Belisario: Schifani vive nel paese delle meraviglie?

dicembre 19, 2012 in Comunicati Stampa

“Non so in quale Paese viva il presidente Schifani, forse in quello delle meraviglie se pensa che i cittadini chiedano continuità con le politiche economiche di Monti”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “capisco che Schifani debba giustificare un anno e mezzo di provvedimenti iniqui e recessivi, ma addirittura spacciarli per un pacco regalo è troppo. Il governo Monti ha tartassato le fasce deboli, ridotto in brache di tela il ceto medio e tolto il futuro ai giovani. I cittadini hanno già dimostrato, nelle lezioni amministrative e nelle manifestazioni di  piazza, che sono esausti e che vogliono solo cambiare pagina e mettere nel dimenticatoio Monti e i suoi professori. Meraviglia che Schifani da un lato si appresti a tornare da soldato semplice nel partito che ha di fatto sfiduciato Monti, e dall’altro ne esalti le politiche economiche, auspicando addirittura un posto per lo stesso Monti nel futuro dell’Italia. Schifani è troppo intelligente per aprire la strada del suo ritorno politico vendendo lucciole per lanterne”.

Sui bilanci chiedo subito modifica Regolamento anche al Senato

settembre 20, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Il Senato deve allinearsi subito alla Camera sulla certificazione dei bilanci dei gruppi parlamentari, per questo ho presentato una proposta di modifica del regolamento che, analogamente a quanto deciso a Montecitorio, impone anche a Palazzo Madama l’obbligo di controlli esterni. Mi aspetto che il presidente Schifani convochi immediatamente la Giunta per il Regolamento perché la proposta sia approvata al più presto”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “si tratta di una questione di rispetto nei confronti degli elettori e di una risposta di trasparenza dovuta, tanto più urgente e necessaria nel momento in cui la politica è travolta da scandali trasversali che ne hanno fatto precipitare la credibilità ai minimi termini. Non c’è alcun motivo per esitare o rinviare”.

Basta conventicole, sulla legge elettorale i partiti escano allo scoperto

settembre 14, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

 

“L’Italia dei Valori ha sempre sostenuto la necessità di cambiare la legge elettorale. Ben venga, quindi, se il presidente della Camera, così come quello del Senato, spingono per un confronto immediato in Aula. Vorrei ricordare loro, però, che se fino ad oggi non si è arrivati ad un risultato è perché i partiti della maggioranza che sostengono Monti hanno pensato solo ai loro interessi elettorali. E comunque, tanto Schifani quanto Fini, hanno approvato il Porcellum”. Lo dichiara il presidente dei senatori IdV, Felice Belisario, che continua: “l’Italia dei Valori, insieme al comitato referendario, ha raccolto più di un milione di firme per abrogare il Porcellum e tornare al Mattarellum, legge di pronta applicazione. Abbiamo riproposto il quesito referendario in Parlamento, tramite un disegno di legge che, però, è rimasto a dormire nei cassetti. Questo perché ABC si sono persi tra conventicole, messaggi incrociati e riunioni segrete per cucirsi addosso una legge che mettesse al sicuro la loro fetta di potere. Ma siamo ancora in pieno stallo. Adesso basta, la politica deve darsi una mossa, non c’è altro tempo da perdere. Se in commissione Affari Costituzionali non si raggiungerà alcun accordo è necessario andare direttamente in Aula, con un testo definito o anche con più relatori di maggioranza e minoranza. Abbiamo il dovere di fare una nuova legge elettorale – conclude Belisario – che restituisca ai cittadini il diritto di conoscere, prima e non dopo il voto: candidati, coalizioni, programma e leader”.

 

Lettera a Schifani: sulla legge elettorale imprimere forti accelerazioni

settembre 12, 2012 in Comunicati Stampa, Elezioni, Politica

Anche il gruppo Idv a palazzo Madama, come già quello della Camera, ha indirizzato una nota al presidente del Senato Schifani sollecitandolo a calendarizzare i lavori per la riforma elettorale che va approvata al più presto. “La prego di imprimere – scrive nella lettera a Schifani il presidente dei senatori dell’Idv Belisario – forti accelerazioni perché, prima nella competente commissione e, in caso di ulteriore impasse, direttamente in Aula, venga discusso un disegno di legge che consenta nel 2013 il rinnovo delle Camere con sistema di voto diverso dall’attuale. Il distacco tra il Palazzo e i cittadini diviene sempre più ampio per cui è giunto il momento che ognuno di noi si assuma le proprie responsabilità davanti al Paese”.

