Proviamo a cambiare?

aprile 20, 2013 in Politica

Ha ragione Marco Travaglio: chi continua a cercare un accordo con Berlusconi o è c……e o è un suo complice. Ineleggibilità, conflitto di interessi permanente, procedimenti giudiziari di tutti i tipi, passato indecifrabile, sono le sue principali caratteristiche negative che avrebbero dovuto sconsigliare qualsiasi forma di inciucio. Continua a leggere →

La casta vuole solo mantenere le poltrone

agosto 29, 2012 in Comunicati Stampa

“Quando i partiti di una maggioranza bislacca si mettono insieme per trovare la quadra sulla legge elettorale, è evidente che c’è  puzza di imbroglio, noi l’abbiamo denunciato fin da subito. Le regole del gioco vanno scritte cercando la più ampia convergenza possibile. Invece Pd e Pdl vogliono truccare la partita, resta da vedere se conservando il Porcellum o approvando una riforma anche peggiore”. Lo ha dichiarato il Presidente dei Senatori dell’Idv Felice Belisario, intervenendo in diretta alla trasmissione Baobab di Radio1.
“Di sicuro emerge la volontà – ha continuato Belisario – di raggirare gli elettori, costruendo alleanze a tavolino dopo il voto. A questo punto viene da chiedersi se conosceremo davvero il leader della coalizione prima delle elezioni, oppure, come dice Fini, saremo vittime di un gioco di Palazzo di cui il Presidente della Repubblica sarà il cancelliere-notaio. Insomma, all’orizzonte si profila un grande imbroglio. Ecco perché l’IdV ha raccolto 1 milione e 200 mila firme, insieme al Comitato promotore, chiedendo il ritorno al Mattarellum. Abbiamo anche presentato un disegno di legge che ricalca lo spirito referendario e propone un sistema chiaro e già collaudato. Se Pd e Pdl non lo hanno neanche preso in considerazione è perché evidentemente vogliono una riedizione della coalizione. Insomma la casta vuole una riforma per salvare le poltrone di chi oggi è in Parlamento e per continuare a fare eleggere i nominati. Noi invece vogliamo restituire centralità ai cittadini e dare governabilità al Paese con un sistema bipolare e maggioritario che eviti trasformismi e cambi di casacca e sancisca l’incandidabilità dei condannati per reati gravissimi. Ecco perché – ha concluso Belisario – i due partiti dell’inciucio vogliono farci fuori, ma gli elettori sapranno punire gli autori di una legge truffa. Quanto al presidente del Senato che rassicura tutti per gli importanti passi avanti,vorrei ricordargli che è stato attore protagonista per l’approvazione del porcellum,eviti di esserlo anche per il super-porcellum perché errare e umano, ma perseverare sarebbe davvero diabolico”.

Da arbitro ad arbitro-giocatore

agosto 10, 2012 in Politica

Mi sono andato a rileggere l’art. 87 della Costituzione che elenca le competenze del Presidente della Repubblica. L’ho fatto perché ho avuto qualche dubbio: hai visto mai che, a forza di parlare di riforma costituzionale e di presidenzialismo, una qualche riforma è stata approvata a mia insaputa? Il Presidente della Repubblica, che parla ogni giorno sui temi della politica, che si interessa in prima persona di legge elettorale, che difende ad ogni piè sospinto Monti ed il suo governo, ormai esercita un ruolo che, a mio avviso, la Costituzione non gli assegna. Continua a leggere →

Non ce l’abbiamo con Napolitano. Vogliamo solo la verità

luglio 19, 2012 in Giustizia, Politica

Una premessa doverosa a causa di alcune strumentalizzazioni che stanno facendo passare l’Italia dei Valori come una forza anti-Napolitano. Noi non abbiamo nulla contro il presidente della Repubblica, non è il nostro obiettivo. Non facciamo riunioni segrete o carbonare pensando ad un impeachment, ne’ nessuno di noi mette in campo comportamenti diffamatori nei suoi confronti. Continua a leggere →

Napolitano chiede criteri emendabilita’ piu’ rigorosi, da IdV proposta gia’ nel 2010

febbraio 23, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“In una lettera inviata oggi ai presidenti di Camera e Senato e al presidente del Consiglio, il Presidente della Repubblica chiede criteri più rigorosi per l’emendabilità dei disegni di legge di conversione dei decreti legge in relazione a una recentissima sentenza della Corte Costituzionale. Un problema oggettivo, a cui l’Italia dei Valori ha proposto una soluzione già due anni fa, a seguito di analoghe considerazioni del Capo dello Stato, attraverso un disegno di legge costituzionale del Gruppo IdV al Senato (AS n. 2208) che però giace inspiegabilmente in commissione sepolto in qualche cassetto”. Lo afferma il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Il nostro ddl – aggiunge – non solo prevede l’introduzione del rinvio parziale delle leggi, ma costituzionalizza anche i criteri della specificità, dell’omogeneità e della corrispondenza al titolo, proprio in riferimento alle leggi di conversione dei decreti legge. A questo punto – conclude Belisario – c’è solo da augurarsi che il richiamo di Napolitano possa sbloccare l’esame del provvedimento e accelerare una riforma che permetterebbe di riequilibrare i rapporti tra governo e Parlamento per un più ragionevole modo di legiferare”.

L’intervento del Senatore Pardi per la commemorazione del Presidente Scalfaro

febbraio 9, 2012 in Politica

Il Senato ha ricordato mercoledì l’ex presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, un grande protagonista della nostra storia. Tra i padri fondatori dell’Italia repubblicana, credente ma profondamente laico, fu strenuo difensore della Costituzione, con uno straordinario senso delle Istituzioni. Per il Gruppo IdV, è intervenuto il senatore Pardi.

DALLA TRAGEDIA DI BARLETTA UN MONITO CHE NON PUO’ RESTARE INASCOLTATO

ottobre 7, 2011 in Lavoro, Politica, Sicurezza, Sociale

La tragedia di Barletta riguarda tutti, istituzioni pubbliche e soggetti privati. C’è un sinistro intreccio di responsabilità tra chi, da un lato, non ha vigilato come avrebbe dovuto e chi, dall’altro, non ha rispettato le norme edilizie e di sicurezza sui luoghi di lavoro. Tra i nove indagati ci sono dirigenti e tecnici comunali, architetti, agenti di polizia municipale e lo stesso titolare dell’azienda in nero, peraltro padre della più giovane delle cinque vittime. Mi auguro che le autorità portino avanti indagini rigorose, ma va anzitutto denunciata la gravità del contesto nel quale la sciagura è avvenuta. Quando si perde la vita confezionando maglioni nello stesso stabile dove altre persone risiedono, è evidente che c’è un intero sistema legislativo che non funziona. Continua a leggere →

DITO MEDIO E PERNACCHIE, E’ QUESTA LA STRADA ALLA SECESSIONE?

ottobre 1, 2011 in Politica

Abbiamo chiesto al Capo dello Stato di dire una parola definitiva sulle minacce secessioniste della Lega. Sono sicuro che il Presidente della Repubblica non ha bisogno di alcuna sollecitazione e agisce e parla in piena autonomia, ma quell’intervento ha forse in qualche maniera contribuito a smuovere le acque. Sono certo che Napolitano abbia colto, in quell’appello, il segno che una parte sana del Paese, rappresentata dal nostro partito, era stufa: la Lega stava davvero esagerando. Continua a leggere →