Il grande assente dalla scena politica: il programma

ottobre 7, 2012 in Italia dei Valori, Politica

Quasi quasi rimpiango le 300 pagine del programma dell’Unione tanto derise dagli esponenti del centrodestra. E le rammenterei anche a parecchi amici che si riconoscono, almeno a parole, nel centrosinistra. Perché a guardare ora la scena politica mi rendo conto che si fa un gran parlare di tutto e contro tutti, ma nessuno (fatta eccezione, e lo dico con orgoglio, dell’Italia dei Valori) si pronuncia su cosa vuole fare e come intende farlo. Continua a leggere →

Il film già visto di Montezemolo, Fini e Casini: “Monti due, la vendetta”

settembre 30, 2012 in Politica

Alla convention del fu Terzo Polo, guidato da Fli e Udc dopo l’eclissi dell’Api di Rutelli, a tenere banco è stato il grande assente Luca Cordero di Montezemolo. Infatti il presidente della Ferrari ha annunciato con grande tempismo di voler restare ai box per lanciare su pista il professor Monti. Il secondo mandato del premier, quindi, ha avuto la benedizione degli industriali e del duo Fini-Casini, che evidentemente condivide altri interessi oltre alla Presidenza della Camera. Come avevamo previsto, tanto tuonarono i poteri forti che piovve il Monti-bis. L’Assemblea dei Mille dice di puntare al rinnovamento, ma rilancia centristi e tecnici al Governo sotto le mentite spoglie di una Lista civica per l’Italia. Insomma, la presunta novità della scena politica è un film già visto: “Monti due, la vendetta”. Un horror di cui l’Italia non sentiva proprio il bisogno. Continua a leggere →

Sì all’arresto Lusi, ma poi subito la riforma dei partiti partendo dalla nostra proposta di legge di iniziativa popolare

maggio 3, 2012 in Comunicati Stampa

“Dall’inchiesta su Luigi Lusi stanno emergendo accuse gravissime ed è doveroso consentire alla magistratura di fare il proprio dovere, per questo voteremo a favore della richiesta di arresto nei confronti dell’ex tesoriere della Margherita”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Lusi – aggiunge – avrebbe dovuto subito dimettersi da senatore, ma a questo punto voglio sperare che la casta eviti di difendere l’indifendibile, non solo in questo caso, ma anche a proposito delle vicende De Gregorio e Tedesco. E’ chiaro che non possono valere immunità di sorta, tutti i cittadini devono essere uguali di fronte alla legge e su chi si occupa della cosa pubblica non può esserci neppure l’ombra di un sospetto. Ormai invece siamo di fronte ad un sistematico ladrocinio di Stato, che deve essere fermato con una vera riforma dei partiti. L’IdV è impegnata a fianco dei cittadini per abrogare l’attuale legge sul finanziamento pubblico, il Parlamento – conclude Belisario – parta dalla nostra proposta di legge di iniziativa popolare e restituisca la parola ai cittadini per ridare credibilità e trasparenza alla politica”.

 

Da domani raccolta di firme contro il finanziamento pubblico ai partiti: togliamo il grasso dalla politica

aprile 20, 2012 in Politica, Referendum

Per l’Italia dei Valori i meccanismi di finanziamento ai partiti, le regole per il buon funzionamento della politica e gli stessi rapporti tra i diversi organi istituzionali non sono elementi di dibattito nuovi né tanto meno incidentali. Da tempo abbiamo presentato le nostre proposte per un sistema più snello, trasparente ed efficiente ma, come al solito, la casta ha il vizio di chiudere la stalla dopo che i buoi sono già scappati. Meglio tardi che mai, si direbbe. Invece, gli interventi proposti dalla triumvirato ABC in materia di riforma dei partiti rischiano di essere non soltanto tardivi, ma anche inutili e dannosi. Per questo, domani parte la nostra iniziativa “Giù le mani dal sacco”, una campagna di raccolta firme che, dopo i referendum dello scorso anno, restituisce la parola ai cittadini per costringere i partiti a dare un taglio agli sprechi e alle ruberie.  Continua a leggere →

Il ddl sui partiti firmato ABC è solo fumo negli occhi, serve una riforma seria o l’unica via è il referendum

aprile 12, 2012 in Politica

Il ddl di riforma dei partiti targato ABC serve solo a gettare fumo negli occhi dei cittadini e tenersi stretto l’arrosto dei rimborsi elettorali. Se questa strana maggioranza non sa proporre null’altro che un accordo al ribasso, l’unica via è quella di lasciar decidere agli italiani. Abbiamo già presentato in Cassazione sia un referendum che una proposta di legge popolare per tagliare la testa al toro. Continua a leggere →

DA OGGI L’ITALIA E’ UN PAESE A SOVRANITA’ LIMITATA

agosto 8, 2011 in Economia

Ormai il governo è nel pallone. L’antieuropeista Bossi diventa tutto a un tratto europeista perché la Bce ha deciso di comprare i nostri titoli di Stato. Tremonti lavora per il pareggio di bilancio per il 2014 e poi lo anticipa al 2013. Berlusconi, si sa, è un bugiardo matricolato e cambia idea un giorno sì e l’altro pure. Mercoledì scorso ha detto che la crisi non c’era e venerdì, 48 ore dopo, ha convocato una conferenza stampa in fretta e furia per informare gli italiani che la crisi è terribile. Magari c’era ancora qualcuno oltre lui che non se ne era accorto. Continua a leggere →

NO AD UN GOVERNO TECNICO, DIALOGO SULLE RIFORME MA LA PRIORITÀ È IL RITORNO ALLE URNE

luglio 24, 2011 in Elezioni, Politica

Oggi Gianfranco Fini ha proposto un nuovo Esecutivo guidato da Maroni, dicendosi convinto che anche il Pd sarebbe disponibile ad appoggiarlo.

L’Italia dei Valori è contraria ad un Governo tecnico perché vorrebbe dire negare la volontà dei cittadini in nome degli accordi tra le segreterie di partito. Per questo ho chiesto al Partito Democratico di smentire questa ipotesi e, a partire da Enrico Letta, molti esponenti del Pd (non tutti, per la verità) si sono subito detti contrari a dare i propri voti ai ministri di Berlusconi, che insieme a lui sono responsabili dell’attuale crisi del Paese.

Il Terzo polo non può adottare la politica dei due forni, stando un po’ di qua e un po’ di là a seconda di dove tira il vento. Non è così che si governa un Paese. Se non ci dovesse essere la maggioranza, c’è una sola strada: restituire la parola agli elettori.

Continua a leggere →

MEGLIO FORMICHE CHE GRILLI PARLANTI

maggio 11, 2011 in Elezioni, Italia dei Valori, Politica, Senza categoria

Molti grilli parlanti del cosiddetto Terzo Polo, quando non pensano ad introdurre l’immunità parlamentare, invitano il PD a decidersi: “metta da parte quei giustizialisti dell’IdV che non sono partners credibili in politica estera perché non vogliono la guerra eppoi difendono i diritti dei lavoratori insieme alle forze sindacali più radicali”.

Ovviamente nessun problema se, appunto, il Terzo Polo sta un po’ di qua e un po’ di là, a seconda delle convenienze. In Calabria, per esempio, l’UdC sta con il Pdl e la candidata sindaco (peraltro eletta al Senato nel PD) senza alcun problema è salita sul palco con Berlusconi che, in uno dei suoi show, parlava male di Fini e Casini. Continua a leggere →