Berlusconi pensa a un altro trucco per vanificare il referendum sulla legge elettorale

ottobre 20, 2011 in Comunicati Stampa, Politica, Referendum

“Berlusconi ha una inguaribile avversione per la democrazia e una sempre più evidente paura del giudizio degli elettori, per questo è terrorizzato alla sola idea che si tenga un referendum, per questo vuole a tutti costi vanificare il ricorso alle urne per abrogare la legge elettorale porcata di Calderoli”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Come ha già fatto per il nucleare, quando gli è andata però male, il premier sta preparando un altro misero e arrogante trucco per impedire agli italiani di esprimersi con quello straordinario strumento di democrazia diretta che è il referendum. Il perché è evidente: vuole continuare a controllare gli eletti e ad avere la sua corte di nominati sempre pronta ad obbedire. Un imbroglio destinato a fallire, come già è successo per il nucleare: il referendum si farà e restituirà finalmente agli italiani il diritto di scegliere chi mandare in Parlamento”.

L’incorreggibile Frattini, ministro delle brutte figure

ottobre 19, 2011 in Esteri, Politica

Il ministro Frattini intervistato dal Tg1 in tuta da sci durante la crisi di Gaza del dicembre 2008

L’incorreggibile ministro Frattini non ne azzecca una, è sempre al posto sbagliato, nel momento sbagliato e con le persone sbagliate. Dovrebbe occuparsi di politica estera, ma colleziona solo memorabili figuraccce e, quando prova a rimediare, riesce incredibilmente a peggiorare le cose. Il caso Lavitola è emeblematico. Un’intercettazione svela come l’ex direttore dell’Avanti facesse forti pressioni per partecipare, non si sa a che titolo, a un vertice tra lo stesso Frattini e il vice premier albanese Ilir Meta. Il ministro nega, si difende, smentisce stizzito, salvo essere a sua volta subito smentito dalla televisione albanese: Lavitola a quel vertice c’era, ben immortalato dalle fotografie di rito. Evidentemente era presente a insaputa di Frattini, un po’ come è successo a Scajola con la casa al Colosseo. In questo governo sono cose che succedono…

Anche Bankitalia smonta la scellerata politica economica e fiscale del governo

ottobre 13, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Mentre Berlusconi deve ancora una volta raccattare disperatamente voti in Parlamento alla ricerca di una fiducia che nei fatti non ha più da tempo, dalla Banca d’Italia arriva un altro inequivocabile atto di sfiducia nei confronti del governo”. Lo afferma il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “L’audizione in Commissione Finanze del Senato del capo della Ricerca Economica della Banca d’Italia, Daniele Franco, smonta pezzo dopo pezzo tutti i capisaldi della scellerata politica economica di Tremonti e Berlusconi e ne svela le tante imbarazzanti bugie. E’ stato questo governo infatti ad abolire l’Ici sulla prima casa con una mossa esclusivamente populista e ora Bankitalia dice chiaramente che è stato un grave errore tanto da chiederne la reintroduzione. E’ stato questo governo a promettere che avrebbe abbassato le tasse e invece Bankitalia dice che la pressione fiscale in Italia nel 2010 è stata superiore di quasi 3 punti rispetto alla media degli altri paesi dell’area euro. Non solo, da via Nazionale arriva anche un richiamo forte a considerare la lotta all’evasione come una priorità assoluta proprio mentre nella maggioranza c’è ancora chi invoca l’ennesimo condono. Insomma – conclude Belisario – ovunque si giri il governo prende schiaffi, che si tratti di Bce, Confidustria, Cei o Banca d’Italia cambiando l’ordine dei fattori il prodotto non cambia”.

Ormai sul ponte del governo sventola bandiera bianca

ottobre 11, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“Sul ponte sventola bandiera bianca, sul vostro ponte sventola bandiera  bianca”. Lo ha detto rivolto ai banchi della maggioranza il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, intervenendo in Aula nella discussione sulla nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza. “Le assurde giustificazioni del centrodestra sulla mancanza di legame tra il Rendiconto dello Stato e quanto stiamo discutendo in Aula al Senato sono solo un maldestro tentativo di coprire la disfatta della maggioranza alla Camera. Dopo quanto successo oggi – ha concluso – il governo non solo non ha più la fiducia degli italiani ma nemmeno quella del Parlamento. Berlusconi dovrebbe solo salire al Quirinale per dimettersi”.

