Il confronto tv su misura e la tv negata

febbraio 18, 2013 in Politica

In questa brutta campagna elettorale, arida di contenuti ma straripante di propaganda, populismo e bugie, si sente parlare più di confronto tv che di proposte concrete per rimettere in piedi un Paese in ginocchio. Ma il paradosso è che ognuno vuole il confronto ‘a modo suo’, pretende cioè di decidere con chi confrontarsi e con chi no, senza nemmeno considerare che un confronto vero è solo quello aperto a tutti i candidati. Continua a leggere →

Da parte della Rai c’è un killeraggio nei nostri confronti

gennaio 11, 2013 in Comunicati Stampa

“Il sistematico oscuramento dell’IdV e della lista Rivoluzione Civile dimostra che la Rai ha messo in atto un killeraggio nei nostri confronti”. Lo dichiara Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori. “Oggi, dei tre telegiornali del servizio pubblico, solo il Tg1 – prosegue – ha passato pochi secondi di sonoro di Antonio Ingroia, a fronte di servizi lunghi diversi minuti, su tutte e tre le reti, dedicati a Berlusconi, Bersani, Monti e Grillo. È stata garantita visibilità anche ad altri, ma non al nostro Movimento. Insomma, mamma Rai confeziona servizi gioiello solo per i figli prediletti. L’IdV e la lista Rivoluzione Civile sono ormai volontariamente tagliati fuori, un vero e proprio furto con scasso ai danni della pubblica opinione. Alla faccia della par condicio! L’Agcom, in seguito al nostro esposto, ha riconosciuto diffusi squilibri nella presenza delle forze politiche, richiamando tutti ad una più corretta rappresentazione. Non si tratta solo di riequilibrare subito gli spazi, ma ci deve essere concesso il tempo che ci è stato rubato. Ci aspettiamo – conclude Belisario – che tutte le emittenti radiotelevisive si occupino, già dalle prossime edizioni dei tg, di garantire ai cittadini il diritto di essere informati in modo completo e imparziale”.

Tv e Radio rispettino il richiamo Agcom. In ballo un diritto costituzionale

gennaio 10, 2013 in Informazione, Politica, rai

Ancora una volta avevamo ragione. Mi riferisco al richiamo dell’Agcom che oggi ha invitato i mezzi di comunicazione a riequilibrare gli spazi di informazione e approfondimento politico a ridosso della campagna elettorale. Non solo lo avevamo detto, ma addirittura avevamo presentato un esposto all’Agcom per denunciare il silenzio assordante che negli ultimi due mesi è stato creato attorno all’Italia dei Valori. Continua a leggere →

Rispettare le regole in Tv. Basta super-presenza dei big

gennaio 9, 2013 in Comunicati Stampa, rai

“L’Italia dei Valori è stata assente da tutti i mezzi di informazione per due mesi, quindi ne ha di tempo e di spazio da recuperare!” Ad affermarlo il capogruppo dell’IdV in Senato e sostenitore della Lista Ingroia, Felice Belisario, che aggiunge: “lo dico a chi per ora diffonde dati che potrebbero fuorviare sulla presenza dei leader politici in televisione. Prima le primarie del PD, poi la discesa in campo di Berlusconi, infine la salita in politica del finto tecnico Monti, hanno inondato le televisioni facendo sparire le forze più piccole e più scomode. Un fatto talmente grave da spingerci a presentare un esposto all’Agcom per chiedere una giusta ripartizione degli spazi informativi. E’ un dovere della comunicazione, soprattutto di quella pubblica, informare in modo obiettivo e imparziale  i cittadini a poco più di un mese dal voto su tutte le proposte e le alternative politiche, a maggior ragione se c’è qualcuno che parte da una posizione mediatica svantaggiata. Penso all’Italia dei Valori, che ha sempre rifiutato di partecipare alla spartizione delle poltrone (sia in Rai che in organi che dovrebbero essere super partes come, guarda caso, l’Agcom) e per questo è stata spesso tagliata fuori, o come Rivoluzione Civile, una lista nuova che ha poco tempo per farsi conoscere”.

