Ddl anticorruzione, la controriforma è un regalo con i fiocchi ai disonesti: ora nessuno può negarlo

ottobre 27, 2012 in Giustizia, Politica

Dopo i rilievi negativi sul cosiddetto ddl anticorruzione espressi dal Consiglio Superiore della Magistratura, è arrivata anche la bocciatura dell’Associazione Nazionale Magistrati che ha definito il provvedimento un’occasione mancata. Le nostre critiche durissime, fatte in solitudine, alle norme volute da Governo e maggioranza trovano autorevoli conferme. Abbiamo fatto una battaglia a tutto campo per tentare raddrizzare questa malapianta, ma il Ministro Severino ha voluto blindare tutto con la fiducia. Ora si assume la responsabilità, insieme ha chi ha voluto e votato questa controriforma, di aver fatto un regalo con i fiocchi ai corrotti. Continua a leggere →

La lotta all’evasione viene prima della privacy. Pizzetti mi ha fatto davvero …irritare

marzo 14, 2012 in Economia, Politica

“Strappi forti allo Stato di diritto”. Il garante della privacy, Pizzetti, per fortuna in scadenza di mandato, ha commentato così le nuove norme sulla trasparenza amministrativa di supporto alla lotta all’evasione fiscale, contenute sia nel decreto per lo sviluppo che nel cosiddetto salva Italia, che consentono un controllo incrociato di dati anche sensibili per risalire agli evasori. Io, francamente, per usare un eufemismo, mi sono irritato moltissimo. Anche perché lo stesso Pizzetti, ha aggiunto, con una punta di disprezzo: “E’ proprio dei sudditi essere considerati dei potenziali mariuoli, è proprio dello Stato non democratico pensare che i propri cittadini siano tutti possibili violatori delle leggi”. Sarà anche da sudditi, signor garante, ma qui l’evasione si porta via tra i 120 e i 130 miliardi l’anno e le cifre non le hanno diramate quei manettari dell’Italia dei Valori, ma la Corte dei Conti che ormai da anni va ripetendo che per la lotta all’evasione si fa troppo poco. Continua a leggere →

Contro l’evasione fiscale servono più fatti, si parta dalle nostre proposte

gennaio 7, 2012 in Comunicati Stampa

“Contro l’evasione fiscale è necessaria una lotta senza quartiere. Va nella direzione giusta l’impegno annunciato dal premier Monti, ma servono più fatti: al Governo chiediamo di approvare misure rigorose, perché senza pene più severe e controlli più serrati non si riuscirà a debellare il cancro della nostra economia”. Lo dichiara il Presidente dei Senatori IdV, Felice Belisario. “L’evasione fiscale – aggiunge – ammonta almeno al 18% del Pil, un enorme sommerso che sottrae risorse dalle casse dello Stato ed è la principale causa di una tassazione così elevata. Non si possono chiedere sacrifici ai contribuenti onesti mentre gli evasori continuano a farla franca, è vergognoso che la solita banda Bassotti protesti per i controlli dell’Agenzia delle entrate e della Guardia di Finanza. Per superare la crisi è necessario proseguire con più rigore su questa strada e le forze responsabili non potranno far mancare il loro contributo. L’Esecutivo parta dalle proposte presentate in Parlamento dall’Italia dei Valori, cominciando dall’accordo per tassare i capitali esportati illegalmente all’estero e ripristinando il reato di falso in bilancio: per affermare davvero l’equità sociale e risanare i conti pubblici – conclude Belisario – i furbastri che evadono le tasse devono perdere pelo e vizio”.

Bisogna salvare il sistema di tracciabilità dei rifiuti che il governo vuole abrogare con la manovra

agosto 23, 2011 in Ambiente, Comunicati Stampa, Economia

“L’Italia dei Valori presenterà un emendamento alla manovra per impedire l’abrogazione del Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti tossici che questo governo irresponsabile vuole eliminare favorendo così le ecomafie”. Lo ha annuncia il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario. “Il ministro Prestigiacomo in tre anni non ha portato a casa un solo risultato. Ogni volta il governo le passa sulla testa e decide senza neanche consultarla. Se è davvero contraria, come dice, all’abrogazione del Sistri agisca di conseguenza: si dimetta e voti contro la manovra. In caso contrario sarà ricordata come il peggior ministro dell’Ambiente della storia della Repubblica. Sul caso Sistri la nostra opposizione sarà intransigente. Il sistema di tracciabilità dei rifiuti, specie quelli tossici, va riveduto perché può funzionare molto meglio, ma non può essere abrogato per decreto prima di tutto perché la criminalità organizzata ha già cominciato a brindare, poi perché la norma sulla tracciabilità dei rifiuti ci è imposta dall’Europa. Per fare un favore alla Lega non possiamo farci ridere alle spalle dalla mafia e subire anche le sanzioni dell’Unione europea”.