Il governo ha fallito su tutta la linea

settembre 25, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“I numeri, purtroppo per il Paese, ci danno ancora una volta drammaticamente ragione. Questo governo ha fallito e sta fallendo su tutta la linea”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Confcommercio scatta una nuova foto, l’ennesima, che dimostra il livello della povertà delle famiglie, ridotte allo stremo tanto che i consumi sono calati al livello più basso dal 46′, ovvero, dal dopoguerra. Numeri che viaggiano di pari passo con quelli dell’Istat, che parla di un’ulteriore diminuzione delle retribuzioni. Tradotto: questo governo che doveva salvare il Paese l’ha riportato indietro di più di un secolo, ha bombardato il reddito delle famiglie, ha tolto lavoro alle fasce deboli, speranza alle nuove generazioni, dignità e sussistenza ai pensionati. E, come se non bastasse, ha creato i cosiddetti esodati. Monti non può perseverare con la sua diabolica politica economica e, chi pensa ad un Monti-bis o a un governo che continui con le politiche di Monti, o è un alieno o è meglio che cambi mestiere. Questo è il momento – conclude Belisario – di un’alternativa di governo di centrosinistra, con un programma chiaro basato su sviluppo equità, diritti, solidarietà e legalità”.

Il Governo nasconde gli esodati sotto il tappeto, se non vuole risolvere il problema meglio il voto

aprile 13, 2012 in Comunicati Stampa

“C’è un modo per risolvere il problema dei cosiddetti esodati: mandare a casa questo governo di ‘tecnici’ che non sa o non vuole calcolare il numero esatto di chi è rimasto, per colpa della Riforma Fornero, senza pensione e senza lavoro e,quindi,senza reddito”. Lo dichiara Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, che aggiunge: “Per l’esecutivo gli esodati sono solo 65.000, per l’ Inps 130.000 e per altri addirittura 350.000. La discrepanza tra le cifre che circolano è talmente alta che è chiaro: qualcuno sta bluffando sulla pelle dei cittadini, non a caso sugli esodati ho posto una precisa domanda al Ministro del Lavoro. Ed i lavoratori che avranno maturato i diritti dopo il 2014 resteranno a spasso senza alcun paracadute? I conti non tornano e cercare, come sta facendo il governo, di nascondere il fenomeno esodati sotto il tappeto provocherà solo una forte tensione sociale. Il governo sta facendo grandi pasticci perché vuole risparmiare, perché è inadeguato a risolvere i problemi del Paese o perché è costretto a nascondere la verità. Qualunque sia il motivo – conclude Belisario – è meglio per tutti andare a votare”.

 

I veri poveri e i ricchi evasori

marzo 30, 2012 in Economia, Politica

Stando a quanto risulta dall’elaborazione delle ultime dichiarazioni dei redditi Irpef, il reddito medio degli italiani è pari a 19.250 euro all’anno. Di più: un italiano su due (il 49%) dichiara un reddito complessivo lordo annuo che non supera i 15.000 euro, uno se tre non arriva addirittura nemmeno ai 10.000 euro e solo l’1% dei contribuenti dichiara redditi superiori ai 100mila euro. Insomma, si può ben dire che l’Italia è un Paese povero, ma limitarsi a questo significherebbe raccontare solo una parte della verità. Continua a leggere →

Le banche alimentano la crisi, ma sono i contribuenti a mantenerle: allora statalizziamole!

gennaio 5, 2012 in Economia, Politica

La chiamano dittatura dello spread, fatto sta che la finanza sta condizionando la politica e quindi le stesse dinamiche economiche e sociali. Mentre la disoccupazione giovanile supera il 30%, l’attenzione dei Governi è concentrata sul drammatico andamento delle borse: i titoli bancari italiani continuano ad affondare Piazza Affari e tutti i maggiori istituti di credito registrano perdite record, trascinando a picco anche i mercati. La crisi finanziaria continua a peggiorare e a pagare le difficoltà del settore creditizio sono i contribuenti: cioè famiglie e imprese alle quali è negato l’accesso al prestito, ma che sono costrette a pagare di tasca loro gli aiuti di Stato alle banche. Un circolo vizioso che va immediatamente spezzato. Continua a leggere →

LA CRISI ECONOMICA E L’INDIFFERENZA DEL GOVERNO: INDIGNAMOCI TUTTI!

ottobre 13, 2011 in Economia, Giustizia, Italia dei Valori, Lavoro, Politica, Sociale

Roma, via Nazionale. Sede della Banca d’Italia. Centinaia di persone manifestano fino a notte fonda, determinate a portare avanti ad oltranza la loro protesta. Li chiamano indignati, sono cittadini stanchi di pagare il prezzo della crisi ed essere penalizzati dalle speculazioni finanziarie. Hanno deciso di reagire, di farsi sentire da Palazzi troppo spesso sordi e distanti. Sono giovani, sono il nostro futuro. E vogliono cambiare il mondo, partendo dal nodo fondamentale dei rapporti tra le istituzioni e la società. Continua a leggere →

ISTAT, REDDITI: SUBITO RIFORME PER USCIRE DA CRISI

aprile 8, 2010 in Economia

 La fotografia dell’Istat anche oggi certifica il fallimento delle politiche economiche del governo che, nonostante i ripetuti annunci propagandistici, non ha mai fatto niente per permettere agli italiani di affrontare dignitosamente la gravissima recessione in corso.

Gli indicatori economici sottolineano come la crisi si ripercuota in modo sempre piu’ devastante sulle famiglie. Il reddito disponibile e’ diminuito di quasi il 3% rispetto al 2008. Se poi a questo aggiungiamo il conseguente calo del patrimonio, dei consumi e la difficolta’ di accesso al credito possiamo dire che mai e’ andata cosi’ male nella storia del nostro Paese.
Per questo  l’Italia dei valori continuera’ a ripetere all’infinito e a voce sempre piu’ alta che le Riforme vanno fatte prima di tutto per uscire dalla crisi, poi possiamo parlare del resto. Non viceversa.