Berlusconi in Tv, terribile revival

dicembre 22, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione, Politica

“Mi sembra un terribile revival. Berlusconi torna in campo e, di conseguenza, torna imperante ad occupare tutti gli spazi di informazione, televisivi e radiofonici, senza che nessuno muova un dito. Ci tocca la sua predica anche la notte di Natale al posto delle cerimonie religiose!” Ad affermarlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “se siamo tornati a questo punto è colpa di una certa politica che non ha permesso di riformare la legge Gasparri, norma che ha consegnato le chiavi del  Servizio pubblico al più grande proprietario delle reti private, al titolare del massimo conflitto di interessi. Come IdV sosteniamo l’appello dell’Usigrai affinché intervengano al più presto tutte le autorità competenti per fermare questo assalto. Dopodiché, però, non ci giriamo intorno. Il prossimo governo – conclude – faccia subito una nuova legge e restituisca all’informazione la dignità e la libertà che  merita e di cui i cittadini hanno diritto. Altrimenti staremo sempre lì ad indignarci. Basta chiacchiere, l’Italia dei Valori ha insistito ed insisterà oggi più che mai per una Rai libera dai partiti, da tutti i partiti”.

Mediaset interessata all’acquisto di La7? Vengono i brividi al solo pensiero

settembre 16, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione

“Vengono i brividi al solo pensiero che Mediaset possa acquistare La7. Ci libereremo mai di questo infinito conflitto di interessi?” Se lo chiede il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Berlusconi ha già occupato le tre reti Rai e, tra le tv in chiaro, solo La7 può dirsi non dipendente dall’ex presidente del Consiglio. Evidentemente l’aumento degli spazi dedicati alla politica preoccupa il cerchio magico attorno all’anziano leader. La speranza, almeno questa volta, è che il garante della concorrenza intervenga per impedire questo ennesimo scempio. Saremmo l’unico paese in cui il 100 per 100 degli introiti pubblicitari e dei programmi della tv in chiaro avvantaggiano il capo di una parte politica. E’ una sciagura da evitare a tutti i costi o forse aiutare Berlusconi é propriola vera mission di Monti e Passera?”.

La decisione del Tar su Sky chiude una brutta pagina per il Servizio pubblico

luglio 12, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione, Politica

“La decisione del Tar, che ha accolto il ricorso di Sky avverso una delibera dell’AgCom che consentiva l’oscuramento di alcune trasmissioni della Rai, mette fine a una delle pagine peggiori dell’emittente di Stato”. Lo ha detto il Presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, a margine di un’iniziativa del partito a Salerno. “Del resto, chi ha un po’ di memoria storica, ricorda benissimo che questa decisione fu presa dall’allora direttore della Rai Masi, longa manus di Berlusconi, che rinunciò con questa decisione a 350 milioni in sette anni, oltre alla quota pubblicitaria, avvantaggiando indirettamente Mediaset nell’ennesimo caso di conflitto di interessi dell’ex presidente del Consiglio. L’oscuramento dei canali Rai ha portato, ad esempio, all’impossibilità, per coloro che posseggono solo la piattaforma Sky, di vedere le partite degli Europei di calcio nonostante il pagamento del canone. Esattamente il contrario – conclude Belisario – di quel che deve fare un servizio pubblico”.

Sulla vicenda Rai da Schifani solo chiacchiere

luglio 5, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione, Politica

“Quelle del presidente Schifani purtroppo sono solo chiacchiere che non ci convincono per nulla”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, commenta la risposta data da Schifani in merito alla vicenda Rai. “Il presidente del Senato – aggiunge – ha di fatto confermato un suo intervento a gamba tesa sulla commissione di Vigilanza Rai, finalizzato a dare a Berlusconi la maggioranza nel Cda del servizio pubblico. E’ un intervento vergognoso da parte della seconda carica dello Stato, che permette al monopolista  della televisione privata e suo dante causa di continuare a sguazzare nel conflitto di interessi che ha portato l’informazione in Italia allo sfascio e all’appiattimento più totale”.