Un nuovo libro da scrivere (terza parte)

marzo 4, 2013 in Italia dei Valori, Politica

Con un partito sbrindellato in caduta libera, piuttosto che riorganizzare il suo tessuto vitale composto dagli eletti e dagli amministratori rimasti leali al progetto, dalla classe dirigente (quella buona) e dai tanti generosi militanti, provando così da subito a ricostruire, rinnovare e rilanciare, si è scelta un’altra strada. Mentre Di Pietro non batteva ciglio ad ogni abbandono, quasi fosse inevitabile, le mosche cocchiere all’interno del nostro partito giocavano su più tavoli riuscendo ad indebolire l’immagine di IdV e a disperdere le forze per creare un diverso contenitore che le potesse salvare, magari inventandosi un altro pifferaio magico. Sapete tutti come è finita: tra la copia improvvisata e l’originale, gli elettori hanno scelto l’originale. Continua a leggere →

Resti Sansone e muoiano i filistei

ottobre 12, 2012 in Giustizia, Italia dei Valori, Politica

Resti Sansone e muoiano i filistei! Formigoni non ha senso della vergogna ed ha una faccia di bronzo. Non solo, si attiene ai principi del cattolicesimo a giorni alterni. Se così non fosse proverebbe un sussulto di fronte alle parole dure di monsignor Rigoldi, cappellano del carcere minorile Beccaria e fondatore di Comunità nuova: “io per primo sono a disagio, dice, come cattolico ma soprattutto come cittadino. Disagio perché la Giunta è diventata impresentabile”. E ancora: “una figura istituzionale del genere ha un compito importante da svolgere anche perché è un modello. Purtroppo le vicende che si sono mescolate in questi ultimi otto mesi, al di là delle responsabilità, fanno sì che la funzione educativa di questa giunta non sia più percepita come tale”. Continua a leggere →

Sos Basilicata

febbraio 27, 2012 in Ambiente, Basilicata, Politica, Politica e Valori

Oggi l’Europa scrive l’ennesimo fallimento delle politiche emergenziali tipicamente italiane. Anni che hanno trascinato il Paese in una profonda crisi economica, sociale, culturale, ambientale e, prima di tutto, etica.  Non mi stupisce, allora, ma mi rammarica, la procedura d’infrazione che oggi la Commissione europea ha aperto nei confronti dell’Italia per almeno 102 discariche “non a norma”, ovvero non conformi alla direttiva Ue del 1999, di cui tre di rifiuti pericolosi. Abruzzo, Basilicata, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna e Umbria, le Regioni interessate. Continua a leggere →

Appello Napolitano condivisibile, serve una politica 2.0

gennaio 30, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“Il monito del Presidente Napolitano sul ruolo della politica e delle nuove tecnologie è pienamente condivisibile. Per i partiti dev’essere prioritario promuovere un’autoriforma che consenta di rafforzare il rapporto con la società. In questo senso, accanto all’utilizzo degli strumenti web, è necessario favorire la partecipazione diretta e attiva dei cittadini ai meccanismi democratici e istituzionali iniziando a cambiare la vergognosa legge elettorale attuale”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Oggi più che mai – aggiunge – resta fondamentale l’impegno quotidiano sul territorio, con la società e dentro la società. Le risorse informatiche offrono straordinarie opportunità per coinvolgere i cittadini nei processi decisionali, ma non potranno mai sostituire le forme di rappresentanza politica. L’IdV ha utilizzato i canali del web, già da tempi non sospetti, sempre con profonda consapevolezza del ruolo essenziale dei partiti nella vita democratica, perché la rete deve essere il mezzo e non il fine del confronto. E’ necessario affrontare la crisi di credibilità ed efficienza che investe le istituzioni attraverso nuovi modelli organizzativi, basati sull’apertura e la trasparenza nei confronti dei cittadini, a partire da modelli di Open government. Per arginare le preoccupanti derive dell’antipolitica – conclude Belisario – serve una politica 2.0″.

 

Intercettazioni. Giù le mani dalla Rete

settembre 25, 2011 in Comunicati Stampa

“A Berlusconi non basta controllare Tg, programmi televisivi, quotidiani, settimanali. Ora ci riprova con la Rete”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “nel ddl intercettazioni, infatti, è prevista una delle solite norme trappola di questo governo che metterebbe definitivamente il bavaglio all’unico spazio di informazione libera che è rimasto in questo Paese. Unico caso in Europa, ma si sa, Berlusconi vuole essere il solo e, del resto, nessun altro avrebbe il suo coraggio di violare così palesemente i diritti dei cittadini. Noi dell’Italia dei Valori ci batteremo con le unghie e con i denti – conclude Belisario – per salvare uno strumento indispensabile per la lotta alla criminalità organizzata, come le intercettazioni, e lasciare libera la Rete, oasi di salvezza per la libertà di pensiero e di espressione”.

Basta con la gestione dissennata delle Ferrovie da parte di Moretti

luglio 14, 2011 in Comunicati Stampa

“Ancora una volta Moretti non risponde e lo fa, come al solito, in modo arrogante in una sede istituzionale quale è la commissione Trasporti del Senato. Dimostra così totale menefreghismo nei confronti dei cittadini che hanno il diritto di avere un’efficace ed efficiente gestione delle Ferrovie dello Stato”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Sarà il Parlamento a giudicare i disservizi, i ritardi, la sporcizia e la vetustà del materiale rotabile. Tutto questo danneggia i pendolari e i cittadini del Mezzogiorno, sacrificati sull’altare del profitto da un monopolista che loro stessi pagano. E’ il momento di restituire agli italiani – conclude Belisario – i trasporti pubblici di cui hanno bisogno e diritto e al nostro Paese una rete ferroviaria all’altezza del tempi in ogni sua tratta”.

LIBERA RETE IN LIBERO STATO

luglio 3, 2011 in Senza categoria

Non possono imbavagliare la Rete. Sarebbe come sparare ad una specie in via di estinzione, vale a dire all’unica ed ultima forma di libera comunicazione. L’Agcom dal 6 luglio sarebbe autorizzata a rimuovere, in modo arbitrario e senza passare da un giudice, i contenuti dai siti italiani o inibire l’accesso a quelli stranieri. Una vera e propria censura operata in un Paese già malato di “cattiva informazione”, su cui pesa un macigno enorme chiamato conflitto di interessi, in nome del quale le notizie vengono nascoste o manipolate ad uso e consumo di un unico uomo: Silvio Berlusconi. Continua a leggere →

La rete è un grande strumento di democrazia

giugno 23, 2011 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori

“L’Italia dei Valori è sempre stata dalla parte della democrazia e della libertà di pensiero, una libertà che, oggi come non mai, vede la sua massima espressione nella rete”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario “non possiamo che condividere il pensiero espresso oggi dal garante della privacy, Pizzetti, che individua nel web uno strumento fondamentale per promuovere la democrazia. Imbavagliare la rete con agenzie o regie nazionali, magari affermando di voler combarrete il cyberterrorismo, rappresenta solo il tentativo di controllare, secondo logiche di regime, tra l’altro anche superate, l’espressione del libero pensiero. Del resto la rete ha già in sè, e gli Stati hanno già presenti nelle loro strutture di sicurezza, strumenti in grado di prevenire e combattere gli abusi e i reati telematici. Non bisogna confondere – conclude Belisario – la necessità di sicurezza con il tentativo di mettere a tacere notizie scomode che i cittadini devono conoscere per meglio formare il loro giudizio su quanto avviene nella società”.