Con il referendum abbiamo infilato un’altra banderilla nel collo del toro

giugno 13, 2011 in Comunicati Stampa, Referendum

“Un’altra banderilla al collo del toro”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, commentando il raggiungimento del quorum ai referendum. “Le minoranze ispirate diventano con i quesiti referendari, maggioranza assoluta nel Paese. Sono state loro a trascinare l’Italia a uno straordinario, epocale traguardo. Sono stati i comitati sulle risorse idriche e l’Italia dei Valori che hanno offerto agli italiani la possibilità di esprimersi sul nucleare, sul principio che la legge è uguale per tutti, sull’acqua come bene pubblico. Un successo nato dal basso che ha consentito di raggiungere e superare il quorum. E pensare – conclude Belisario – che quando abbiamo cominciato a raccogliere le firme tutti ci ridevano dietro. A questo punto qualcuno dovrebbe trarre la giusta consegunza dall’esito del referendum. Oggi, dopo la seconda spallata in poche settimane, l’Italia è un po’ più libera”.

CHE BATTIQUORUM: PUO’ NASCERE UNA NUOVA PRIMAVERA ITALIANA

giugno 12, 2011 in Referendum

Mamma mia, che battiquorum. Il dato di affluenza alle urne alle 19 di oggi è buono: si è recato a votare poco più del 30 per cento degli aventi diritto e fa il paio con il dato delle 12 che era di circa l’11 e mezzo per cento. Le proiezioni, dunque, sono assai positive ma questo non può indurci a nessuna distrazione. Bisogna andare a votare, tutti, perché la posta in palio è importantissima e più saremo più sarà significativo il risultato e il segnale che manderemo. E poi non è scontato che il quorum venga raggiunto. Mancano ancora una decina di milioni di voti, non sono pochi. Continua a leggere →

BUON VOTO A TUTTI

giugno 11, 2011 in Referendum

Sui referendum è stato già detto praticamente tutto. Bisogna solo andare a votare e poi aspettare. Raggiungere il quorum è possibile. Molti sondaggisti sono convinti che a votare andrà più del 50 per cento degli aventi diritto e che la vittoria del “SÌ” è scontata.
Sono convinto che tra i votanti la stragrande maggioranza non vuole il nucleare,non vuole la privatizzazione dell’acqua,non vuole il legittimo impedimento. Il raggiungimento o meno del quorum è più difficile da pronosticare: sono cauto, anche perché i sondaggi politici, di ogni istituto di rilevamento, non sempre hanno dato grande prova di sè. Continua a leggere →

DOMANI TUTTI IN PIAZZA PER CAMBIARE L’ITALIA!

giugno 9, 2011 in Italia dei Valori, Politica, Referendum

Finalmente il Governo annuncia la riforma del fisco: la attendevamo da 17 anni, quando Berlusconi la promise la prima volta. Un proclama che si aggiunge al rilancio dello sviluppo, al piano per il Sud, alla creazione di nuovi posti di lavoro e all’aumento della sicurezza per i cittadini. L’Economist dedica un dossier alle bugie del berlusconismo e scrive che il premier è riuscito ad imbrogliare l’Italia: tra il 2000 e il 2010 il nostro Pil è cresciuto in media dello 0,25%, solo Zimbabwe e Haiti hanno fatto peggio. Il centrodestra è un comitato di propaganda perenne, cerca disperatamente di restare aggrappato alle poltrone millantando la volontà di affrontare i problemi del Paese. Ormai è da tre anni che sopportiamo un Governo inerte, espressione della cricca che lo supporta e distante anni luce dal Paese reale. Domani chiudiamo con una grande festa la campagna referendaria: perché il 12 e 13 giugno possiamo cambiare l’Italia. Continua a leggere →

LA CONSULTA DA’ RAGIONE AI CITTADINI: IL REFERENDUM CONTRO IL NUCLEARE SI FARA’!

giugno 7, 2011 in Referendum

Anche l’ultima trappola del governo per far saltare il referendum sul nucleare è stata aggirata. la Corte Costituzionale ha dato ragione, così come la cassazione qualche giorno fa, all’Italia dei Valori. Domenica e lunedì bisogna andare tutti a votare.

Visualizza il Video su Youtube

DAL BATTICUORE DI IERI AL BATTIQUORUM, ORA CANCELLIAMO IL NUCLEARE

giugno 2, 2011 in Ambiente, Giustizia, Italia dei Valori, Politica, Referendum

Oggi si fa festa. Il 2 giugno non poteva capitare in un momento migliore. Abbiamo stravinto le amministrative contro le forze più arretrate e revisioniste del Paese, Abbiamo avuto, proprio ieri, la certezza che il referendum sul nucleare si farà. Non era scontato, anzi. Perché il governo, con la maggioranza artificiale e arrabattata che si ritrova, ha fatto di tutto per evitarlo. Per fortuna, come ha detto anche Di Pietro in un’intervista al Fatto di oggi, la legge è legge. Continua a leggere →