Povero Silvio. Tutta colpa d’Alfredo

ottobre 22, 2011 in Giustizia, Politica

Berlusconi perseguitato dalla giustizia, travisato dalla stampa comunista, incompreso leader di una rivoluzione liberale. E per colpa di chi? Ma di Alfredo è ovvio! “Mi son distratto un attimo, canta Vasco Rossi, colpa d’Alfredo che con i suoi discorsi seri e inopportuni” mi ha convinto a parlare con Lavitola, chiosa il premier.

Alfredo, per la cronaca, è il maggiordomo di Berlusconi e, come nei migliori gialli un po’ retrò, anche negli intrighi che riguardano Silvio è il colpevole. Chi ha complottato? Il maggiordomo. Chi ha premuto il grilletto dell’omicidio mediatico e giudiziario contro il presidente del Consiglio? Il maggiordomo è ovvio. Continua a leggere →

LA BANDA DEGLI ONESTI USA LA MANOVRA COME CAVALLO DI TROIA PER L’ENNESIMA NORMA AD PERSONAM

luglio 4, 2011 in Economia, Giustizia, Politica

E’ proprio vero che certi vizi sono duri a morire. Così c’è chi non riesce a smettere di fumare e chi, come Berlusconi, proprio non resiste alla tentazione di infilare sempre qua e là una leggina che lo tiri fuori dai guai. Il passato insegna, il presente pure, e allora dopo i vari lodi Schifani e Alfano, dopo il legittimo impedimento, dopo il processo breve, insomma dopo le tante leggi salva-Cavaliere già partorite dalle ‘illustri’ menti del centrodestra, ecco spuntare nella manovra economica un’altra norma tagliata su misura del Presidente del Consiglio e delle sue aziende. Continua a leggere →

CHE FINE HA FATTO SILVIO BERLUSCONI?

maggio 19, 2011 in Elezioni Amministrative 2011, Politica

Fino ad un paio di mesi fa le cose non stavano andando male per Berlusconi. Aveva ormai chiuso la campagna acquisti aggirando il piccolo dettaglio del consenso democratico e aveva predisposto il massacro dei referendum con tanto di sberleffo al diritto di scelta dei cittadini. Insomma, già prefigurava di dedicarsi in santa pace alla blindatura della fedina penale con annesso smantellamento dell’ordine giudiziario. Prezzo: solo un paio di rimpasti a spese dei contribuenti.

Poteva godersi il sudato golpe ma niente da fare: all’improvviso è tornato a galla il delirio di onnipotenza che lo ha costretto a strafare, puntando su di sé i riflettori delle amministrative al grido di “Ghe pensi mi!”. Le ultime parole famose. Ultime davvero: è una settimana ormai che è svanito nel nulla. Ma forse noi sappiamo dov’è.

Continua a leggere →