Santoro e Freccero candidati a vertici Rai: una buona notizia

aprile 28, 2012 in Informazione

La candidatura di Michele Santoro a direttore generale e di Carlo Freccero a presidente della Rai è una buona notizia. Quello che mi convince, a parte le indubbie capacità professionali, è il metodo: l’annuncio di presentazione di curricula alla commissione parlamentare di Vigilanza Rai che, secondo l’attuale pessima legge Gasparri, è deputata alla scelta. Continua a leggere →

Ecco la Rai che vogliamo

marzo 27, 2012 in Informazione, Italia dei Valori

Visualizza il Video su Youtube

C’erano Di Pietro e Santoro, Travaglio e Annunziata, Zaccaria e Verna, Mazzetti e Siddi, tutti insieme per parlare di Rai e di una riforma che consenta, una volta per tutte, di impedire ai partiti di occupare la televisione pubblica. Non a caso il convegno che abbiamo organizzato questa mattina a Roma era intitolato “OccupyRai”. Insieme al mio collega Donadi e agli esponenti dell’Idv in commissione di Vigilanza, Pardi e Formisano, abbiamo presentato la proposta già depositata in Parlamento di riforma della governance: attribuire la proprietà della Rai a una Fondazione i cui organi siano espressione della società civile, che attraverso la comunità degli abbonati e dei lavoratori conquisti un reale potere d’intervento nel governo del servizio pubblico radiotelevisivo.

La Rai senza partiti, ne parliamo in un convegno con Di Pietro, Santoro e Travaglio

marzo 26, 2012 in Informazione

Il mandato del consiglio di amministrazione della Rai scade mercoledì 28 marzo e i principali partiti stanno già preparandosi a spartirsi la torta. Certo, a sentire le dichiarazioni di questi giorni di esponenti di Pd e Pdl pare che ognuno non voglia partecipare alla lottizzazione, ma chi ci crede?

Quando oggi ho sentito una dichiarazione del figlioccio politico di Berlusconi, Angelino Alfano, mi sono sentito preso per i fondelli. Alfano ha avuto il coraggio di dire che il suo partito si opporrà se qualcuno mette le mani sulla Rai. Senza parole!

Per questo domani, alla vigilia della scadenza del Cda, l’Italia dei Valori ha organizzato alla sala delle Colonne di Roma, in via Poli, un convegno con ospiti illustri per immaginare la Rai del futuro, senza partiti. Continua a leggere →

Le parole di Lorenza Lei su Ruffini suonano come una beffa

agosto 7, 2011 in Comunicati Stampa, Informazione

“Le parole di Lorenza Lei suonano più come una beffa che come un attestato di stima nei confronti di Paolo Ruffini”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Sappiamo perfettamente per quale motivo è stata messa a capo della Rai, per completare quello che Masi non era riuscito a compiere: cominciare una vera e propria opera di epurazione di personaggi scomodi al presidente del Consiglio, non solo per i suoi interessi personali, ma anche per i suoi interessi economici: scende la Rai, sale Mediaset. Ha lasciato andare via Santoro, ora Ruffini, non ha confermato Saviano che nella stagione appena trascorsa aveva fatto segnare il record di ascolti su Raitre. Ci sono o ci sono stati problemi per i rinnovi di ‘Parla con me’ e ‘Report’. E’ chiaro che sta andando avanti il tentativo piduista di fare della Rai una dependance del governo e si vede anche dagli spazi di approfondimento sulla crisi in questo periodo. Senza i vari Santoro, Floris e Vespa le notizie che arrivano agli italiani sono quelle del tg Raiset di Minzolini”.