Alfano clone di Berlusconi, con loro nessuna speranza per il Paese

ottobre 9, 2011 in Comunicati Stampa, Politica

“Alfano dovrebbe essere il nuovo che avanza nel Pdl e invece si conferma solo un clone di Berlusconi. Anche quando parla da segretario del partito non riesce a fugare il dubbio che se la voce è sua i testi che legge sono scritti ad Arcore o a Palazzo Grazioli”. Così il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Ormai – aggiunge – attorno al Presidente del Consiglio si sta creando il vuoto, anche chi l’ha sempre sostenuto ammette che è solo una palla al piede per il Paese, si rende conto che con questo governo l’Italia non ha possibilità di salvezza. Alfano potrebbe dare una svolta, invece preferisce ancora farsi portare per mano dal Cavaliere, ma riciclandone gli stessi vecchi, logori e superati slogan conferma solo che la destra italiana, almeno questa destra berlusconiana, non ha davvero più nulla da offrire. Berlusconi è stato un disastro, è un disastro. E’ stato già scaricato dalla Chiesa, da Confidustria, dalle istituzioni internazionali e dagli italiani – conclude Belisario – ma Alfano resta tra quei pochi che anziché aprire gli occhi preferiscono continuare a far finta di niente”.

BERLUSCONDONI E L’IRRESISTIBILE TENTAZIONE DI UN ALTRO INDEGNO REGALO AGLI EVASORI

ottobre 8, 2011 in Economia, Politica

Condono sì, condono no, condono forse. Nella maggioranza la tentazione è forte, ma va a voci alterne. C’è chi vuole la sanatoria a tutti costi e chi invece scopre (o fa finta di scoprire) uno sconosciuto senso del pudore. Così Tremonti, uno dei padri dei tanti vergognosi condoni che hanno gratificato i furbi e gli evasori d’Italia negli anni di governo del centrodestra, oggi frena, stoppando i ministri Fitto e Matteoli ma pure i capigruppo del Pdl Gasparri e Cicchitto. Così perfino un esperto di ‘porcate’ come Calderoli parla di ‘roba da Repubblica delle banane’. Continua a leggere →

Condono, Berlusconi ci metta la faccia e dica che non si farà

ottobre 8, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Nello sconcertante dibattito sul condono che si è aperto nel centrodestra l’unica voce che ancora non si è sentita è quella di Berlusconi: il premier ci metta la faccia e dica in maniera chiara e definitiva agli italiani che non è un’ipotesi al vaglio del governo”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Mi rendo conto che il presidente del Consiglio è impegnatissimo a far festa con Putin e non ha perciò tempo di occuparsi del Paese, ma lo spettacolo di ministri e autorevoli esponenti della maggioranza che si smentiscono l’un altro su un tema così delicato è davvero insopportabile e offensivo. Il passato insegna che di questa maggioranza non ci si può fidare, soprattutto quando si tratta di condoni, e l’ambiguità di questi giorni rende legittimo il sospetto che se ne stia preparando uno per fare un altro vergognoso regalo ai furbi e agli evasori. Gli italiani onesti, quelli che hanno sempre pagato, non vogliono più sentir parlare di condono – conclude Belisario -, Berlusconi metta perciò una volta per tutte la parola fine a una telenovela che è durata anche troppo zittendo in modo inequivocabile chi ancora insiste a fare proposte molto più che indecenti”.

Berlusconi vuole gli ispettori ad personam, interrogazione Pdl gravissima ingerenza di un potere dello Stato verso un altro

ottobre 6, 2011 in Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

“Berlusconi vuole ancora una volta gli ispettori ad personam per bloccare i magistrati che indagano su di lui. Con l’interrogazione di Cicchitto e Gasparri al ministro Nitto Palma siamo a una nuova puntata dell’inaccettabile pretesa del premier di fermare a ogni costo il lavoro delle procure con un atto di gravissima ingerenza di un potere dello Stato nei confronti di un altro”. Lo afferma il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Quali ispettori vuole mandare il Pdl a Milano e Napoli, magari Arcibaldo Miller? Oppure quelli della P3 e della P4? La verità è che Berlusconi vuole solo alzare cortine di fumo per distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalle porcherie che ha combinato, per nascondere agli italiani la verità sulle vicende giudiziarie in cui è coinvolto. Il trucco è vecchio – conclude Belisario – evidentemente il Pdl non sa proprio più cosa inventarsi”.