Il recordo del debito pubblico è l’eredità del Governo Monti

dicembre 14, 2012 in Comunicati Stampa

“Il record del debito pubblico, che supera la soglia dei 2.000 miliardi di euro, è la pesantissima eredità che il Governo Monti lascia agli italiani. I cosiddetti tecnici hanno fatto pagare il costo della crisi ai più onesti e ai più deboli senza neppure riuscire a mettere a posto i conti: ora l’agenda Monti va immediatamente cestinata”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “La stima che emerge dal supplemento ‘Finanza pubblica’ del bollettino statistico della Banca d’Italia – aggiunge – è la drammatica fotografia di un Paese in ginocchio, stremato dall’enorme peso dell’indebitamento pubblico che blocca la crescita del mondo produttivo. Il Governo non ha messo in campo alcun provvedimento per ridurre il debito, a partire dalle dismissioni, dalla lotta all’evasione fiscale e dalla riduzione dei costi della politica. I 2.014 miliardi di debito calcolati da Bankitalia pesano per oltre 33 mila euro su ogni cittadino. Nonostante l’aumento indiscriminato delle tasse l’indebitamento è salito del 3,7% nell’ultimo anno: è questo l’effetto collaterale della cura Monti, il cieco rigore al servizio dei poteri forti. Il debito, che ci espone alla speculazione e mina l’affidabilità della nostra economia, è una bomba ad orologeria pronta ad esplodere: prima di raggiungere il dissesto – conclude Belisario – è necessario cambiare la rotta con una proposta di Governo alternativa, incentrata sullo sviluppo, sul taglio alla spesa improduttiva, sull’equità e sulla lotta senza quartiere alla illegalità diffusa”.

Prezzi record dei carburanti e il Governo sta a guardare: festeggiano le lobby, pagano cittadini e imprese

agosto 24, 2012 in Economia, Politica

I carburanti raggiungono prezzi record, proprio in occasione degli esodi estivi, e il Governo sta alla finestra a guardare invece di tagliare le accise. Dopo aver salvato i petrolieri con le finte liberalizzazioni, i tecnici hanno svolto l’ennesimo Cdm assolutamente inutile per uscire dalla crisi. Infatti il Consiglio dei Ministri si è ben guardato dall’emanare un decreto per calmierare le accise. Non solo, su queste imposte viene comunque applicata anche l’Iva e a nessuno dei professori al Governo viene in mente di sterilizzarla come previsto dalla legge: insomma, ancora una volta festeggiano le lobby e pagano imprese e cittadini. Continua a leggere →

Anche per l’Istat senza crescita non si va da nessuna parte

dicembre 23, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“I dati pubblicati dall’Istat sui consumi e sul potere d’acquisto degli italiani certificano che adesso è l’ora della crescita”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “abbiamo votato contro una manovra iniqua e depressiva perchè pensiamo che solo con il rigore non si vada da nessuna parte. Oggi l’Istat lo conferma e parla di un nuovo record della forbice tra l’aumento delle retribuzioni ed il livello di inflazione. Senza politiche che puntano sullo sviluppo, questa tendenza è destinata pericolosamente ad incacrenirsi. La denuncia – conclude Belisario – arriva anche dal mondo cattolico che, in un editoriale di Avvenire, parla del rischio recessione e addirittura depressione se si perseguono solo misure di rigore. Saremo disposti – conclude Belisario – ad appoggiare futuri provvedimenti del governo solo se indirizzati allo sviluppo e solo se basati sull’equità”.

Anche per Ue la manovra è pasticciata e insufficiente

settembre 2, 2011 in Comunicati Stampa

“La lotta all’evasione fiscale è una cosa seria ed è da sempre tra le priorità del programma dell’IdV”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario. “L’emendamento del governo appare come l’ulteriore, disperato e poco convinto tentativo di far quadrare i conti. Ma l’Unione Europea, come noi avevamo previsto, diffida dalla nuova manovra di Tremonti-Berlusconi perché fa affidamento su entrate future tutt’altro che certe, utilizzando una procedura macchinosa (come i Consigli Tributari) pensata quaranta anni fa ma che non ha mai funzionato. D’altra parte – conclude Belisario – cosa possono aspettarsi gli italiani da un governo che ha il record mondiale dei condoni, compreso lo scudo fiscale, per malfattori ed evasori?”