cirielli, solo per citare alcune leggi ad personam. Berlusconi e la sua maggioranza sono costati all’Italia 2 miliardi e 259 milioni di euro circa se si contano le ore di lavoro in Aula e in Commissione  spese per interessi privati, veri e propri conti della serva. E’ vero che è in atto – continua – un conflitto tra politica e magistratura. Si tratta di una guerra dichiarata da alcuni politici unilateralmente e che i magistrati devono subire perché cercano di applicare la legge in modo uguale per tutti. Dato lo sfascio della giustizia italiana, allungare i tempi già indeterminabili del processo è come abbattere una diga mentre incombe il rischio inondazione. Siamo di fronte ad un macigno della democrazia italiana che va rimosso al più presto – conclude Belisario – perché con questo provvedimento, ringrazieranno mafiosi, pedofili e delinquenti”.

Con la prescrizione breve dimezzati in un colpo solo i processi di Berlusconi

marzo 22, 2011 in Comunicati Stampa, Giustizia

“Oggi in commissione Giustizia alla Camera è stata votata l’ennesima porcata ad personam che viene spacciata per riforma della giustizia ma che è invece soltanto il solito maxiaiuto a Berlusconi per non farsi processare”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, commentando il voto alla Camera sull’emendamento che introduce la prescrizione breve. “Così in un colpo solo, grazie a un semplice voto della Camera, i processi del premier si dimezzeranno, da quattro a due. Sparisce, tra l’altro, il processo Mills in cui si sa, dalla sentenza di Cassazione, che Berlusconi è certamente colpevole per aver corrotto l’avvocato inglese. E’ una vergogna. Le camere per 9 degli ultimi 11 anni sono state impegnate esclusivamente a varare norme per impedire che l’imputato Berlusconi possa essere processato”.