Chi ha deciso di cacciare Saviano dalla Rai, Bisignani?

giugno 23, 2011 in Comunicati Stampa, Informazione

“La notizia che ‘Vieni via con me’ abbia trovato una nuova collocazione nel palinsesto di La7, fa piacere a tutti coloro che, accendendo la televisone, si aspettano di trovare ancora un programma di grande qualità, professionalità e informazione. Inquieta che questo spazio non sia stato ricavato nella Rai del servizio pubblico, pagata dai cittadini con il canone”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, secondo cui “ormai la Rai si sta svuotando di tutti coloro che pensano con la loro testa e che, con grande fatica, portano avanti programmi di approfondimento ragionati e critici ma sono scomodi per il pensiero unico di Arcore. Mi chiedo chi abbia preso questa decisione. Da chi è arrivato l’ordine di fare fuori, dopo Santoro, anche Fazio e Saviano? Forse da Bisignani? Per fortuna che il direttore generale Lei aveva promesso autonomia e trasparenza! Temo – conclude Belisario – che non basti il lerciume che è emerso per fermare questa deriva. La Lei appenda le scarpe al chiodo e vada via al più presto insieme a chi l’ha messa a dirigere la Rai”.

 

TUTTI IN PIEDI. PIAZZA PIENA PER IL LAVORO, SALA VUOTA PER BERLUSCONI

giugno 20, 2011 in Informazione, Lavoro, Politica

Visualizza il Video su Youtube

Tutti in piedi, arriva il lavoro. “L’Italia s’è desta” ha urlato Benigni che irrompeva a villa Angeletti a Bologna alla festa dei 110 anni della Fiom, lo straordinario evento che si sono inventati Michele Santoro e Maurizio Landini. Quanti erano quelli dell’Italia migliore? Non li abbiamo contati ma dalle immagini potete vedere quanti erano e che entusiasmo c’era. Qualche ora prima, invece, Silvio Berlusconi  si accorgeva che era venerdì 17. Il premier è stato costretto a parlare al telefono in una sala vuota, in ritardo al convegno organizzato dal repubblicano, Nucara tra i risolini dei tecnici e lo squallore delle sedie vuote. Nessuno ha pensato di avvisare il presidente del Consiglio che la convention era finita e che si stava solo coprendo di ridicolo. Che differenza all’occhio tra la piazza piena e la sala vuota. La più appropriata delle metafore per fotografare il cambiamento in atto nel Paese.

8 DOMANDE AL DG LORENZA LEI: RISPONDA AI CITTADINI E SAPREMO SE L’ITALIA HA UNA TV PUBBLICA

giugno 10, 2011 in Informazione, Politica

Sulla situazione della Rai si stanno facendo troppi discorsi vaghi e inconcludenti. La politica ha il dovere di assumersi le proprie responsabilità, anche quando sono scomode e sconvenienti: perciò basta con i giri di parole, è ora di dire chiaramente che il cambio di direzione generale della televisione pubblica è stato l’atto definitivo di occupazione della Rai. La drastica conclusione della vicenda ‘Annozero’ lo dimostra chiaramente. Chi dal siluramento di Masi si aspettava una sconfitta di Palazzo Chigi, è stato poco lungimirante: con la nomina di una figura in apparenza super-partes come quella della dottoressa Lei, il Cavaliere ha vinto la partita sul controllo dei mass media. E così abbiamo perso tutti noi. Sì, perché  il nuovo direttore generale è una micosi che sta infettando e destabilizzando dall’interno il servizio radiotelevisivo pubblico. Continua a leggere →

La libera informazione tv non si tocca

aprile 11, 2011 in Comunicati Stampa, Informazione

“La guerra di nervi in Rai continua. I protagonisti sono sempre loro, i vertici imposti da Berlusconi che cercano di condizionare i conduttori non asserviti. Questa volta, dopo tante energie sprecate per attaccare Santoro (a proposito, ormai Annozero sta per finire e Travaglio e Vauro continuano a lavorare gratis), tocca a Giovanni Floris, Fabio Fazio e Milena Gabanelli che sono in scadenza di contratto e non sono stati ancora contattati dall’azienda. Si tratta di un attacco al cuore dell’informazione che non ha precedenti neanche nella storia della Rai di Berlusconi. Il gioco si sta facendo durissimo e il rischio di censura per tutti i conduttori non allineati è ormai sempre più concreto. Occorre uno scatto di dignità e, soprattutto, che l’opposizione faccia sentire forte e chiara la propria voce perché all’emergenza democratica dello strapotere berlusconiano bisogna opporre un serio argine. Se il Cda non è in grado di garantire la libertà di informazione in azienda – conclude Belisario – una via di uscita ce l’ha: le dimissioni”.