Eliminare le scorie fa bene all’organismo

novembre 8, 2012 in Italia dei Valori, Politica

Massimo Donadi ha ufficializzato questa mattina l’addio all’Italia dei Valori, formalizzando quel passo che stava chiaramente preparando da mesi. Non posso né mi interessa entrare nel merito delle sue scelte, ma in tutta questa vicenda quello che davvero dà fastidio è il modo con cui Massimo ha deciso di mettere la parola fine a una storia lunga più di 12 anni. Dispiace, infatti, che quello che fino a qualche ora fa era il presidente dei deputati IdV abbia iniziato e prosegua in una stucchevole e inutile opera di demolizione del partito che ha egli stesso ha contribuito a costruire. A questo punto meglio che se ne sia andato: eliminare le scorie fa bene all’organismo. Continua a leggere →

Sul sito Trisaia di Rotondella ci volevano fregare

maggio 5, 2011 in Ambiente, Basilicata, Comunicati Stampa, Referendum

“Ancora una volta l’Italia dei Valori ci ha visto lungo – dichiara il presidente dell’Italia dei valori del Senato, Felice Belisario – la Sogin si confessa e, addirittura con un annuncio a pagamento, ammette con candore di considerare definitivamente chiuso il capitolo della realizzazione di un deposito per lo stoccaggio delle scorie nucleari a Trisaia- Rotondella, in provincia di Matera. Quello stesso sito che fino a ieri il governo, devo dire in modo a dir poco grossolano, aveva negato di voler trasformare in un deposito in cui stivare i rifiuti atomici del laboratorio romano della Casaccia.

Appare davvero buffo che la Sogin paghi per smentire se stessa. Una retromarcia che, da un lato dimostra come i miei ripetuti interventi – dal question time al ministro Romani all’interrogazione parlamentare  e alla richiesta ripetuta in più sedi di maggiore chiarezza sull’effettiva destinazione finale del sito di Trisaia – fossero fondati. Ma, dall’altro, non ci fa stare tranquilli: con certi soggetti a pensare male non si sbaglia mai. L’Italia dei Valori chiede da tempo, e continuerà a chiedere, che la Regione e gli enti locali si facciano garanti della trasparenza della gestione del centro Trisaia. Vogliamo certezze e non annunci a pagamento fanta-ambientalisti da parte della Sogin. Fin quando questo non avverrà – conclude Belisario – saremo la spina nel fianco di chiunque non tuteli la salute dei cittadini e pensi di sacrificare il territorio lucano alla follia atomica. Per questo invitiamo, ancora una volta, tutti gli italiani a votare contro il nucleare il 12 e 13 giugno e a mettere questo incubo nel cassetto una volta per tutte”.

La lista dei siti per le scorie nucleari sia pubblica

febbraio 12, 2011 in Ambiente, Basilicata, Comunicati Stampa, Referendum

“Il governo ha ricevuto in gran segreto dalla Sogin, società che dovrebbe gestire i rifiuti nucleari, ha lista dei possibili siti”. Lo denuncia il presidente dei senatori dell’Italai dei Valori, Felice Belisario. “Siamo  preoccupati per la sistematica violazione della trasparenza che impone a chi ci governa a non trattarci da sudditi e quindi di informare i cittadini di ogni scelta. Sul nucleare é bene dire chiaro e tondo che il ritorno al nucleare serve solo per buttare soldi pubblici e favorire la solita cricca politico-affaristica da cui mi auguro il centrosinistra tutto prenda le distanze. In ogni caso  il  referendum spazzerà via un  un esecutivo agonizzante che spera, nascondendo documenti fondamentali che dovrebbero essere pubblici, di farla franca. Non sanno che prima o poi dovranno dichiarare pubblicamente dove sistemeranno le centrali e affrontare la reazione dei cittadini che sono pronti a fare le barricate per evitare lo sfregio del territorio. Basta scherzare con la nostra salute e con quella dei nostri figli.  Sono ben 52 le aree che potrebbero essere attrezzate per il deposito di scorie nucleari. Tra questi – conclude Belisario – anche alcuni che già in passato si sono dimostrati inadatti come ad esempio quello di Scanzano Jonico. Va bene che il parlamentari del centrodestra obbediscono al padrone per salvarlo dai processi,ma sul nucleare almeno aprano gli occhi”.