Riforma della legge elettorale, da porcata a cinghialata

luglio 10, 2012 in Comunicati Stampa

 

“I veti incrociati tra le forze della pseudo-maggioranza hanno ormai creato uno stallo alla messicana: Pdl, Pd e Terzo polo si tengono sotto tiro a vicenda e sulla legge elettorale ci sarà al massimo un compromesso al ribasso, dalla porcata alla cinghialata”. Lo ha dichiarato, a margine della Conferenza dei Capigruppo, il Presidente dei Senatori IdV Felice Belisario. “L’Italia dei Valori – ha aggiunto – chiede da tempo di accelerare sulla riforma elettorale ed è passata ai fatti già lo scorso anno, raccogliendo 1 milione e 200 mila firme per cancellare il Porcellum e introdurre un sistema fortemente maggioritario e bipolare che restituisse centralità agli elettori. Dettare adesso una scadenza di dieci giorni per elaborare in fretta e furia il testo base significa solo voler sbloccare la situazione a colpi di inciucio, facendo della Costituzione una merce di scambio. Non accettiamo che in Aula venga discusso il frutto avvelenato di accordi sottobanco, anche perché – ha concluso Belisario – legare la legge elettorale alle riforme è il modo migliore per affossare tutto”.

Sulla vicenda Rai da Schifani solo chiacchiere

luglio 5, 2012 in Comunicati Stampa, Informazione, Politica

“Quelle del presidente Schifani purtroppo sono solo chiacchiere che non ci convincono per nulla”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, commenta la risposta data da Schifani in merito alla vicenda Rai. “Il presidente del Senato – aggiunge – ha di fatto confermato un suo intervento a gamba tesa sulla commissione di Vigilanza Rai, finalizzato a dare a Berlusconi la maggioranza nel Cda del servizio pubblico. E’ un intervento vergognoso da parte della seconda carica dello Stato, che permette al monopolista  della televisione privata e suo dante causa di continuare a sguazzare nel conflitto di interessi che ha portato l’informazione in Italia allo sfascio e all’appiattimento più totale”.

Schifani gioca da arbitro la partita Rai e fa vincere ancora il conflitto di interessi

luglio 4, 2012 in Informazione

La situazione in Rai diventa sempre più insostenibile. Anche oggi è saltata l’elezione del Consiglio di amministrazione ma, prima di dirvi quel che penso, voglio riassumervi brevemente i fatti perché quel che sta accadendo è assai ingarbugliato.

Il Cda viene eletto dalla commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai di cui, per l’IdV, fanno parte il senatore Pancho Pardi e l’onorevole Nello Formisano. Sono i 40 commissari che eleggono, come vuole la legge Gasparri, 7 dei 9 componenti del Cda mentre l’ottavo viene indicato dal ministero del Tesoro e il presidente, nono e ultimo componente, viene nominato dal Governo e, per prassi, fa riferimento alla opposizione parlamentare. Continua a leggere →

Il papocchio del semipresidenzialismo e le finte riforme

giugno 21, 2012 in Politica

Stanno facendo un papocchio confuso e pericoloso. Stanno devastando la Costituzione con un progetto di riforma pessimo sotto tutti i punti di vista. Prendete il semipresidenzialismo: già nella Costituzione attuale il sistema delle garanzie sta venendo meno a causa di una serie di forzature e di una evidente debolezza del Parlamento rispetto ad altre Istituzioni. Il complesso sistema di pesi e contrappesi voluto dai costituenti, che ha funzionato molto bene finora, rischia ormai di deflagrare a cuasa dei continui colpi di mano degli ultimi venti anni e che continuano ancora oggi. Continua a leggere →