Berlusconi e l’Imu: a Carnevale ogni scherzo vale!

febbraio 3, 2013 in Politica

Nella sua ventennale e folkloristica storia politica, nelle sue tante campagne elettorali fatte di slogan alla ‘meno tasse per tutti’, di contratti con gli italiani e di promesse choc, Silvio Berlusconi non si è fatto mancare niente, ma mai si era spinto fino al punto di promettere il rimborso di una tassa già pagata. Oggi il Cavaliere si è superato: ha assicurato che, in caso di vittoria, il suo governo rimborserà l’Imu sulla prima casa. E, già che c’era, ha anche promesso il taglio del numero dei parlamentari, l’abolizione del rimborso pubblico ai partiti, l’accordo con la Svizzera per la tassazione dei depositi portati lì dai cittadini italiani. Siamo a Carnevale, evidentemente ogni scherzo vale! Continua a leggere →

Gasparri a corto di argomenti, dimissioni Rosy Mauro atto dovuto

aprile 7, 2012 in Comunicati Stampa

“Gli scandali che coinvolgono il Partito degli onesti sono tali e tanti che Gasparri dovrebbe avere il buon gusto di tacere, invece di difendere l’indifendibile. Sappiamo che il Pdl è abituato a tutelare gli interessi della casta e quindi non sorprende che chieda a Rosy Mauro di restare al suo posto. Ma Gasparri è a corto di argomenti, non c’è bisogno di attendere l’esito degli accertamenti per lasciare la vicepresidenza del Senato”. Lo dichiara il Presidente del Gruppo Italia dei Valori a Palazzo Madama, Felice Belisario, che aggiunge: “Chi ha a cuore la dignità delle istituzioni, come l’IdV, giudica opportuno un passo indietro da parte della senatrice Mauro come atto dovuto per chiarire la propria posizione ed evitare di trascinare nello scandalo anche il Senato della Repubblica. L’IdV ha chiesto in tempi non sospetti di riformare il sistema dei finanziamenti pubblici e ha presentato per questo un referendum. Attendiamo che anche l’ex colonnello An – conclude Belisario – passi dalle parole ai fatti e si impegni per una politica più trasparente, soprattutto nella gestione del patrimonio dei partiti di oggi e di ieri”.

 

Rosy Mauro si dimetta da vicepresidente del Senato, lo scandalo non può infangare le istituzioni

aprile 7, 2012 in Politica

I vertici leghisti assicurano che faranno pulizia e non vogliono che le Procure o la politica mettano il becco nei loro affari. Ma è in gioco la credibilità della politica italiana, mica quella della Padania che nessuno ha mai preso sul serio! La bufera che si è abbattuta sul Carroccio non può essere risolta nelle chiuse stanze di via Bellerio, dall’inchiesta emerge l’allegro sperpero di soldi pubblici concessi per esercitare un’essenziale funzione democratica, non per pagarsi diplomi e lauree. Beata ignoranza: Bossi assicura di non averne mai saputo niente, ma si è dimesso da segretario. Bene, faccia altrettanto anche Rosy Mauro e lasci la vicepresidenza del Senato, lo scandalo non può trascinare nel fango le istituzioni della Repubblica. La magistratura farà il suo corso, ma ragioni di opportunità impongono un passo indietro da parte di chi ricopre cariche così importanti ed è al centro di una vicenda gravissima, squallida e infamante. Continua a leggere →

Sabato a Melfi incontro i tre operai che la Fiat di Melfi non vuole far tornare al lavoro

marzo 1, 2012 in Economia, Lavoro, Politica

Sabato prossimo alle 16, davanti ai cancelli della Fiat di Melfi, incontrerò Giovanni Barozzino, Antonio Lamorte e Marco Pignatelli, i tre lavoratori della Fiat di Melfi licenziati e poi reintegrati dalla Corte di appello di Potenza, che l’azienda si ostina a tenere fuori dallo stabilimento. I tre lavoratori, due delegati della Fiom e uno iscritto allo stesso sindacato, non possono essere lasciati soli. Voglio che sentano la vicinanza anche delle istituzioni. Continua a leggere →

La Tobin tax è un’ottima base di partenza

gennaio 9, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Lavoro, Politica

“La tassazione delle transazioni finanziarie deve essere un’idea condivisa ovviamente da tutta l’Europa e per il nostro Paese rappresenterebbe senz’altro un freno alle speculazioni a breve termine”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Introdurre la Tobin tax significa dare risposte concrete a chi oggi si ritrova costretto a pagare le conseguenze della speculazione. L’IdV ha già presentato una proposta in tal senso, si tratta di un inizio affinché la pressione fiscale sulle imprese e sulle famiglie diminuisca. Per raggiungere la giustizia sociale, l’accordo a livello comunitario con la Svizzera non è più rinviabile e l’Italia se ne deve fare promotrice in Europa. Che il governo Monti – conclude Belisario – applichi davvero il principio di equità, evitando che a pagare siano sempre e solo i contribuenti onesti, mentre nelle banche svizzere ci sono miliardi di capitali italiani, frutto di evasione”.

Monti introduca misure rigorose e sanzioni severe contro l’evasione fiscale

dicembre 28, 2011 in Comunicati Stampa, Economia

“La denuncia della Guardia di Finanza per cui nel 2011 si stimerebbe intorno agli 11 miliardi il denaro portato all’estero, rappresenta un allarme che non può essere sottovalutato”. Lo ha detto il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario. “Mentre il Paese soffre una crisi senza precedenti e le classi più povere sono soggette a un prelievo fiscale da vampiri, c’è chi per eludere il fisco continua a portare all’estero i propri capitali sotto ogni forma, come abbiamo letto nell’illuminante articolo di Carlo Bonini su Repubblica di oggi. Il fatto, poi, che i trasferimenti si siano concentrati prevalentemente nei mesi di ottobre e novembre la dice lunga sulle responsabilità di Berlusconi e del suo esecutivo in questo senso. Il governo Monti, che deve imitare quanto hanno già fatto con le banche svizzere Germania e Gran Bretagna, ha l’obbligo di intervenire al più presto con misure rigorose e prevedere per gli evasori sanzioni severissime. Il trasferimento di denaro all’estero è insopportabile in ogni momento, in questa fase di enormi sacrifici lo è ancora di più”.

Manovra invotabile 5 / Colpire i capitali scudati che i condoni di Berlusconi hanno salvato

dicembre 10, 2011 in Economia, Politica

Sarà per l’urgenza del decreto, ma al professor Monti è sfuggita una virgola. L’iniqua manovra proposta dai tecnici prevede di tassare i capitali scudati solo dell’1,5%. Una carezza ai disonesti. Per correggere questa svista abbiamo presentato un emendamento che aumenta la sovrattassa al 15%: così si rimedia alla vergogna dello scudo fiscale, incassando almeno altri 10 miliardi di euro. È una norma di buon senso, che serve a far pagare la crisi a chi l’ha causata. La discontinuità del nuovo Esecutivo è tutta da dimostrare: colpisca duramente i redditi esportati illecitamente all’estero e poi fatti rientrare grazie ai condoni di Berlusconi, invece di tartassare ancora giovani, famiglie e pensionati. Diversamente la manovra resta iniqua e non la votiamo. Continua a leggere →